certosaPresenta

Piadina di riso senza glutine

Ricetta creata da Galbani
Prova con
Certosa 165g
Certosa 165g
Certosa. La crescenza dal gusto fresco e genuino.
Vota
Media0

Presentazione

Oggi vi proponiamo di realizzare una piadina un po' diversa dal solito: la piadina con la farina di riso. Questa piadina è perfetta per chi preferisce una piadina senza glutine. Il composto è molto facile da preparare, servono pochi ingredienti: farina di riso, acqua e un pizzico di sale. Oltre a questo impasto semplicissimo, vi proponiamo anche un ripieno davvero delizioso, dal gusto bilanciato: pollo, zucchine grigliate, il tutto avvolto dalla morbidezza della Crescenza Galbani.

Questa ricetta è perfetta per chi ha poco tempo. Inoltre, la piadina di riso è ottima anche come sostituto del pane, sia calda che a temperatura ambiente, per aggiungere gusto a un pranzo sia a casa che al sacco, magari durante una gita fuori porta. La piadina con la farina di riso ha un gusto così versatile che può ospitare diversi ripieni, a seconda dei vostri gusti! Questa ricetta inoltre può essere anche reinterpretata con diverse farine: farina di lenticchie, di ceci e chi più ne ha più ne metta!

La piadina è senz'altro un piatto davvero molto amato, tipica della regione Emilia-Romagna e simbolo della cucina italiana in tutto il mondo. Si tratta di uno street food perfetto per consumare un pasto completo e delizioso, anche quando si è di corsa. Nasce come piatto povero, con pochi ingredienti ma oggi ospita ripieni diversi, tutti da provare, dalle preparazioni dolci a quelle salate! Infatti, per questa versatilità la piadina può essere utilizzata sia come pranzo, come cena, ma anche come merenda. Inoltre, se fatta a pezzettini, la piadina può andare anche ad arricchire un buffet o un aperitivo. Se avete poco tempo ovviamente potete utilizzare anche una piadina già pronta, ma oggi vi proponiamo di realizzare l'impasto in casa, per cui non serve essere degli esperti e bastano davvero pochi minuti!

Facile
3
40 minuti
Vota
Media0

Ingredienti

Per l'impasto:

  • 350 g di farina di riso
  • 350 ml di acqua
  • 40 g di olio extravergine d'oliva
  • sale q.b.

Per il ripieno:

  • 4 zucchine
  • pollo grigliato
  • 1 confezione di Certosa Galbani

Preparazione

Ecco come preparare, in pochi e semplici passaggi, una deliziosa piadina di riso:

01

Prima di tutto mettete a bollire l’acqua in un pentolino, quando è ben calda inserite la farina di riso, il sale e l'olio d'oliva, mischiando il composto a fuoco basso.

02

Quando l'agglomerato sarà ben amalgamato spegnete il fuoco e lasciate raffreddare. Nel frattempo, grigliate il pollo a straccetti e le zucchine private della buccia.

03

Ora scaldate una padella antiaderente e iniziate a cuocere le piadine. Con un mestolo distribuite il composto e formate una piadina circolare.

04

Cuocete le vostre piadine per 2/3 minuti circa per ogni lato.

05

Ora che le vostre piadine sono pronte potete aggiungete il ripieno. Stendete un velo di Crescenza, aggiungete gli straccetti di pollo precedentemente passati in padella e le zucchine grigliate.

Varianti

Vi abbiamo proposto oggi una variante di piadina realizzata con la farina di riso. Buonissima e perfetta per ospitare diversi ripieni, con il suo gusto delicato. Questa ricetta così semplice è perfetta per giocare con i diversi ingredienti: ad esempio potete utilizzare la farina che più vi piace o che avete in casa.

Amate i gusti rustici? Provate le piadine con la farina integrale oppure con la farina di farro. Queste alternative sono perfette per ospitare dei ripieni gustosi con formaggio e verdure, delicati e davvero apprezzati da tutti. Lavorando l'impasto in casa potete anche decidere lo spessore e l'ampiezza delle vostre piadine. Ad esempio, a Rimini la piadina è molto ampia e sottile, davvero perfetta per un pranzo in riva al mare! In altre zone invece si possono trovare delle piadine molto diverse. Ad esempio, a Forlì o a Cesena la piadina è più spessa. Scegliete in base ai vostri gusti! Della piadina esistono tantissime varianti locali da cui prendere spunto, proprio perché la piadina è una ricetta così amata.

Per quanto riguarda i condimenti anche qui vince la semplicità, uno degli abbinamenti più amati e senz'altro da provare è la variante con il prosciutto crudo, lo squaquerone e la rucola. Una combinazione intramontabile che piace proprio a tutti. Ovviamente potete cambiare alcuni ingredienti in base alle vostre preferenze: premuratevi però di scegliere sempre dei formaggi morbidi, che con il calore della piadina si scioglieranno legando insieme gli altri ingredienti che deciderete di inserire. Provate con il brie, la scamorza, dolce o affumicata, lo stracchino, il gorgonzola o la ricotta, tutti adatti e buonissimi per creare nuovi abbinamenti molto saporiti, perfetti con le verdure di stagione.

E se cercate un buon aperitivo, provate la piadina con stracchino e paté d'oliva!

Suggerimenti

Preparare una piadina fatta in casa è davvero molto semplice. Detto questo ci sono alcuni accorgimenti e alcuni consigli per ottenere una piadina perfetta da condividere con i propri amici e familiari.

Una delle cose a cui dovrete prestare maggiormente attenzione sono i tempi e i metodi cottura, in modo da evitare che la piadina diventi troppo secca o troppo cotta. Infatti, il tempo di cottura è davvero breve, non bisogna andare oltre, altrimenti la piadina risulterà troppo secca. Ovviamente lo strumento perfetto per preparare le vostre piadine sarebbe il testo, ma anche se non lo avete a disposizione potete utilizzare una normale padella antiaderente. Una cosa molto importante da tenere a mente è che prima di cuocere la piadina, la superficie della padella deve essere molto calda.

Se notate che durante la cottura delle parti della piadina tendono a gonfiarsi non c'è problema: bucate la superficie della bolla con la forchetta, altrimenti la piadina potrebbe aumentare troppo di volume. Ripetete questa operazione sia su un lato che sull'altro. Per non correre il rischio di bruciare le vostre piadine state molto attenti alla temperatura. Cuocete tutto a fuoco medio, infatti se il fuoco sarà troppo basso la piadina ci metterà troppo a cuocere con il rischio di diventare troppo secca. Al contrario un fuoco troppo vivace potrebbe bruciare la superficie della piadina.

Per quanto riguarda il condimento ricordate sempre di partire dal formaggio, così da renderlo bello filante e cremoso attraverso il calore della piadina appena pronta.

Curiosità

Le piadine oggi vengono sfruttate in moltissime occasioni. C'è chi le porta in ufficio per un pranzo al sacco, c'è chi le ama dolci per merenda e chi le mangerebbe pure a colazione.

Lapiadina romagnola, infatti, è nota in tutto il mondo, e viene chiamata anche più semplicemente "piada". Si tratta di una ricetta povera e semplice, che riesce a conquistare il palato di tutti. In origine questa ricetta era il cibo popolare per antonomasia, proprio in virtù dei suoi ingredienti semplici. Oggi però, quando si pensa alla piadina romagnola, si pensa subito alla riviera, al mare e ai tipici chioschi che vendono questa deliziosa prelibatezza. Infatti, il chiosco sul mare è proprio il luogo di distribuzione per eccellenza della piadina. Una cosa che non tutti sanno è che il colore dei chioschi ha una sua storia. L'usanza vuole che i chioschi più antichi si presentino sempre con bande verticali e che abbiano dei colori standard a seconda della località in cui si trovano: a Cesena, ad esempio, sono bianchi e rossi, mentre a Ravenna sono bianchi e verdi.

La tradizione culinaria romagnola è piena di capolavori della cucina, ma non è raro che spesso si faccia confusione tra la piadina e quello che si chiama "crescione". Infatti, pur avendo un aspetto a primo sguardo simile, si tratta di due ricette molto diverse. Il crescione, infatti, è una piadina che viene farcita prima della cottura, e non dopo. Ma perché si chiama "crescione"? Pare che questo nome derivi da una omonima pianta aromatica, che veniva in passato utilizzata moltissimo in cucina.

La cucina romagnola, in effetti, è nata proprio con l'utilizzo di diverse erbe aromatiche, che hanno donato alle sue ricette un profumo inconfondibile. Alcuni esempi? Foglie di barbabietola o bietole, alloro, rosmarino, salvia e chi più ne ha più ne metta! Inoltre, per rendere ancor più saporito il crescione spesso viene aggiunto aglio, scalogno o cipolla. Una ricetta meno conosciuta della piadina ma sicuramente gustosa e tutta da provare!