GalbaninoPresenta

Involtini di pollo in padella

Ricetta creata da Galbani
Involtini di pollo in padella
Galbanino. Il tuo genio in cucina!
Vota
Media0

Presentazione

Gli involtini sono sempre una ricetta molto divertente e creativa da preparare e appetitosa da gustare. Di carne, di pesce o di verdure, sapranno soddisfare tutti i palati, sia quelli dei grandi che quelli dei piccini*. In questa pagina vi mostreremo la ricetta degli involtini di pollo in padella, una pietanza semplice e veloce, un vero salva-cena se avete ospiti dell'ultimo minuto o se tornate tardi dal lavoro.

Le fettine di pollo, belle sottili, saranno farcite con il Prosciutto Cotto Galbacotto e il Galbanino Fior di Fette, un connubio classico e dal gusto delicato, che ricalca la coppia gastronomica più amata in assoluto, ovvero prosciutto e formaggio. Grazie al formaggio e all'aggiunta del vino, in cottura si formerà una deliziosa cremina, perfetta per condire gli involtini caldi e per la scarpetta finale!

Portate in tavola gli involtini di pollo in padella con un contorno a base di insalata o con del purè di patate, oppure serviteli insieme a deliziosi funghi trifolati o qualche buona verdura alla griglia: vedrete, uno tirerà l'altro!
 
Se amate il pollo cucinato in mille modi diversi, scoprite la nostra sezione con le 10 migliori ricette con il pollo! Dal pollo al forno al petto di pollo fritto, dall’insalata di pollo al pollo al curry: troverete tante ricette veloci, pratiche e gustose, pronte per fornirvi nuovi spunti e tante idee per una cena o un pranzo diverso dal solito!

*sopra i 3 anni

Facile
4
30 minuti
Vota
Media0

Ingredienti

  1. 2 petti di pollo a fette sottili
  2. 50 g di Prosciutto Cotto Galbacotto Galbani
  3. 4 fette di Galbanino Fior di Fette Galbani
  4. 1 cipolla
  5. 1 bicchiere di vino bianco
  6. salvia tritata q.b.
  7. olio extravergine d'oliva q.b.
  8. sale q.b.

Preparazione

Preparare gli involtini di pollo in padella è molto semplice: ecco tutti i passaggi da seguire per non sbagliare.

01

Iniziate la preparazione dei vostri involtini di pollo in padella battendo la carne con un batticarne, in modo da rendere le fettine sottili. Una volta pronte, conditele con sale e salvia.

02

Ora farcite gli involtini disponendo su ciascuna fetta di carne mezza fetta di Galbanino Fior di Fette e mezza fetta di Prosciutto Cotto Galbacotto. Richiudete l'involtino aiutandovi con uno stuzzicadenti o con dello spago da cucina.

03

Mondate la cipolla, tagliatela a fettine sottili e soffriggetela in una padella antiaderente con un filo d'olio. Aggiungete gli involtini, rosolateli su entrambi i lati per qualche minuto, quindi sfumate con il vino bianco. Coprite con un coperchio e proseguite la cottura a fiamma bassa per 15 minuti.

04

Servite gli involtini di pollo in padella condendoli con il fondo di cottura.

Varianti

La ricetta degli involtini di pollo in padella può essere variata in base al vostro gusto, utilizzando ingredienti diversi per il ripieno.

Per esempio, potete arrotolare all'interno di ogni involtino una fetta di brie e speck, per ottenere un risultato rustico ma altrettanto sfizioso. Un’altra alternativa consiste nel realizzare dei deliziosi involtini di pollo con pancetta: basterà arrotolare l’involtino in una fetta di pancetta sottile, prima di sigillarlo con lo stuzzicadenti o con lo spago da cucina; ricordate però di regolarvi bene con il sale, perché la pancetta esalta il sapore della carne e ne aumenta la sapidità, per cui è bene usare meno sale.

In alcune regioni del centro Italia è inoltre molto comune realizzare degli involtini di pollo e prosciutto, ideali da realizzare per un secondo di carne saporito e gustoso. In questo caso, però, il prosciutto andrà arrotolato dentro alla fetta di carne. Per insaporire la farcitura, potrete utilizzare anche un tocco di scamorza, perfetta per uno dei ripieni più cremosi e filanti che i vostri involtini abbiano mai visto.

Se invece non amate il sapore o la consistenza della carne, potete variare questi involtini realizzandoli con delle verdure, e otterrete degli sfiziosi involtini di zucchine o di melanzane: utilizzate le verdure cotte alla griglia, in modo che siano sufficientemente morbide da essere arrotolate attorno al ripieno, che potrete realizzare con spinaci, bieta, cavolo o verza.

Suggerimenti

Per una portata ancora più gustosa, prima di farcire le fettine di petto di pollo bagnatele con un intingolo a base di olio, sale, pepe e rosmarino, quindi fate rosolare i vostri involtini farciti nell'olio caldo e accompagnateli con una delicata salsa ai funghi.

In alternativa, prima di cuocere gli involtini, potete passarli nella farina, scottarli a fiamma vivace e sfumarli con un cucchiaio di succo di limone al posto del vino; poi lasciateli cuocere a fuoco basso in modo che – una volta cotti – rilascino una deliziosa cremina al sapore di limone.

Se amate un sapore più delicato, invece, vi consigliamo di cuocere i vostri involtini di pollo al forno: il procedimento resterà lo stesso, ma al momento della cottura, dovrete adagiare gli involtini in una teglia, su un foglio di carta forno; potete accompagnare la cottura degli involtini con delle patate al forno, magari insaporite con uno spicchio d’aglio. Ricordatevi però che le patate impiegheranno più tempo per ultimare la cottura.

La carne di pollo, inoltre, è molto simile a quella di tacchino: quest’ultima, però, è particolarmente indicata in particolari regimi alimentari e può essere utilizzata per sostituire il petto di pollo. Se scegliete di utilizzare la carne di tacchino, provate anche differenti accostamenti con ripieni a base di formaggi differenti oppure con contorni vari di verdure ed erbe di stagione.

Curiosità

Non c’è forse pietanza più “internazionale” dell’involtino: che sia di carne o di verdure, speziato o al sugo, fritto o cotto al forno, siate pur certi che troverete un involtino in ogni cultura gastronomica del mondo, o quasi!

Gli involtini più famosi del mondo sono sicuramente gli involtini primavera: un piatto dell’Estremo Oriente che ha fatto letteralmente il giro del mondo, tanto da essere molto conosciuti anche in Europa e in America. Si tratta anche di un piatto antichissimo, che secondo alcuni avrebbe fatto la sua prima apparizione già nei primi secoli d.C., in occasione di una festività cinese che, appunto, festeggiava l’arrivo della primavera.

Ancora molto indietro nel tempo – ma almeno un migliaio di anni più tardi – sarebbe stata collocata l’“invenzione” degli involtini di melanzane, che secondo alcuni storici della gastronomia sarebbero stati importati, insieme al frutto della melanzana, dagli arabi e dai loro intensi commerci, dopo averne fatto conoscenza in India. Dal Medio Oriente, l’uso di arrotolare fette di melanzana cotta intorno a formaggi, spezie e altre verdure, si sarebbe poi allargata a tutto il bacino del Mediterraneo, dov’è tuttora uno dei piatti più amati e diffusi.

Simili nell’aspetto – ma non nel sapore – agli involtini primavera sono gli involtini vietnamiti, una delle pietanze più popolari e conosciute del Paese: in Vietnam ne esistono centinaia di versioni differenti, che variano in base alla zona, ma tendenzialmente sempre arrotolati in croccante carta di riso.

Infine, per tornare alle specialità di carne, non possiamo qui non citare anche i tamales, gustosissimi involtini di carne messicani: qui, però, la carne è all’interno, nel ripieno, ed è avvolta da fragranti foglie di pannocchie oppure di banano o di avocado. Ne esistono anche versioni dolci, ma quella farcita con la carne e piccante è una delle più apprezzate al mondo!

Cademartori