GalbaninoPresenta

Involtini di cotenna al sugo

Ricetta creata da Galbani
Involtini di cotenna al sugo
Prova con
Galbanino l'originale
Galbanino l'originale
Galbanino. Il tuo genio in cucina!
Vota
Media0

Presentazione

La cotenna di maiale è un ingrediente da sempre molto usato in cucina. Non solo come involucro per  alcuni salumi come il prosciutto cotto, ma anche come ingrediente principale di moltissime ricette della cucina tipica regionale.

Siete alla ricerca di qualche idea per cucinare la cotenna di maiale? La ricetta degli involtini di cotenna al sugo potrebbe fare al caso vostro.

La cotenna del maiale è un ingrediente molto usato nella cucina contadina e nella cucina regionale. Uno dei modi più gustosi per utilizzarla è realizzare dei saporiti involtini ripieni di cotenna al sugo. Una ricetta che, in Sicilia, viene preparata soprattutto in occasione delle festività come il Natale o la Pasqua e servita come secondo piatto di carne, magari accompagnata da un bel contorno di verdure.

Facili da preparare, questi tipici involtini di cotenna al sugo si preparano farcendo la cotenna di maiale con uva passa, pinoli e Galbanino Originale e poi cuocendoli in un bel sughetto di pomodoro. Il risultato sono degli involtini morbidi e saporiti, che potrete preparare per una cena speciale o per il pranzo della domenica in famiglia.

Volete saperne di più sugli involtini di cotenna e imparare a prepararli alla perfezione? Seguite attentamente i passaggi della ricetta e i nostri consigli per portare sulla vostra tavola tutto il sapore di questi irresistibili involtini di cotenna al sugo.

Facile
4
110 minuti
Vota
Media0

Ingredienti

  • 8 pezzi di cotica di maiale
  • 80 g di mollica di pane
  • 100 g di Galbanino Originale
  • 40 g di uva passa
  • 50 g di pinoli
  • 2 uova
  • 1 cipollotto
  • 2 spicchi d'aglio
  • 1 mazzetto di prezzemolo
  • 400 ml di passata di pomodoro
  • 3 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • sale q.b.
  •  pepe q.b.

Preparazione

Il passaggio più importante e delicato della ricetta degli involtini di cotenna al sugo è la preparazione della cotenna per la lavorazione. Ecco il procedimento nei dettagli.

01

Passate la cotenna sulla fiamma del fornello per bruciare eventuali peli rimasti sulla sua superficie, poi tuffatela in acqua bollente e lasciatela bollire per qualche minuto. Mentre cuoce, tagliate il Galbanino Originale a cubetti, preparate un trito di prezzemolo e cipollotto e mettete in ammollo l'uva passa in un po' di acqua calda.

02

Radunate in una ciotola gli ingredienti per il ripieno: la mollica di pane tagliata a cubetti, il Galbanino Originale grattugiato, il prezzemolo e il cipollotto tritati, l’uva passa ben strizzata e i pinoli. Mescolate tutti gli ingredienti, poi unite le uova leggermente sbattute, insaporite il composto con poco sale e una generosa macinata di pepe e mescolate ancora per amalgamare gli ingredienti.

03

Disponete i pezzi di cotenna su un tagliere e farciteli con una cucchiaiata abbondante di ripieno, poi arrotolate ciascun pezzo e legatelo con dello spago da cucina.

04

Fate rosolare l'aglio in un tegame insieme all'olio extravergine di oliva, poi, dopo un paio di minuti, unitevi la passata di pomodoro. Insaporite il sugo con sale e pepe e lasciatelo cuocere fino a che non inizi a sobollire.

05

A questo punto, aggiungete gli involtini di cotica, abbassate la fiamma e lasciateli cuocere, coperti, per circa un'ora. Se occorre aggiungete un po' d'acqua per evitare che si asciughino troppo. Serviteli ben caldi.

Varianti

Della ricetta degli involtini di cotenna al sugo se ne trovano diverse versioni. Ecco alcune alternative e idee tutte da provare.

Se vi piace la pancetta, potete provare ad aggiungerne una fetta per ciascun involtino. Se, invece, amate i piatti speziati, potete provare a dare un po' più di sapore agli involtini aggiungendo un po' di paprika al ripieno.

In Puglia si prepara una variante di questa ricetta più speziata e altrettanto saporita.

Insaporite i pezzi di cotenna sbollentati spoverizzandoli con una macinata di pepe e della paprika dolce, poi conditeli con il parmigiano grattugiato, un trito di prezzemolo e aglio e un po' di semi di finocchietto selvatico. Dopodiché arrotolateli, legateli con lo spago da cucina e cuoceteli insieme al sugo di pomodoro come illustrato nella ricetta.

Un'altra versione della ricetta degli involtini di cotenna, che arriva sempre dalla Puglia, si prepara in questo modo: farcite i pezzi di cotenna sbollentati con un ripieno a base di 200 g di macinato di manzo, 50 g di mollica di pane bagnata nel latte, una spolverizzata di origano, un pizzico di sale e una macinata di pepe. Poi arrotolateli e legateli con dello spago da cucina. Infine, preparate un soffritto con sedano, carota e cipolla, aggiungeteci 400 ml di passata di pomodoro e 250 g di fagioli secchi ammollati, insaporite con sale e pepe e poi cuocete gli involtini di cotenna insieme al sugo di fagioli.

Suggerimenti

Il segreto per preparare dei buoni involtini di cotenna al sugo risiede soprattutto nella preparazione della cotica per la lavorazione. Prima di usarla per le vostre ricette, è indispensabile che la passiate sulla fiamma per eliminare eventuali peli del maiale rimasti e la facciate bollire. In questo modo, si riuscirà ad eliminare un po' di grasso.
Se, prima di sbollentarla, vi accorgete che attaccato alla cotenna del maiale c'è uno strato di grasso troppo spesso, potete eliminarne una parte aiutandovi con un coltello.

Se, mentre gli involtini terminano la cottura insieme al sugo vi accorgete che si stanno asciugando troppo, è importante correre ai ripari aggiungendo qualche cucchiaio di brodo vegetale. In questo modo, manterranno la giusta umidità e diventeranno anche più saporiti.

Volete rendere ancora più completo il vostro secondo a base di involtini di cotenna? Potete abbinare a questi gustosi rotolini un contorno di verdure. Tra i contorni che vi consigliamo ci sono i piselli in umido, la verza stufata o i fagioli in umido. I piselli e i fagioli potete anche metterli a cuocere insieme agli involtini, unendoli al sugo 20 o 30 minuti prima che finiscano di cuocere. Se usate delle verdure secche, mettetele in ammollo almeno 12 ore prima di usarle per la ricetta.

Curiosità

La cotenna di maiale, conosciuta anche con il nome di cotica, non è altro che la pelle del maiale. Si pensa che questi due termini possano derivare dalla parola latina "cutis", che significa pelle.

In passato si diceva che "del maiale non si butta via niente". La cotica del maiale è la prova che questo detto corrisponde a verità.

La cotenna, infatti, fa parte di quel gruppo di tagli di carne considerati meno pregiati, detti quinto quarto, che sono protagonisti di molte ricette della cucina contadina e regionale.

Prima di poterla usare per cucinare, la cotenna del maiale deve essere opportunamente trattata. Ricca di tessuto connettivo, è particolarmente adatta per quelle preparazioni che richiedono cotture lunghe. Dopo averla opportunamente raschiata e sgrassata, la cotenna del maiale si può usare per realizzare moltissime ricette a base di carne, compreso il cotechino che si usa portare in tavola a Natale. Si tratta quasi sempre di piatti molto elaborati, adatti da servire nel periodo invernale.

Spostandosi lungo la Penisola, si incontrano tante ricette a base di cotenna di maiale. In Lombardia c'è la cassoeula, a Parma si prepara la cicciolata, in Campania le braciole di cotica. Nel Lazio, invece, si preparano i famosi fagioli con le cotiche.

Scopri di più