certosaPresenta

Mousse di salmone

Ricetta creata da Galbani
Mousse di salmone
Prova con
Certosa 165g
Certosa 165g
Certosa. La crescenza dal gusto fresco e genuino.
Vota
Media0

Presentazione

Se siete alla ricerca di un antipasto di mare veloce e sfizioso, la mousse di salmone è la ricetta che può accontentarvi. Rispetto agli antipasti di carne, il pesce risulta una portata più raffinata, perfetta da servire come antipasto per le occasioni speciali, come una cena di compleanno o anniversario. Questa ricetta è ideale anche per realizzare dei crostini monoporzione da servire su un vassoio per degli eventi in cui sarà presente un rinfresco a buffet. Un altro modo per gustare al meglio la mousse di salmone, è quello di spalmarla su delle fette di pane tostato da assaporare durante un brunch domenicale, quando potreste aver dormito un po' più del solito e vi trovate in quella fascia di orario in cui è ormai tardi per la colazione e presto per il pranzo.

Si tratta di una ricetta facile e veloce che vi permetterà di portare a tavola un antipasto sfizioso da personalizzare come preferite. Scoprite tutte le varianti e le alternative che potete cucinare, con idee sfiziose e creative, perfette per le ricette estive: provate a integrare dei profumi come la scorza di limone o l'erba cipollina che aggiungeranno delle note interessanti alla preparazione.

La bontà di questa preparazione risiede nei suoi ingredienti unici: il gusto fresco del salmone e la cremosità della Certosa si fondono perfettamente dando vita a una crema di salmone perfetta da spalmare su crostini di pane nero o sulle tartine per i vostri aperitivi veloci con gli amici.

Ecco quindi tutti i passaggi della ricetta che potrete realizzare senza nessuna difficoltà.

Media
4
15 minuti
Vota
Media0

Ingredienti

  1. 30 g di salmone affumicato
  2. 125 g di Certosa Galbani
  3. 50 g di lattuga
  4. 10 g di uova di lompo
  5. sale fino
  6. pepe nero
  7. prezzemolo

Preparazione

Il tono deciso del salmone e la cremosità della Certosa si combinano perfettamente con fette di pane o verdure croccanti, creando una pietanza ideale come aperitivo creativo o come finger food delizioso perfetto per ogni stagione.

01

Innanzitutto togliete dal frigorifero il salmone affumicato e la Certosa. Poggiate sul tagliere il pesce e ritagliate delle striscioline sottili che vi serviranno successivamente per decorare le coppette. Basterà tagliarne 2 strisce per ogni singola coppetta. Sminuzzate il resto e versatelo in una ciotola.

02

Prendete il prezzemolo e lavatelo accuratamente sotto l’acqua corrente. Asciugatelo con un panno o la carta da cucina. Poi con l’aiuto della mezzaluna o un coltello affilato, tritatelo finemente e ponetelo su un piattino.

03

Quindi unite al salmone la Certosa, il trito del prezzemolo e un pizzico di sale fino e pepe nero. Amalgamate in maniera omogenea tutti gli ingredienti e lasciate riposare il composto nella ciotola. Nel mentre, prendete le coppette che vi servono per accogliere la mousse. Sceglietele, se possibile, in ceramica bianca e dalla forma quadrata. Doneranno un tocco di ulteriore eleganza alla vostra tavola e alla pietanza.

04

Selezionate 4 foglie di lattuga integre e senza difetti. Poi lavatele sotto l’acqua corrente e asciugatele con un panno. Posizionate sul fondo delle coppette una foglia di lattuga.

05

Riponete la mousse al salmone affumicato all'interno di un sac à poche con l’aiuto di una spatola e versatela al centro della foglia. Completate la decorazione della coppetta con le striscioline che avete preparato precedentemente e le uova di lompo. Terminate le altre coppette con lo stesso procedimento e il vostro antipasto è pronto per essere servito e degustato.

Varianti

La ricetta per preparare la mousse di salmone è davvero semplice e veloce. Inoltre in base ai vostri gusti o ai gusti dei vostri commensali potete variare qualche ingrediente di questa ricetta: per esempio al posto delle uova di lompo potete impiegare il caviale, oppure per foderare la coppetta potete utilizzare le foglie di invidia rossa o radicchio al posto della lattuga.


Per rendere più sfiziosa la vostra cremosa mousse, potrete aggiungere anche del succo o della scorza di limone, facendo sempre attenzione a selezionare limoni dalla buccia edibile.

Per aggiungere un sapore fresco e delicato, potete completare la mousse con dell’aneto, ideale per condire sughi e salse a base di salmone.

Servitela in alternativa alla più classica salsa rosa, e utilizzatela per guarnire crostini di pane, per farcire vol-au-vent oppure come condimento per uno strepitoso riso al salmone, una combinazione perfetta per il pranzo di Natale. Se durante le feste natalizie volete sperimentare ricette diverse dal solito, potete preparare dei muffin salati, ripieni di mousse al salmone, per un effetto bello alla vista e buono al palato.

Per aggiungere più carattere alla salsa, unite dei capperi avendo cura di lavarli dal sale e aggiungete un cucchiaio di formaggio spalmabile come la robiola o il mascarpone, per renderla più morbida e compatta. Se i capperi non sono di vostro gradimento, un altro ingrediente che si sposa bene con questa preparazione sono gli asparagi.

Le ricette con il salmone spaziano dagli antipasti ai secondi di pesce e ai primi piatti. Con la crema di salmone potete realizzare anche un gustoso condimento per la pasta: un ottimo pretesto per far mangiare il pesce ai bambini*. In questo caso vi servirà il salmone fresco da spezzettare in padella con olio e cipolla e da amalgamare poi con il formaggino o qualsiasi altro formaggio cremoso come la Certosa, la ricotta o la panna liquida.

*sopra i 3 anni

Suggerimenti

La mousse (un termine di solito legato a dolci e dessert) è una preparazionemoltoversatile, una di quelle salse il cui utilizzo può variare a seconda delle occasioni e delle feste.

La mousse è semplice e veloce da preparare: frullate gli ingredienti direttamente nel mixer secondo le dosi che vi abbiamo indicato.

Per preparare delle mousse salate per tartine, è necessario che queste siano senzagrumi: per un risultato più professionale, potrete utilizzare, al posto del frullatore, due appositi strumenti ovvero la chinois e il sifone.

Il primo è un colino a maglie strette attraverso cui vengono filtrate salse e creme, mentre il sifone è un contenitore con un beccuccio che serve a creare spume particolarmente soffici e morbide, grazie alle bolle d’aria che vengono create all’interno.

Dopo aver preparato la mousse ricordate sempre di lasciarla riposare in frigo per almeno 1 ora prima di utilizzarla per le vostre ricette.

Una volta pronta, la vostra deliziosa mousse potrà essere utilizzata per condire crostini, cestini monoporzione o farcire vol-au-vent.

Questi, dopo la cottura in forno, dovranno essere lasciati raffreddare per qualche minuto. A questo punto, potranno essere riempiti con un paio di cucchiai di mousse.

Decorate i vostri antipasti facili e veloci di pesce con del prezzemolo fresco, dell’erba cipollina o delle foglioline d’insalata per un effetto molto raffinato.

Volendo, potrete preparare tante mousse salate per antipasti e salse per tartine, come la mousse di tonno o la salsatzatziki, metterle in delle coppette e accompagnarle con dei crostini o dei cracker, in modo tale che i vostri ospiti possano crearsi le proprie tartine personalizzate.

Curiosità

La mousse è un procedimento culinario che ormai fa parte della gastronomia mondiale; all'origine fu utilizzata principalmente nel campo dei dolci, avendo consistenza simile alla panna montata, ma presto venne impiegata anche per realizzare antipasti salati o per suggestive decorazioni culinarie.

La sua particolarità è quella di essere montata con il passaggio nel mixer che le permette di inglobare delle piccolissime particelle di aria, che le conferiscono proprio la tipica consistenza spumosa e leggera che la rende così golosa. Il termine mousse infatti proviene dal francese, anche se ormai è un termine diventato internazionale per definire questo tipo di preparazione, e in italiano significa proprio schiuma.

In particolare, la mousse di salmone con il suo colore rosato, oltre che avere un ottimo sapore, può dare vivaci spunti di creatività per le guarnizioni dei piatti. Ma le mousse possono essere preparate praticamente con qualsiasi ingrediente, dalle carni più particolari come il fegato d'anatra alla mousse al cioccolato, dalla famosa mousse di cernia a quella più esotica alla maracuja.

Spesso la mousse viene preparata con l'aiuto del sifone, uno strumento culinario composto da una parte simile a un bicchiere e da una calotta superiore che chiude il bicchiere sottostante e contiene delle cartucce di protossido di azoto che conferisce alla mousse la consistenza perfetta. Dalla calotta si articolano poi i beccucci da cui è possibile erogare la mousse.

Mentre la mousse e la spuma sono caratterizzate da una consistenza schiumosa e soffice, grazie all'utilizzo del sifone, il flan, con cui spesso vengono confuse, è un piccolo sformato che viene preparato solitamente con panna da cucina, burro o latte, e cotto in forno a bagnomaria. Se quindi la mousse è una ricetta da utilizzare per creare dei piatti, inserendola in altre preparazioni come i vol-au-vent o i muffin, il flan è già un piatto di per sé, che si può tuttavia arricchire sia con una salsa, spesso di formaggio, ma anche con una mousse come quella della nostra ricetta.