Santa LuciaPresenta

Risotto al pomodoro

Ricetta creata da Galbani
Risotto al pomodoro
Prova con
Mozzarella Santa Lucia
Mozzarella Santa Lucia
Santa Lucia. Lo spirito creativo di Galbani.
Vota
Media0

Presentazione

Il pomodoro è un ingrediente che si presta alla preparazione di innumerevoli ricette. In questa pagina ve lo presentiamo come componente di un primo piatto classico e saporito: il risotto al pomodoro.

Una ricetta che darà vita a una pietanza gustosa, in cui il sapore dei pomodori si sposa alla perfezione con quello del Burro Santa Lucia, con la Mozzarella Santa Lucia e con la freschezza e l'aroma del basilico tritato.
 

Questa pietanza è perfetta per essere portata in tavola nelle fredde giornate invernali o autunnali, come un caldo abbraccio che farà ricordare a voi e ai vostri ospiti l’infanzia e i tempi in cui magari la nonna o la mamma preparavano questo risotto.

Il risotto pomodoro e mozzarella filante vi farà fare un figurone e sarà un successo garantito, tanto che i vostri ospiti non potranno non chiedervi il bis. Basteranno pochi ingredienti semplicissimi da reperire e potrete portare in tavola un primo piatto intramontabile.

Il procedimento facile e veloce ben si adatta anche a chi non vuole perdere ore in cucina e non si sente uno chef, ma vuole comunque stupire i suoi invitati.

Una ricetta che darà vita a una pietanza gustosa, in cui il sapore dei pomodori si sposa alla perfezione con quello del Burro Santa Lucia, con la Mozzarella Santa Lucia e con la freschezza e l'aroma del basilico tritato. Un mix innanzitutto di colori dati dal rosso del sugo, dal bianco della mozzarella e dal verde del basilico, ma soprattutto una fusione di sapori che incanterà i più grandi e che sorprenderà i più piccoli*, una forchettata dopo l’altra.

È il momento di iniziare: seguite i nostri semplici passaggi e divertitevi nella preparazione del vostro risotto pomodoro e mozzarella. Buon appetito!

 

*sopra i 3 anni

Facile
4
35 minuti
Vota
Media0

Ingredienti

  1. 350 g di riso
  2. 900 ml di brodo vegetale
  3. 20 g di Burro Santa Lucia Galbani
  4. 40 g di grana grattugiato
  5. 400 ml di pomodori pelati
  6. 1 spicchi d'aglio
  7. 1 cipolla
  8. 1 cucchiaio e ½ di passata di pomodoro
  9. qualche foglia di basilico
  10. 3 cucchiai di olio extravergine d'oliva
  11. sale q.b.
  12. 100 g di mozzarella Santa Lucia Galbani
  13. una puntina di zucchero

Preparazione

Venite a scoprire tutto il gusto e la semplicità del nostro risotto pomodoro e mozzarella, una vera bontà della gastronomia italiana.

01

Per preparare il risotto al pomodoro dovete prima di tutto mondare e tritare finemente aglio e cipolla. Poi soffriggeteli a fuoco basso per 10 minuti nell'olio extravergine d'oliva. Trascorso il tempo indicato aggiungete il riso. Dopodiché, fatelo tostare nell'olio profumato per alcuni minuti senza farlo bruciare.

02

Quindi, sfumatelo con un mestolo di brodo vegetale. A questo punto fate evaporare completamente il brodo. Quando il brodo sarà evaporato, aggiungete i pomodorini pelati, la passata di pomodoro e una puntina di zucchero per smorzare l'acidità. Mescolate bene il tutto. Quindi, fino alla fine della cottura continuate a incorporare un mestolo di brodo ogni volta che il risotto si sarà asciugato.

03

A cottura raggiunta, aggiungete al vostro risotto al pomodoro anche il basilico tritato. Rimestate il tutto e togliete la casseruola dal fuoco. A questo punto, mantecate la pietanza con il Burro Santa Lucia e con il grana grattugiato continuando a girare. Dopodiché, aggiungete la Mozzarella Santa Lucia ridotta a fettine. Ad operazione conclusa servite il risotto ben caldo.

Varianti

Il risotto al pomodoro è un primo piatto perfetto da portare in tavola durante un pranzo di famiglia. Un cibo semplice, dal gusto genuino e saporito che soddisferà grandi e piccini*.

Se volete aggiungere altri sapori alla vostra ricetta, prima di aggiungere il riso provate a rosolare in pentola dei cubetti di pancetta o di speck, oppure del tonno in scatola o dei bocconcini di salmone: si tratta di idee davvero sfiziose per rendere il vostro piatto rosso adatto a un menù di terra o di mare. Se invece desiderate una versione vegetariana, arricchite il condimento delle melanzane a dadini.

E se volete rendere questa ricetta un piatto unico, stuzzicante e goloso, potrete aggiungere delle sfiziose polpette di carne, il cui gusto si abbina perfettamente a quello del formaggio e della salsa di pomodoro e conquistare così anche i palati più difficili.

Anche le spezie e le erbe aromatiche possono avere un ruolo speciale nella personalizzazione di questa ricetta: origano, prezzemolo, basilico, ma anche capperi, noce moscata o peperoncino vanno benissimo per questo piatto.

Oltre al risotto preparato con i pomodori pelati, potete preparare anche un bel risotto con pomodorini, un primo ottimo da gustare anche freddo durante la stagione estiva: tutto quello che dovrete fare sarà tostare con del vino bianco il riso insaporito con lo scalogno tritato, portarlo a cottura con dei mestoli di brodo e infine mantecarlo con dei pezzi di burrata o di mozzarella di bufala; una volta pronto, amalgamatelo con i pomodorini freschi tagliati in 4 parti e conditi con olio, sale e basilico e infine servite. Per velocizzare i tempi, potreste anche cucinare il riso al vapore.

Se avete apprezzato questa versione, sperimentate lo stesso condimento abbinato a una porzione di spaghetti con un po' di pesto e della scorza di limone grattugiata.

*sopra i 3 anni

Suggerimenti

Ecco qualche consiglio per una preparazione perfetta del vostro piatto semplice di riso col pomodoro: per questa ricetta vi consigliamo di utilizzare il riso Carnaroli che ben supporta la cottura senza sfaldarsi. Servitevi di una padella dai bordi alti o di una pentola, in modo tale da avere spazio sufficiente per cucinare sia il riso che il sugo.

Una volta versato il riso, potrete sfumarlo inizialmente con un bicchiere di vino bianco (meglio impiegare del vino bianco secco) e poi potrete aggiungere, man mano, il brodo. A fine cottura, se gradite il gusto piccante, potrete insaporire il risotto con del pepe nero e mantecarlo con del parmigiano grattugiato e un filo di olio extravergine d’oliva.

Se volete realizzare il riso al pomodoro senza brodo, procedete in questo modo: fate soffriggere in una pentola capiente un trito di cipolle e uno spicchio d'aglio con qualche cucchiaio di olio extravergine d'oliva, dopodiché aggiungete la passata di pomodoro e insaporite con un pizzico di sale e pepe; lasciate cuocere a fiamma dolce per 40 minuti circa, quindi versate in pentola il riso e portatelo a cottura; infine, togliete dal fuoco e procedete a mantecare col formaggio grattugiato per rendere il composto morbido e cremoso.

Volendo, potreste ottenere una consistenza ancora più sfiziosa trasferendo il tutto in una teglia da ripassare in forno: livellate bene la superficie con il dorso del cucchiaio, coprite con le fette di mozzarella e infornate a 200° per un quarto d'ora. La stessa preparazione al forno è ottima anche con delle porzioni di gnocchi di patate al posto del riso.
 

Curiosità

Il riso è uno degli alimenti principali nella cucina asiatica ed è il prodotto più mangiato da quasi metà della popolazione mondiale.


In Italia, secondo le fonti, il riso potrebbe essere arrivato intorno all’anno Mille, grazie agli arabi. La prima risaia italiana risale al 1500 circa, in Lombardia, nelle zone paludose della Pianura Padana, perfette per la coltivazione di questo cereale. Da lì poi si spostò anche in Emilia e poi in Toscana.

Di riso ne esistono moltissime tipologie. L’Arborio, il Carnaroli e il Vialone nano, per esempio, sono perfetti per la preparazione di risotti, il Ribe invece per le sue caratteristiche è indicato per le insalate di riso e per essere utilizzato come ripieno per le verdure al forno. Il riso Venere, o riso nero, per la consistenza dei suoi chicchi è ottimo lessato e accompagnato dal pesce e dalle verdure e così anche il riso rosso, che necessita di tempi più lunghi di cottura.


I pomodori, crudi e poco maturi sono ottimi in insalate, cotti e farciti di riso sono serviti come antipasto, primo piatto o come accompagnamento. Questo ortaggio è anche apprezzato se spremuto in succhi e in cocktail, cotto in zuppe, condimenti, intingoli, salse e conserve. Giunto in Europa nel XVI secolo, quest'ortaggio si è diffuso solo nel secolo XIX. Oggi, questo prodotto della terra viene coltivato in tutto il mondo.

L’abbinamento pomodoro e mozzarella è uno dei simboli dell’Italia, nel colore e nel sapore. L’accoppiata infatti è alla base della pizza margherita e può essere riproposta anche per un piatto di gnocchi. Basterà cuocere gli gnocchi, ricoprirli di salsa al pomodoro e cubetti di mozzarella e metterli a gratinare in forno per qualche minuto, affinché il formaggio si sciolga e si formi una deliziosa crosticina croccante. Potrete a questo punto servire il vostro piatto decorando con alcune foglie di basilico, per un tocco colorato e profumato.