Prosciutto cottoPresenta

Riso alla cantonese

Ricetta creata da Galbani
Riso alla cantonese
Vota
Media0

Presentazione

Il riso alla cantonese, conosciuto anche come riso Yuangzhou, è un delizioso piatto della cucina orientale nato per reimpiegare gli avanzi.
Vi stiamo parlando di una preparazione culinaria della gastronomia cinese, una sfiziosa alternativa del tipico riso in bianco italiano, una pietanza originaria della zona di Canton: il riso alla cantonese.

La ricetta in questione è molto famosa, oltre che veloce e semplice da realizzare, forse tra le più conosciute e amate dell'Oriente.

Il riso alla cantonese è una pietanza che viene servita come accompagnamento di altre vivande, costituita da riso bollito, successivamente saltato e insaporito con cipolla, uova e prosciutto, e alcune volte con piselli.

Il suo ruolo di accompagnamento è molto simile a quello che in Europa ha il pane: il riso alla cantonese è un saporito contorno delle portate principali e da questo deriva la sua alta variabilità in ingredienti, colori e sapori a seconda delle esigenze e dei gusti. Può quindi accompagnare il pollo alle mandorle, i ravioli al vapore, gli spaghetti di soia o ancora i famosissimi involtini primavera: un tripudio di profumi che vi porteranno a fare un viaggio direttamente nell'Estremo Oriente. Spazio, però, alla fantasia: il riso alla cantonese può essere anche uno dei primi piatti ideali da preparare quando si vuole gustare qualcosa dal gusto esotico e saporito.

Una preparazione colorata e molto saporita, proposta in molte varianti per cui anche noi vogliamo offrire la nostra personale versione.

La ricetta che vi consigliamo qui di seguito vede tra i vari ingredienti la presenza del Prosciutto Cotto Fetta Golosa.
La sua nota delicatamente speziata è in grado di regalare al riso un tocco di sapore in più.
Il risultato? Un primo piatto appetitoso, apprezzato anche dai bambini*, che delizierà il palato dei vostri ospiti!

* sopra i 3 anni

Media
4
40 minuti
Vota
Media0

Ingredienti

  1. 250 g di riso basmati
  2. 250 g di piselli
  3. 125 g di Prosciutto Cotto Galbacotto Fetta Golosa Galbani tagliato a dadini
  4. 3 uova
  5. 6 cucchiai di olio di semi di soia
  6. 1 cipolla
  7. 1 cucchiaio di salsa di soia
  8. sale q.b.

Preparazione

Il riso alla cantonese è una preparazione facile e veloce, adatta sia come primo piatto completo che come sfizioso contorno di altre ricette. Pronti? Wok in mano e spazio alla fantasia per questa ricetta tipica del riso alla cantonese!

01

Per realizzare il riso alla cantonese dovete prima di tutto lavare il riso. Una volta lavato, scolatelo bene. Quindi mettetelo a cuocere per 10 minuti circa in abbondante acqua salata. Nel frattempo, dedicatevi a cuocere al vapore i piselli, che a cottura ultimata dovranno risultare al dente e di colore verde brillante.

02

A questo punto tritate la cipolla nel mixer. Dunque procedete a sbattere le uova con un pizzico di sale. Ad operazione conclusa aggiungete alle uova sbattute metà cipolla tritata.

03

Dopodiché, procedete a strapazzare le uova in un wok con due cucchiai di olio di semi di soia. A cottura raggiunta, trasferite le uova in un piatto. Dunque procedete a spezzettarle con una forchetta.

04

A questo punto, mettete due cucchiai d'olio di soia in una pentola insieme al Prosciutto Cotto Fetta Golosa tagliato a dadini, ai piselli e a un pizzico di sale. Lasciate insaporire gli ingredienti per 3 minuti circa.

05

Trascorsi i 10 minuti di cottura scolate il riso e mettetelo da parte. Quindi mettete ad appassire l'altra metà della cipolla con due cucchiai d'olio. Una volta che la cipolla sarà ben appassita unitevi il riso e la salsa di soia. Fate insaporire il tutto per 4-5 minuti.

06

Dopodiché aggiungeteci anche le uova e i piselli. A questo punto fate saltare il vostro riso alla cantonese per 2 minuti circa. Quindi servitelo ben caldo.

Varianti

La ricetta del riso alla cantonese si presta a numerosissime varianti. L'olio di semi di soia, per esempio, può essere facilmente sostituito con un olio di semi di arachidi o di girasole, a seconda dei vostri gusti o della reperibilità degli ingredienti.

Il prosciutto cotto, inoltre, può essere sostituito dal tofu o dal tempeh per una variante adatta a chi preferisce una dieta senza carne. Per chi ama il pesce, invece, spazio alla fantasia: dei saporiti gamberetti sono perfetti per un riso alla cantonese in versione... mare!

Un consiglio per una versione ancora più sfiziosa del riso alla cantonese è quello di prevedere l'uso del riso ribe in sostituzione al basmati: dal chicco fino e tondeggiante, la sua caratteristica peculiare è che resta sgranato anche dopo la cottura.

Per una versione altrettanto colorata ma dal gusto più leggero, invece, il riso alla cantonese con carote e zucchine è la scelta perfetta.

Per rendere più saporita la ricetta del riso alla cantonese, spazio alla fantasia anche con le spezie di qualsiasi colore e gusto! Il curry, per esempio, darà un tocco di giallo al vostro piatto e un gusto piccante e aromatico.

Anche la curcuma è adatta a questa ricetta orientale: il suo sapore amarognolo e aromatico, con una nota di zenzero, aggiunge quel tocco in più che renderà il vostro riso alla cantonese indimenticabile. Un altro ingrediente che renderà unico il vostro riso alla cantonese è lo zenzero, una radice il cui sapore è rinfrescante e piccante. Basterà aggiungerlo, in polvere, a fine cottura con un pizzico di pepe e il gioco è fatto: un piatto gustoso, facile, veloce e pungente al punto giusto! Oppure provate la paprika dolce: il suo colore rosso e il suo sapore dolce e avvolgente daranno al vostro piatto una ventata di oriente davvero sensazionale.

Per un tocco di croccantezza, aggiungete al vostro riso alla cantonese una manciata di mandorle tritate o a scaglie: l'effetto sorpresa è assicurato.

 

Suggerimenti

La padella ideale, e quella che viene di più utilizzata nei paesi orientali, per realizzare la ricetta del riso alla cantonese è il wok, un tegame il cui peso consistente e la sua forma particolare permettono di mantenere a lungo il calore e di cuocere uniformemente i cibi al suo interno.

Nella cucina cinese, il wok è usato per tantissime ricette: se non l'avete, però, non disperate! Lo si può facilmente sostituire con una buona padella antiaderente, che permetta agli ingredienti di amalgamarsi bene senza attaccarsi sul fondo.

Per un riso alla cantonese, come la ricetta tipica vuole, scegliete un riso basmati di qualità, dal chicco allungato. Scolatelo molto al dente e saltatelo con gli altri ingredienti solo quando è molto freddo: in questo modo si amalgamerà perfettamente con il resto del piatto, senza però rimanere incollato.

Il riso, poi, deve assorbire l'acqua, non deve bollire nell'acqua. Attenzione, quindi, a non esagerare nella quantità di liquido quando lo mettete a cuocere!

Il riso alla cantonese è un piatto ottimo sia caldo che freddo. Se desiderate gustarlo freddo, vi consigliamo di prepararlo il giorno prima: in questo modo, il tempo di riposo vi garantirà un piatto dai gusti decisi e inconfondibili.

Non solo: anche per la versione calda, se cuocete il riso il giorno prima e il giorno successivo procedete a friggerlo nella padella con gli altri ingredienti, la resa è assicurata!

Non dimenticatevi di sciacquare per bene il riso prima di metterlo a cuocere: questo eliminerà, parzialmente, l'amido e contribuirà a ottenere chicchi ben staccati tra loro e una cottura omogenea per ogni chicco.

Curiosità

Nonostante questa ricetta porti nel suo nome l'aggettivo "cantonese" e quindi possa far pensare che arrivi dalla città di Canton, il riso alla cantonese in realtà proviene dalla città di Yangzhou: questa ricetta, infatti, è conosciuta anche come "riso fritto di Yangzhou". Probabilmente la denominazione "cantonese" è dovuta al fatto che la cucina cantonese è quella più rinomata tra le cucine regionali cinesi, per scelta degli ingredienti e ricchezza nelle ricette.

Quando vi recate al ristorante per assaporare la cucina cinese avrete sicuramente notato che le uova strapazzate presenti in questo e in altri piatti sono molto sottili. Questo perché la frittata presente nel riso alla cantonese si prepara stendendo le uova sbattute nel wok per creare un velo sottile roteando il tegame, cosa che non si riuscirebbe ad ottenere con una semplice padella. Questa pentola ha la particolarità di scaldarsi in modo uniforme e mantenere una temperatura molto alta senza esagerare con la fiamma. Pertanto appena le uova toccano le pareti di questa pentola, di forma leggermente conica, si rapprendono all’istante.

Messa la frittata in un piatto, nello stesso wok si possono saltare le verdure e i cubetti di prosciutto cotto e tostare i semi di sesamo. Se avete paura di sbagliare la cottura del riso, per preparare un buon risotto alla cantonese, potete provare a usare al suo posto gli spaghetti di soia, altro ingrediente particolare tipico della cucina orientale che vi darà grandi soddisfazioni.

La ricetta cinese del riso alla cantonese, tuttavia, prevede la presenza di pezzetti di pollo al posto del prosciutto. Si discosta abbastanza, quindi, da quella più conosciuta in Occidente: questo si deve alle abitudini culinarie orientali. Difficilmente, infatti, nella cucina asiatica si sceglierebbe mai di usare sapori forti come il prosciutto, le cipolle o l'aglio, aromi a cui in Europa, invece, siamo molto più abituati.

La cucina cinese si articola in otto branche, una delle quali, sicuramente la più pregiata e rinomata, è quella di Canton, nome che deriva dall'interpretazione francese del nome portoghese della colonia del Guandong. Provincia, questa, famosa per la presenza di uno dei porti più importanti della Cina del sud fin dal XVIII secolo.

Questa provincia, nota per la coltivazione del riso e per la varietà dei prodotti che vi si possono trovare grazie alla sua posizione geografica, si affaccia sul Mar Cinese meridionale ed è da lì che queste espressioni della cultura gastronomica locale hanno preso il volo, arrivando ad essere conosciute e preparate in tutto il mondo nelle più diverse varianti. Infatti gli chef cantonesi sono molto richiesti nei ristoranti sia orientali che occidentali per la loro maestria nelle preparazioni che per la raffinatezza degli impiattamenti.

Cademartori