Selezione EgidioPresenta

Involtini di vitello con prosciutto e formaggio

Ricetta creata da Galbani
Involtini di vitello con prosciutto e formaggio
Vota
Media0

Presentazione

Gli involtini di vitello con prosciutto e formaggio sono una ricetta gustosa e semplice da preparare che mette d'accordo tutta la famiglia: un modo per rendere accattivanti e appetitose le fettine di carne, abbinandole a ingredienti che ne esalteranno il gusto, mantenendole morbide e delicate. Esistono tanti modi di preparare e cucinare gli involtini e altrettante ottime farciture. La ricetta che vi proponiamo è con prosciutto crudo, formaggio e granella di pistacchi: vi conquisterà!

Facile
4
30 minuti
Vota
Media0

Ingredienti

  • 6 fette di Prosciutto Crudo Sua Maestà Galbani;
  • 100gr di Galbanino;
  • 12 fettine di girello di vitello (500 gr circa);
  • 150gr di Pangrattato;
  • 30gr di formaggio grattugiato;
  • 30 gr di granella di pistacchi;
  • sale q.b.;
  • olio q.b.
     

Preparazione

La semplicità di esecuzione di questa ricetta, rapportata al gusto, vi stupirà e li riproporrete nelle più diverse occasioni. Mettete in un piatto piano un fondo di olio di oliva extravergine; a parte preparate la panatura usando appunto il pan grattato, il formaggio grattugiato, la granella di pistacchi e un pizzico di sale. Tenete a portata di mano degli stuzzicadenti o se preferite degli spiedini in legno o acciaio.

01

Bagnate velocemente le fettine di vitello nell'olio, da entrambi i lati

02

Passatele nella panatura, sempre da entrambi i lati

03

Rivestite le fettine di carne con mezza fetta di Prosciutto Crudo Sua Maestà Galbani e posizionate nel centro il Galbanino tagliato a listarelle.

04

Arrotolate le fette con il loro ripieno e chiudete con due stuzzicadenti alle estremità o, se preferite, preparate degli spiedini con più involtini.

05

Ripassate nella panatura gli involtini esercitando una leggera pressione e posizionateli su una teglia rivestita di carta da forno.

06

Irrorate con un filo d'olio e infornate a 180°C per 10 minuti circa.

Varianti

La cottura al forno di questa ricetta è un metodo pratico e veloce, tuttavia potete provare anche la versione in padella: usate 3 o 4 cucchiai d'olio, in base al quantitativo, per sigillare da entrambi i lati gli involtini e aggiungete un rametto di rosmarino o una foglia di salvia, a vostro piacimento. Sfumateli con il vino bianco e coprite con il coperchio per qualche minuto, giusto il tempo necessario per la cottura; infine lasciateli rosolare. Un'altra gustosa variante che riguarda il metodo di cottura degli involtini di vitello con prosciutto e formaggio, prevede l'utilizzo di una bistecchiera o di una piastra per arrostire. In entrambi i casi il risultato sarà ottimo. Vale la pena di provare anche la versione realizzata con fesa di maiale.

Potete preparare gli involtini con tanti tipi di farcitura e carni diverse: potreste, ad esempio, cimentarvi nella preparazione di una ricetta delicata e saporita prendendo spunto dalla ricetta degli involtini di carne ripieni di prosciutto cotto e Galbanino; con funghi trifolati e formaggio; oppure potreste sperimentare una farcitura golosa come quella usata per la preparazione degli involtini di pollo ripieni di Galbanino e menta. Quel che è certo è che gli involtini potrete realizzarli con il ripieno che più vi piace, in base alla stagionalità, al vostro gusto o alla curiosità di sperimentare e conoscere nuovi abbinamenti.

Suggerimenti


Per la preparazione degli involtini di vitello con prosciutto e formaggio oltre alle fettine di girello potete utilizzare anche la sotto fesa o comunque una carne che si mantenga morbida in cottura: chiedete consiglio al vostro macellaio di fiducia. Se le fettine dovessero risultare troppo grandi tagliatele, magari in due, avendo cura di ottenere dei bordi regolari: questo renderà più facile arrotolarle e dargli la forma giusta. Per quanto riguarda la granella di pistacchi, se é di vostro gradimento, potrete aggiungerne un pizzico anche nel ripieno, per dare una spinta in più al gusto. Evitate di salare la carne: il prosciutto crudo è naturalmente sapido e avete già salato la panatura. Qualora vogliate scegliere le fettine di fesa di maiale, prestate particolare attenzione alla cottura: la carne di maiale, soprattutto se sottile, tende ad asciugarsi facilmente. La doratura sarà il segnale del raggiungimento della perfetta cottura.

Qualora si presentasse l'eventualità di dover preparare le pietanze con anticipo rispetto all'ora in cui le servirete, per gli involtini sarà utile scegliere una tecnica di cottura che preveda un sughetto: sarà così più semplice scaldarli mantenendoli morbidi e gustosi come se fossero appena cotti. Ricordatevi di accompagnarli con un contorno di verdure cotte o crude che ben si abbinano al piatto o con delle patate speziate. La chiave del successo di questo piatto risiede proprio nell'associare gusti diversi legandoli tra loro con una serie di ingredienti che hanno appunto la capacità di unire e dare un gusto armonico: accade in tutti i piatti, ma negli involtini in particolare.

Curiosità

Non è noto a chi vada attribuita la paternità di questa ricetta, se sia nata in Oriente o in Occidente, mentre è invece palese il fatto che sia diventata una carta vincente e una soluzione preziosa in cucina per la capacità di soddisfare anche i palati più esigenti, e di proporre in veste classica ripieni nuovi e stuzzicanti. Gli involtini, oltre ad essere così tanto apprezzati a tavola, sono spesso legati a ricette regionali, perfettamente rappresentate sia dalle carni scelte per prepararli che dalle farciture. Siamo abituati a gustarli con carne di vitello, manzo, maiale, pollo ma sono altrettanto varie e numerose le versioni realizzate con il pesce e con le verdure. In particolare gli involtini di pesce spada, ripieni di pan grattato, olive verdi, capperi e un battuto di erbe aromatiche, sono ormai diventati un classico della cucina calabrese. Se poi vi spostate oltre confine potrete anche gustare i famosi involtini di foglie di vite oppure gli altrettanto celebri involtini primavera: prodotti totalmente diversi, in culture gastronomiche distanti tra loro ma accomunate dal gusto per un piccolo scrigno che promette una succulenta sorpresa nel suo interno. Ne esistono ormai così tante versioni dalle più semplici alle più ricercate che si ha davvero l'imbarazzo della scelta. Incuriosisce sempre molto la ricetta ad esempio con un ripieno di funghi, nocciole e formaggio, da servire magari con della polenta. Per il successo della ricetta è sempre importante valutare l'accostamento del ripieno con il contorno o, in questo caso, con l'altra parte della pietanza.

Rimanendo comunque entro i nostri confini, dobbiamo dire che si prestano bene alla preparazione anche le zucchine o la verza ma i più conosciuti e apprezzati con gli ortaggi rimangono forse gli involtini di melanzane, da servire come secondo piatto o come antipasto in base al menu preparato. Una versione nota per lo più nella tradizione gastronomica siciliana è quella che propone invece questi ultimi come primo piatto. Provate a realizzarli e sorprenderete molto piacevolmente i vostri ospiti. Avrete bisogno di melanzane abbastanza grandi da tagliare a fette e friggere in padella: saranno loro l'involtino che conterrà la pasta condita con pomodoro fresco, basilico e formaggio. Solitamente in questa preparazione vengono utilizzati dei maccheroni freschi ma si possono sostituire con una qualunque pasta corta di vostro gusto. Questi involtini vi daranno l'opportunità di preparare una versione alternativa di primo piatto al forno.

Scopri di più