GalbaninoPresenta

Involtini di verza e riso

Ricetta creata da Galbani
Involtini di verza e riso
Galbanino. Il tuo genio in cucina!
Vota
Media0

Presentazione

Una pietanza sfiziosa, dove si uniscono riso, verdura, formaggio e insaccati. Sono gli involtini di verza e riso, un piatto dal gusto prelibato che riempirà la vostra cucina di un dolce profumo e vi farà venire l'acquolina in bocca.

Gli involtini sono un'ottima soluzione per rendere le verdure più saporite e appetibili, anche a chi non le mangia volentieri, e hanno il pregio che potrete prepararli arrangiandovi con quello che avete a disposizione nel vostro frigo e nella vostra dispensa. Insomma, un piatto adatto a tutta la famiglia, gustoso e invitante, che lascerà i palati di tutti soddisfatti.

In questo sfizioso piatto, la verza abbraccia un ripieno saporito ed invitante a base di riso e mortadella Galbanella. Per legare al meglio questi due ingredienti era necessario un formaggio scioglievole e cremoso, per cui abbiamo deciso di abbinargli il Galbanino che, nel comodo formato in fette, si adatta benissimo a questo tipo di preparazioni e renderà ancora più semplice la realizzazione dei vostri involtini.

Gli involtini di verza e riso sono un piatto succulento ed invitante che, visto il loro consistente ripieno, si adattano ad essere serviti caldi come secondo piatto, magari accompagnati da un contorno a base di verdure o patate al forno, ma anche freddi come originale antipasto.

Facile
4
35 minuti
Vota
Media0

Ingredienti

  1. 1 verza
  2. 200 g di riso
  3. 110 g di Galbanella Galbani
  4. 125 g di Galbanino in Fette Galbani
  5. 1 scalogno
  6. un filo d'olio extravergine di oliva
  7. sale e pepe q.b.
  8. un bicchiere di brodo vegetale
  9. mezzo bicchiere di vino bianco
  10. una noce di Burro Santa Lucia Galbani

Preparazione

Siete pronti a preparare con noi la ricetta degli involtini di verza? Allora mettiamoci al lavoro!

01

Per cucinare gli involtini di verza e riso, iniziate pulendo ed affettando lo scalogno a velo; poi mettetelo in un tegame dove avrete scaldato un filo d'olio e fatelo soffriggere un poco. A questo punto versate il riso nello stesso tegame e scottatelo per qualche minuto, fino a che non diventerà trasparente.

02

Sfumatelo con mezzo bicchiere di vino, aggiungete un bicchiere di brodo vegetale e lasciatelo cuocere ancora per 10 minuti a fiamma bassa, girando con un cucchiaio di legno in modo da non farlo attaccare al fondo. Aggiungete al riso 4 fette di Galbanino spezzettate e la metà della mortadella Galbanella, dopo averla sfilacciata con le mani. Girate un po' e poi togliete il tegame dal fuoco. Lasciate intiepidire il tutto.

03

Nel frattempo, fate bollire l'acqua in una pentola e scottateci la verza intera per 3 minuti. Poi fatela raffreddare per alcuni minuti, scolatela ed asciugatela bene con un panno da cucina. A questo punto, su un piano da lavoro, separate le foglie di verza, rimuovete la costa centrale più dura con un coltello e poi farcitele, mettendo al loro interno una fetta di mortadella Galbanella con sopra una fetta di Galbanino e poi poneteci dentro un paio di cucchiai di riso.

04

Richiudete le foglie di verza arrotolandole su sé stesse e fermandole con degli stuzzicadenti, per non far fuoriuscire il ripieno. Sciogliete la noce di Burro Santa Lucia in una padella e scottateci i vostri involtini di verza e riso a fuoco dolce per 20 minuti e poi serviteli a tavola caldi e fumanti.

Varianti

Gli involtini di cavolo verza sono una ricetta molto versatile che si presta a moltissime varianti. Ad esempio, potete sostituire la mortadella con un altro affettato, come il prosciutto cotto o lo speck o, per una variante vegetariana, con delle verdure grigliate, come zucchine, melanzane e peperoni.

Un altro accostamento sfizioso è quello che abbina salsiccia, verza e patate. Per realizzare questa variante vi basterà soffriggere in una padella la salsiccia con uno spicchio d’aglio e, quando sarà cotta, schiacciarla con una forchetta. In una pentola colma di acqua bollente e salata, poi, fate lessare le patate, dopodiché schiacciatele con uno schiacciapatate. In una ciotola unite la salsiccia sbriciolata alle patate, amalgamate il composto e il vostro ripieno per farcire ciascuna foglia di verza è pronto.

Potete cuocere i vostri involtini di verza anche al forno. Dopo averli chiusi disponeteli su una pirofila o una teglia leggermente unta con dell’olio extravergine d’oliva adagiandoli delicatamente. Cuocete gli involtini di verza ripieni in forno preriscaldato a 200 gradi per circa 15 minuti, azionando la modalità grill per gli ultimi 3 minuti. Se volete renderli ancora sfiziosi, prima di infornarli potete cospargerli con un mix di parmigiano grattugiato e pan grattato. Questo trucchetto li renderà croccanti e dorati in superficie, nonché ancora più buoni!

Suggerimenti

Gli involtini di verza sono una ricetta molto semplice da realizzare, soprattutto se si seguono pochi e semplici accorgimenti.

Quando andate al supermercato o dal fruttivendolo, scegliete una verza con le foglie belle grandi e utilizzate quelle più esterne, in questo modo sarà più semplice farcirle e poi richiuderle. Fate attenzione nel dividere le foglie l’una dall’altra, onde evitare che si rompano e non lessatele per più di qualche minuto, altrimenti potrebbero afflosciarsi troppo.

Se volete rendere il ripieno più profumato, potete sostituire lo scalogno con un soffritto a base di cipolla, sedano e carote, nonché aggiungere qualche erba aromatica, il tocco che dà una marcia in più a tutti i nostri piatti. Potete optare, ad esempio, per l’alloro, per qualche fogliolina di timo oppure per il rosmarino, o anche per un po’ di peperoncino se siete amanti del piccante.

Nel richiudete gli involtini di verza non dimenticatevi di fermarli con uno stuzzicadenti (o con dello spago da cucina), onde evitare che si aprano in cottura. In alternativa, potete richiudere ogni lato portandolo verso il centro e infine arrotolandoli.

Dato che sono buonissimi anche freddi, se volete potete preparare gli involtini in anticipo e poi servirli in tavola come antipasto. In alternativa, potete anche scaldarli velocemente al microonde.

Curiosità

Quella che vi abbiamo proposto è una ricetta sfiziosa e perfetta soprattutto d’inverno. Gli involtini, però, sono una modalità di preparazione versatilissima, che può vedere protagonista carne (ad esempio di vitello o di pollo), verdure (come melanzane o zucchine), formaggi o affettati. Sbizzarritevi con la fantasia e create ogni volta degli involtini diversi con quello che avete in frigo e in dispensa!

La verza è un ingrediente molto utilizzato nelle cucine di tutta Europa, Italia compresa, dalla preparazione di zuppe agli involtini, dalla semplice verza in padella o gratinata ai pizzoccheri valtellinesi. Molto simile al cavolo cappuccio, la verza si contraddistingue per le sue caratteristiche foglie increspate e grinzose.

In particolare, la verza è particolarmente apprezzata nella cucina piemontese, dove gli involtini di verza sono conosciuti con il nome di “caponet”. In questa ricetta, gli involtini vengono farciti con un ripieno a base di carne trita di maiale, formaggio grattugiato, uova e pangrattato.

Siete curiosi di scoprire altri modi per preparare questo ortaggio? Allora leggete la nostra guida su come cucinare la verza. E sempre con la verza come protagonista, provate anche la cassoeula, una pietanza piena di sapore tipica della cucina milanese, o la torta salata con la verza, appetitosa e sfiziosissima!

Cademartori