Ricetta per l’impasto della piadina romagnola senza strutto

Ricetta per l’impasto della piadina romagnola senza strutto

Quando si decide di realizzare una piadina è possibile selezionare diverse tipologie di impasto, in base al tipo di risultato che si desidera ottenere.

Se nella variante più conosciuta è prevista una discreta quantità di strutto, per coloro che non vogliono appesantire troppo lo stomaco è presente la soluzione priva di questo elemento, sostituito dall'olio di semi di girasole.

Galbani ha deciso di dedicare una sezione appositamente a questa ricetta, così che possiate portare in tavola per voi stessi o per i vostri cari una soluzione ideale in tutte le stagioni. In questo modo avrete la possibilità di utilizzare una base dal sapore eccezionale, friabile e perfetta con tutte le farciture, ma allo stesso tempo meno pesante rispetto a quella più nota.

Non si tratta affatto di un'operazione complessa ma semplicemente di alcune piccole accortezze che consentono di ottenere un risultato ottimale. Il segreto consiste infatti nella combinazione degli ingredienti ma anche nella cottura, così che l'esterno risulti dorato e l'interno morbido e delicato.

Una volta cotto in padella il composto e lasciato raffreddare, potrete stabilire qual è la farcitura migliore a seconda delle vostre esigenze, di quelle dei commensali seduti al vostro tavolo e degli ingredienti che al momento avete in frigorifero.

Gli amanti delle verdure di stagione potranno scegliere un ripieno a base di zucchine, peperoni, melanzane, carote, pomodori secchi, pomodori verdi o insalata, unendo poi la vasta gamma di formaggi delle linee Galbani. Si parte da un Bel Paese delicato e si arriva a un Galbanino dolce e filante, passando per la Mozzarella e la Ricotta Santa Lucia.

Non può mancare poi una farcitura a base di salumi misti, come il Galbacotto Galbani tagliato molto sottile, la Galbanella, il salame e la pancetta affumicata, precedentemente rosolata in padella per donare un tocco di croccantezza ulteriore a tutto il piatto. Essendo la base meno pesante avrete la possibilità di creare un interno più sostanzioso, realizzando abbinamenti più o meno arditi come ad esempio quello tra lo speck e il Gorgonzola D.O.P. Dolcelatte Galbani.

Siete curiosi di scoprire come procedere? Leggete la ricetta e mettetevi al lavoro!

Ingredienti per 10 piadine

- 500 g di farina
- 30 g di olio di girasole
- 30 g di olio extra vergine di oliva
- 10 g di sale
- 0,250 lt di acqua
- 5 g di lievito

Preparazione dell'impasto fase 1

Disporre la farina a fontana. Aggiungere il sale, il lievito, l'olio di girasole, l'olio extra vergine di oliva e l'acqua.
Lavorare bene l'impasto sino a ottenere una consistenza elastica.

Preparazione dell'impasto fase 2

Formare una palla con l'impasto. Lasciare riposare 30 minuti in una ciotola in frigorifero coperta da una pellicola alimentare. Togliere l'impasto dal frigorifero e portare a temperatura ambiente.
Dividere l'impasto e creare delle palline da 80 g circa. Lasciar lievitare per altri 20 minuti e stendere la pasta con un mattarello fino a uno spessore di circa 3-4 mm.

Cottura

Scaldare una piastra in ferro o più semplicemente una padella antiaderente. Inumidire un panno di carta con olio e strofinare il fondo della padella in modo da ungerlo leggermente. Appoggiarvi quindi il disco di pasta e cuocere a fiamma medio alta per 1 minuto circa per lato. Farcire e servire calda.