Santa LuciaPresenta

Teglia con mozzarella senza lattosio santa lucia yogurt salmone affumicato ed erba cipollina

Ricetta creata da Galbani
Teglia con Mozzarella Senza Lattosio Santa Lucia, yogurt, salmone affumicato ed erba cipollina
Vota
Media0

Presentazione

La pizza è uno degli alimenti più popolari nella storia italiana, e attualmente siamo perfettamente in grado di cucinarla come più si preferisce per quanto concerne i condimenti.

Un abbinamento piuttosto curioso è proprio quello contenente il pesce, in quanto si possono creare davvero dei piatti deliziosi da leccarsi i baffi.

La pizza in teglia si differenzia dalla pizza tonda, oltre che per la forma, anche per la cottura. Questa avviene in forno elettrico o a gas in una teglia di metallo: ferro blu o alluminio. Questo tipo di cottura si prolunga fino a 10/15 minuti per dar modo all’impasto di asciugarsi correttamente in forno e ottenere la giusta consistenza finale. Per una pizza perfetta occorre realizzare un buon impasto, utilizzate una farina semi integrale di grano tenero e idratate il composto al 70 %.

Questa tipologia di preparazione, con un basso dosaggio di lievito di birra, prevede una lunga maturazione in frigo; vi consigliamo di impastare il giorno prima e lasciare che la pasta maturi per 12 o fino a 18 ore. Il risultato è una pizza sfiziosa e ben digeribile. Le dosi sono sufficienti per una teglia rettangolare da 15x40 cm, qualora si voglia utilizzare una teglia classica 30x40 cm basterà raddoppiare le dosi dell’impasto. Per completare la ricetta consigliamo una farcitura prelibata, adatta anche a una cena a buffet, aggiungete Mozzarella Senza Lattosio Santa Lucia e abbinatela al gusto dello Yogurt Senza Lattosio Galbani e alla sapidità del salmone affumicato. Completate con erba cipollina, zest di limone o se preferite pepe rosa.

Facile
1
80 minuti
Tempo di riposo 22 ore circa
Vota
Media0

Ingredienti

  1. 180 g di farina semi integrale tipo 1
  2. 120 g di acqua
  3. 2 g di lievito di birra fresco
  4. 5 g di sale
  5. Farina tipo 00 (per spolverizzare)
  6. 75 g di salmone affumicato
  7. 80 g di Yogurt Senza Lattosio Galbani
  8. 1 Mozzarella per pizza Senza Lattosio 
  9. Erba cipollina q.b.
  10. Limone q.b.
  11. Olio extravergine di oliva q.b.

Preparazione

Dopo aver preso tutti gli ingredienti di cui avrete bisogno, separandoli in diversi recipienti in modo tale da garantirsi comfort durante la preparazione, si potrà iniziare il procedimento del piatto.

C'è da dire prima di tutto che è necessario preparare l'impasto della pizza il giorno prima, in quanto vi sono dei tempi piuttosto ampi di lievitazione, per cui questa pietanza non può essere improvvisata il giorno stesso. È un bene programmare la data in cui si desidera gustare una squisita fetta di pizza, in modo tale da avere tutto pronto rispettando le tempistiche richieste da tale preparazione.

Non vi resta che seguire la ricetta passo passo per creare una deliziosa pizza al salmone.

01

Impastate la farina semi integrale con tutta l’acqua, il lievito di birra fresco e il sale, ricordando di aggiungere questo ultimo ingrediente per ultimo, quando tutti gli altri ingredienti sono già amalgamati. Formate una sfera e lasciate riposare l’impasto per circa 15 minuti coperto con un canovaccio. Stendete l’impasto sul piano per ottenere una forma rettangolare e effettuate quella che i professionisti chiamano piega di rinforzo: portate verso il centro il lembo destro poi il lembo sinistro fino a sovrapporli. Ripiegata la parte superiore del panetto verso il centro arrotolatelo su sé stesso in modo da avere l'apertura nella parte inferiore. Ripetete l’operazione fino al raggiungimento di un punto pasta morbido e liscio. In seguito mettete l’impasto in un contenitore capiente tappato e riponete il tutto in frigorifero per almeno 12 ore o fino a 18 ore. Il giorno dopo, tre ore prima di infornare, rimettere in forma l’impasto conferendogli forma tonda o rettangolare a seconda della teglia utilizzata e lasciatelo riposare a temperatura ambiente in un contenitore unto e tappato.

Pizza con salmone affumicato
02

Dopo tre ore stendete l’impasto sul banco infarinato e trasportatelo all’interno della teglia leggermente unta.

Pizza con salmone affumicato
03

Condite con Mozzarella per pizza Senza Lattosio sfilacciata e fate cuocere in forno preriscaldato a 220 °C per circa 12/15 minuti.

04

Una volta fuori dal forno fate raffreddare qualche minuto.

05

Dopodiché aggiungete alcuni cucchiaini di Yogurt Senza Lattosio Galbani, completate con il salmone, una grattugiata di scorza di limone e l’erba cipollina sminuzzata.

06

Prima di servire la pizza completate con un filo d’olio extravergine di oliva."

Servire la pizza calda è senza alcun dubbio l'opzione migliore da scegliere, tuttavia, nel caso in cui avanzasse durante la cena, la si potrà sempre gustare il giorno dopo, fredda oppure riscaldata in forno in base alle proprie preferenze personali.

Il piatto è pronto: buon appetito!

Pizza con salmone affumicato

Varianti

Per un impasto sfizioso potete provare la nostra variante di impasto con yogurt per pizze ancora più morbide. Aggiungendo lo yogurt all'impasto otterrete un risultato soffice, ben areato e adatto a qualunque preparazione, sia dolce che salata, e a qualsiasi condimento.

Vi presentiamo questo impasto in due varianti; la prima è velocissima e si prepara senza troppe pretese. Il primo impasto, dunque, ha una preparazione che non prevede lievitazione: aggiungete in una ciotola 125 g di farina autolievitante (o 120 g di farina 00 e 5 g di lievito istantaneo) e 125 g (pari a un vasetto) di Yogurt Intero Galbani o di yogurt greco con un pizzico di sale. Lo yogurt permetterà la fermentazione grazie agli zuccheri del lattosio; con questo metodo potete realizzare anche deliziosi dolci come la torta allo yogurt senza lievito.

Nella seconda variante di impasto, invece, unite 125 g di farina alla stessa quantità di yogurt e a 4 g di lievito di birra (in panetto o disidratato) sciolto in tre cucchiai di latte tiepido. Impastate fino a raggiungere un punto di pasta omogeneo e lasciate lievitare per almeno 4 ore. In questo caso, invece, lo yogurt accelererà la lievitazione avviata dal lievito di birra. In entrambi i casi la cottura in forno degli impasti sarà a 200° per quindici minuti su una teglia rivestita di carta forno, fino a doratura.

Per una versione da presentare anche ai vostri bambini* preparate delle pizzette allo yogurt: una semplice variante da impastare rigorosamente con le mani! Il risultato lascia a bocca aperta sia i piccoli a merenda che gli adulti in cene a buffet e aperitivi. Per un dopocena perfetto accompagnate le vostre pizzette ad un sorbetto, come questo sorbetto alla mela verde.

Così come abbiamo detto, la pizza è il simbolo della nostra patria ed è proprio questo il motivo per cui la apprezzano tutti, sia italiani che stranieri in visita sul nostro territorio.

La pizza è deliziosa se Margherita, ma è davvero squisita anche in ogni altro gusto immaginabile, in base alle proprie preferenze sui condimenti.

Difatti, nel caso in cui amaste questo piatto e voleste provarlo in tutte le salse, non potete non assaggiare la pizza quattro stagioni con Galbanino e quella alla carbonara.

Insomma, ora che sapete davvero ogni informazione sulla pizza, non potete fare altro che mangiarla e gustarla, assaporando morso dopo morso la nostra cultura.

*sopra i 3 anni

Suggerimenti

Potete aggiungere qualche cucchiaio di yogurt anche ai vostri lievitati dolci, come nel caso dei soffici bomboloni alla crema o dei bomboloni al forno, per una versione meno unta di queste sfiziose paste. Lo yogurt, oltre ad accelerare la lievitazione, renderà i vostri dolci morbidi, pronti per essere serviti per un risveglio goloso o una pausa soffice. Per ogni 500 g di impasto saranno necessari tre cucchiai di yogurt.

Per una buona lievitazione è necessario aggiungere dello yogurt intero, magro o greco, perché garantisca il giusto apporto di zuccheri (presenti nel lattosio) al processo di fermentazione. Nel caso in cui preferiate la versione senza lattosio aggiungete qualche cucchiaino di zucchero (circa due per ogni cucchiaio di yogurt). Adesso, conosciuti tutti i segreti per un ottimo impasto, sbizzarritevi con i condimenti più svariati!

Curiosità

Lo yogurt fa parte della categoria dei fermentati. Presenta dei batteri (il più comune è il Lactobacillus bulgaricus) che scindono il lattosio, ovvero lo zucchero complesso presente naturalmente nel latte, in molecole di zuccheri semplici: il glucosio e il galattosio. Lo stesso processo è utilizzato per la produzione di kefir e kombucha, due bevande fermentate arricchite di probiotici, spesso usati per il rafforzamento del sistema immunitario.

In cucina questo tipo di bevande sono invece utilissime come acceleratori della fermentazione. Durante il processo di fermentazione, infatti, i batteri del lievito si nutrono degli zuccheri presenti nella farina per produrre l'anidride carbonica necessaria a far crescere l'impasto e a renderlo morbido. Aggiungendo altri tipi di zucchero come il miele o lo yogurt, come nel caso della ricetta della pizza allo yogurt, il processo viene accelerato, garantendovi un risultato ottimale ma dimezzando i tempi.