GalbaninoPresenta

Torta salata con ragù

Ricetta creata da Galbani
Torta salata con ragù
Prova con
Galbanino l'originale
Galbanino l'originale
Galbanino. Il tuo genio in cucina!
Vota
Media0

Presentazione

La ricetta della torta salata con ragù è semplice da realizzare sia come antipasto sostanzioso per un aperitivo con degli amici, sia come piatto unico per una cena in famiglia.

Per preparare il vostro ragù scegliete della carne macinata di qualità, non importa se di manzo o maiale, e poi unitela con la passata di pomodoro, le carote, le cipolle, un pezzetto di sedano e olio extravergine d’oliva.

In genere le torte rustiche sono molto apprezzate e comode da preparare anche per eventuali gite fuori porta o per dei picnic all’aperto. Per non parlare del fatto che molte famiglie utilizzano proprio questo piatto per contenere gli sprechi, usando avanzi di cibo rimasto in frigo che altrimenti andrebbero buttati.

Ne esistono di tutte le varietà e, a seconda della stagione, potete trovare ingredienti diversi.
Per esempio quelle estive abbonderanno di zucchine, melanzane e pomodorini, mentre quelle invernali di carciofi, cavolfiori e spinaci.
E come non parlare degli asparagi primaverili con i quali preparare una cena rustica con la torta salata di asparagi con Gorgonzola D.O.P. Gime magari un’aggiunta di pancetta affumicata a cubetti o speck?

Per un’altra variante da prendere in considerazione per le feste natalizie, provate la torta di patate al ragù di cotechino, davvero molto buona.

Facile
6
30 minuti
Vota
Media0

Ingredienti

  • 400 g di ragù
  • 200 g di Galbanino l’Originale Galbani
  • pane in cassetta
  • 50 g di formaggio grattugiato
  • 1 rotolo di pasta sfoglia

Preparazione

Quest’insolita e profumata torta salata con ragù rallegrerà la vostra tavola con il suo colore rosso fuoco, andiamo a vedere come si prepara.

01

Stendete il rotolo di pasta sfoglia rotondo all’interno di una teglia ricoperta dalla carta da forno, che avrete già preparato.

02

Inserite sopra la sfoglia le fette di pane bianco in cassetta togliendo il bordino duro attorno.

03

Ora aggiungete le fettine tagliate sottili di Galbanino fino a ricoprire tutta la circonferenza. Versate piano il ragù di carne e spolverizzate col formaggio grattugiato.

04

Non vi resta che infornare la teglia nel forno preriscaldato a 180° per un tempo di circa una ventina di minuti.

05

Sfornatela per servirla calda ai vostri ospiti, sarà molto gradita.

Varianti

Il primo rustico salato che potete provare a realizzare, magari per il cenone di Capodanno, è la torta di patate al ragù di cotechino di Modena. Lessate e poi schiacciate le patate, alle quali aggiungerete le uova, del formaggio e pangrattato. All’interno del composto inserite il sugo di ragù con il cotechino precedentemente cotto in padella con un soffritto d’olio, carota e sedano, basilico e cipolla. Vi basterà infornare questa saporita torta salata di carne per avere un eccellente piatto di portata da esibire!

Si possono fare delle ottime torte salate con Galbanino, con la carne tritata di vitello come principale ingrediente base. Per esempio nella ricetta della torta salata con zucchine, carne macinata e pangrattato, provate ad aggiungerlo e darà un tocco delizioso e filante al vostro piatto.

Al posto del macinato è possibile inserire anche un’altra tipologia di carne. Provate a realizzare la torta salata porri e salsiccia, con della provola, una spruzzata di vino bianco e del rosmarino. Sarà davvero stuzzicante. In alternativa c’è anche la torta rustica con zucca, porro e patate, dal gusto più dolce, ma che potrete rendere piccante con l’aggiunta del pecorino piccante grattugiato sulla superficie prima di servirla a tavola.

Per finire che ne dite di una quiche con pomodorini e Ricotta Santa Lucia? L’ideale per uno sfizioso e saporito pranzo in compagnia!

Suggerimenti

Per creare un piatto unico che sia veramente farina del vostro sacco, sperimentate gli abbinamenti che vi sembrano più opportuni, sempre nel rispetto dei sapori. Dovrete solo stare attenti a non esagerare. Per esempio verdure come le zucchine stanno molto bene con le patate, la polenta con i funghi e così gli spinaci con la ricotta.

Il soffritto per il ragù è molto importante, deve essere composto da cipolla tritata finemente, un pezzetto di sedano, carote sminuzzate e dell’olio d’olio extravergine d’oliva.

Il soffritto è la base che serve ad insaporire la carne macinata rosolandola con un po’ di vino bianco, che farete evaporare, dentro un tegame antiaderente al quale poi verrà aggiunto del pomodoro per amalgamare il tutto.

La cottura sarà lunga circa un’ora e mezza e ricordate di mischiare il sugo affinché non si attacchi sul fondo.

Se avete scelto di preparare il ragù bolognese allora tenete presente che nel soffritto dovrete inserire anche la pancetta, e i tempi si allungheranno di molto, di circa tre ore in tutto. In questo tipo particolare di ragù, quello alla bolognese, è possibile inserire una variante che consiste nell’aggiungere della panna e si usa quando si sceglie di usare la pasta secca senza uovo.

 

Curiosità

La parola ragù o ragôut in francese deriva da ragoûtant che significa appetitoso.

Nonostante il nome francese, il ragù più famoso è quello italiano ed in particolare bolognese. Negli Stati Uniti d’America la gastronomia italiana è arrivata con gli emigranti che hanno fatto conoscere la nostra cucina agli abitanti del luogo che ora ne modificano alcune ricette. Ad esempio il ragù lo preparano per gli spaghetti, mentre da noi si usa di più la pasta all’uovo, tagliatelle, fettuccine o anche per condire le lasagne.

Ovviamente anche nel nostro Paese da regione a regione possono esserci delle differenze che vengono tramandate dalle ricette delle nonne, le quali si svegliavano presto la domenica mattina per preparare il sugo di ragù per tutta la famiglia riunita.

Nel ragù di Napoli possiamo trovare una piccola differenza rispetto a quello di Bologna. Nel primo viene messo nel sugo dello spezzatino di carne mentre nel secondo si usa del macinato di vitella o manzo.

Ad oggi però quello più utilizzato ha dentro, oltre al tritato di manzo o vitella, della salsiccia di maiale e viene usato anche per condire le lasagne in bianco, senza pomodoro.

Scopri di più