Yorkshire pudding

Ricetta creata da Galbani
Vota
Media0

Presentazione

Lo Yorkshire pudding è una ricetta inglese che, al contrario di quello che sembra dal nome, non è un dolce, bensì un contorno molto semplice realizzato con una pastella cotta al forno: è una vera istituzione in Inghilterra e viene servita per accompagnare piatti di carne succulenti, come roast beef, salsicce e arrosti di ogni genere.  
Lo scopo del pudding è di raccogliere "il sughetto" della carne, in Inghilterra conosciuto come gravy, che vi insegneremo a preparare come salsa: sostituisce il pane ed è molto gustoso. 

Facile
4
50 minuti
Vota
Media0

Ingredienti

  • Per il pudding: 

  • latte intero 200 g;
  • uova 4;
  • farina Tipo 00 200 g; 
  • olio di semi 140 g;
  • sale q.b.;
  • pepe nero q.b. 

 

Per il gravy: 

  • brodo di carne 400 ml;
  • Burro Santa Lucia 50 g;
  • farina 40 g 

Preparazione

Per lo Yorkshire pudding, innanzitutto preriscaldate il forno statico a 200°. Nel frattempo, prendete una teglia per i muffin e versate nelle formine l'olio di semi, distribuendolo in parti uguali.  

01

Mettete la teglia in forno e scaldate l'olio per circa 15 minuti: è molto importante che l'olio sia molto caldo quando riempirete le formine con la pastella, perché aiuterà la lievitazione e i pudding risulteranno alti e croccanti. Mentre aspettate che l'olio si riscaldi adeguatamente, mettete le uova e il latte insieme in una ciotola e aggiungete un pizzico di sale e il pepe. 

02

Cominciate a mescolare con una frusta e unite la farina: proseguite energicamente per eliminare i grumi, fino a ottenere una pastella densa e omogenea. 

03

Una volta trascorsi i 15 minuti, estraete la teglia dal forno e versate la pastella nelle formine per metà, in quanto crescerà molto durante la cottura. Lasciateli cuocere per altri 30 minuti senza aprire mai lo sportello del forno (potrebbero sgonfiarsi). A cottura ultimata estraete la teglia: gli Yorkshire pudding saranno belli alti e gonfi.  

04

 Lasciateli riposare e assumeranno la loro caratteristica forma dal bordo irregolare con una piccola cavità in centro e saranno pronti da servire con la vostra pietanza preferita. 

05

Per il Gravy, utilizzate anche il fondo di cottura dell'arrosto o del roastbeef che avete preparato e aggiungetelo al brodo: sarà ancor più saporito! 

Preparate il brodo ed eliminate i residui filtrandolo, quindi scaldatelo senza farlo bollire. 

 

06

In un pentolino unite il Burro Santa Lucia e la farina: con la frusta amalgamate il composto cercando di eliminare i grumi. A bollore, unite il brodo e continuate a mescolare sino ad ottenere una salsa fluida e morbidaIl vostro gravy è pronto per essere servito con la carne e lo Yorkshire pudding e potete servirlo caldo o tiepido. 

Varianti

Abbiamo detto come lo Yorkshire pudding per gli inglesi sia l'accompagnamento alle carni, tuttavia anche la sua versione fredda è molto sfiziosa.  
Potrete infatti gustarlo come antipasto, con del formaggio come la Crema Belpaese, morbida e spalmabile, e dei salumi come il Prosciutto Cotto Fetta Golosa Galbani 
Inoltre, se volete insaporire la pastella, aggiungete del formaggio grattugiato e delle erbe aromatiche. 

Il gravy invece può essere preparato indistintamente con brodo di carne, pollo e anche vegetale se non gradite la carne e preferite una salsa alle verdure.  
Spesso, oltre alla carne, viene utilizzato anche per condire le patate arrosto e le verdure in generale: insieme allo Yorkshire pudding sarà strepitoso in tutte le versioni.  
Se preferite, al posto della farina si usa anche l'amido di mais, stemperato con dell'acqua fredda, prima di aggiungerlo al brodo. 

Suggerimenti

Se vi piacciono i pudding ripieni, perché non provate i bignè al Gorgonzola DOP Gim?  
Si tratta di una versione salata e golosa del tipico dolce. 
Se invece volete accompagnare il vostro arrosto e lo Yorkshire pudding con delle verdure, provate le patate alla carbonara, cucinate con il Galbanino, e poi potrete aggiungere carote, cavolini di Bruxelles e spinaci in un tripudio di gusto e di colori. 
Grazie a queste ricette potrete realizzare il vostro pranzo domenicale all'inglese, che sarà ancora più buono grazie alla qualità eccellente delle materie prime che abbiamo nel nostro Paese. 
Se volete preparare un arrosto a regola d'arte, al link come cucinare il roast beef ti daremo tutti i suggerimenti utili per roast beef di maiale, di vitello o di carne bianca, al forno o in pentola: le ricette sono davvero tante e tutte eccezionali. 
Se volete trascorrere una giornata interamente all'inglese, potete partire dalla colazione, continuare con il Sunday Roast e terminare con dei dolci tipici.  
Nelle curiosità vi spiegheremo come fare per stupire i vostri amici con un menù insolito, tuttavia perfettamente aderente alle consuetudini anglosassoni: potreste provarlo se volete far sentire a casa un ospite della Gran Bretagna che abbia nostalgia delle sue abitudini, ma sarà gradito anche dai profani che scopriranno una cucina certamente diversa, ma fedele ai sapori della terra che non si distanziano poi così tanto dalla cucina mediterranea. 

Curiosità

La ricetta dello Yorkshire pudding risale almeno al XVIII secolo. All'epoca la carne era considerata un alimento di lusso, di conseguenza in tempi di precarietà economica, l'obiettivo era quello di non sprecare nulla e prendere il meglio da ciò che era disponibile. 
Così inizialmente questo piatto di chiamava 'dripping pudding', da 'drip' che significa sgocciolare, proprio perché i tortini venivano messi sotto lo spiedo, affinché i liquidi dell'arrosto in cottura ci finissero dentro direttamente.  

Il Sunday Roast, il pranzo della domenica inglese, in realtà non inizia mai prima delle 15, perché la colazione è sacra e viene fatta con salsicce, uova e bacon, come comanda la popolare English Breakfast. Tuttavianon è raro che in realtà il pranzo diventi una cena, perché la preparazione delle carni prevede una tecnica laboriosa e soprattutto una cottura molto lenta. 

A conclusione del lauto pasto non possono mancare i dolci, che per il Sunday Roast sono principalmente due: il trifle e il crumble. 
Il primo è un dolce al cucchiaio realizzato con strati di pan di Spagna imbevuti nel liquore (che può essere Sherry o qualunque altro vino liquoroso), crema pasticcera, panna e frutta. Questo dessert nasce come un modo per recuperare il pan di Spagna avanzato, mentre nel tempo la ricetta si è evoluta con l'aggiunta di elementi più sofisticati come la gelatina. 
Il secondo è un impasto "sbriciolato" composto da farina, zucchero e burro, il cui sostrato è costituito dalla frutta cotta che può essere scelta fra mele, pere, frutti di bosco e qualunque tipologia gradita. 
A questo punto il vostro pranzo all'inglese è completo e potrete condividerlo in un giorno di festa o quando vorrete voi. 

Scopri di più