Santa LuciaPresenta

Cotolette alla bolognese

Ricetta creata da Galbani
Cotolette alla bolognese
Prova con
Mozzarella Santa Lucia
Mozzarella Santa Lucia
Santa Lucia. Lo spirito creativo di Galbani.
Vota
Media0

Presentazione

Avete mai sentito parlare della cotoletta alla bolognese? Si tratta di un secondo piatto tipico della Romagna, molto sfizioso e ricco di gusto. In questa pagina troverete la ricetta per preparare delle gustose cotolette con ingredienti quali prosciutto crudo Galbacrudo e Mozzarella Santa Lucia.

Questo secondo piatto può essere considerato il risultato di una fusione perfetta tra la cotoletta croccante, protagonista di molte ricette del Nord Italia, e la combinazione di pomodoro e basilico dominante nei sughi dei piatti del Sud Italia. Qualcun altro vede nella cotoletta alla bolognese una versione della cotoletta alla milanese, anche se il taglio e la consistenza della carne e la cottura della ricetta romagnola la rendono di fatto molto diversa.

In pratica le fettine panate e fritte in padella vengono ricoperte da una fettina di prosciuttocrudo e mozzarella, trasferite in una teglia e passate al forno per qualche minuto. Questa doppia preparazione non deve spaventare perché non allunga i tempi di preparazione (resta sempre una ricetta veloce), ma rende semplicemente tutto più goloso. La cottura in forno dura giusto il tempo necessario per far sciogliere la mozzarella.

La nostra ricetta della cotoletta alla bolognese mette tutti d'accordo, da chi preferisce le preparazioni non troppo elaborate a chi vuole gustare qualcosa di sfizioso senza rinunce. D'altronde la nostra cotoletta è davvero appetitosa. Curiosi di scoprire come preparare questo piatto? Leggete la nostra ricetta e servitelo a tavola in un batter d'occhio con i complimenti di tutti! Non vi resta che provare per credere!

Facile
4
40 minuti
Vota
Media0

Ingredienti

  1. 4 fette di fesa di vitello da 120 g circa l’una
  2. 1 confezione di prosciutto crudo Galbacrudo Galbani
  3. 80 g di Burro Santa Lucia Galbani
  4. 1 uovo
  5. 100 g di farina
  6. 100 g di pangrattato
  7. 150 g di salsa di pomodoro
  8. 5 foglie di basilico
  9. 1 confezione da 125 g di Mozzarella Santa Lucia Galbani

Preparazione

Non perdete altro tempo, allora: leggete attentamente le seguenti istruzioni e portate sulla vostra tavola delle irresistibili fettine alla bolognese.

01

Per preparare le cotolette ripulite la carne da eventuali nervetti e parti grasse e battete leggermente le fette con il batticarne per pareggiarle. Passatele prima nella farina, poi nell'uovo sbattuto e nel pangrattato premendo con la mano aperta; quindi fate riposare 10 minuti. Ripetete l’operazione passando la carne prima nell’uovo e poi nel pangrattato, lasciando riposare ancora 10 minuti.

Battere la carne e passatela nella farina, nell'uovo e nel pangrattato
02

Scaldate intanto il Burro Santa Lucia in una padella ampia e rosolatevi dolcemente le cotolette, cinque o sei minuti per parte, fino a quando saranno dorate al punto giusto. In un pentolino scaldate la passata di pomodoro con il basilico per 5 minuti, poi tenete da parte. Vi servirà per condire la superficie delle vostre golose cotolette.

scaldate il burro e la passata di pomodoro
03

A cottura ultimata, tamponate le cotolette sulla carta assorbente, poi sistematele in una pirofila e coprite ognuna con una fetta di prosciutto crudo Galbacrudo e qualche fettina sottilissima di Mozzarella Santa Lucia. Potete metterne anche solo una, se desiderate sentire di  più il sapore del prosciutto, o aggiungerne due o tre se volete ottenere un piatto con mozzarella filante.

sistemate le cotolette in una pirofila
04

Passate la pirofila nel forno a 200° per cinque minuti fino a quando il formaggio sarà fuso formando sulla cotoletta un manto bianco e profumato. Servite le vostre cotolette ben calde decorandole con un cucchiaio di salsa al pomodoro e basilico. Aggiungete pure qualche foglia di basilico per rendere il piatto ancora più profumato e colorato.

Servite le cotolette

Varianti

Di solito la ricetta delle cotolette alla bolognese si prepara utilizzando le fettine di vitello impanate, guarnite con prosciutto crudo e parmigiano grattugiato, ma potete personalizzare la pietanza in tanti altri modi. Se ad esempio non volete usare la carne di vitello, sostituitela col maiale, con l'agnello oppure preparate delle semplici cotolette di pollo al forno. Noi abbiamo utilizzato la mozzarella al posto del parmigiano, ma se preferite siete liberi di usare delle fettine di provola, di scamorza o anche delle scaglie di parmigiano (invece di grattugiarlo).

La cotoletta al forno si può insaporire anche con l'aggiunta di vari aromi: potreste aggiungere al pangrattato del timo, del prezzemolo tritato o dell'erba cipollina per una panatura profumata, oppure rosolare la carne insaporendo il burro con uno spicchio d'aglio o un rametto di rosmarino.

L'aggiunta di aromi rappresenta soltanto una dei modi con cui rendere le cotolette di carne alla bolognese più sfiziose. In una variante davvero stuzzicante di questa ricetta viene aggiunto il tartufo bianco o nero grattugiato o in scaglie sulla carne già cotta.

Abbinate la vostra cotoletta alla bolognese con i contorni che più vi piacciono: le patate sono ottime in tutti i modi, ma vanno benissimo anche delle semplici insalate, come quella di lattuga, di pomodori oppure di fagioli neri, cipolla e olive.

Una variante apprezzata è quella che prevede la cottura in padella e l'uso di brodo di verdure o di carne. La preparazione delle cotolette resta la stessa ma, anziché toglierle dalla padella, tamponarle e ripassarle al forno, occorre lasciarle in padella, condirle con prosciutto crudo e formaggio e continuare a cuocerle in padella con il brodo (usando il coperchio). Successivamente il fondo di cottura viene usato per preparare una salsina da usare come condimento alle cotolette. Il sugo al pomodoro? Viene usato per impiattare la carne in uscita.

Suggerimenti

Avete bisogno di ulteriori consigli? Per la buona riuscita delle vostre cotolette alla bolognese (una variante di quelle “alla milanese”), è importante che le fettine di carne, belle sottili, vengano impanate nella maniera corretta e in due tempi, in modo tale che la panatura risulti poi compatta, quando queste verranno cotte sul fuoco, e croccante. Vi consigliamo, inoltre, di aggiungere un pizzico di sale alle uova sbattute, in modo tale da insaporire le fettine al punto giusto.

Mentre rosola in padella (potete usare anche l'olio al posto del burro), bagnate la carne con un mestolo di brodo di carne per dare più sapore e quando avrà assorbito tutti i liquidi trasferitela su una teglia foderata di carta da forno. A fine cottura, dopo che avrete passato le cotolette in forno per sciogliere il formaggio, potrete arricchire il sapore della carne e conferire al piatto un aspetto raffinato guarnendo le cotolette con del tartufo grattugiato o a scaglie.
 

Curiosità

Questa ricetta delle cotolette al forno prende il nome dalla città di Bologna, patria dell'irresistibile ragù alla bolognese, ed è una variante sfiziosa della più tipica cotoletta milanese preparata con una costoletta di vitello (con l'osso) ripassata nell'uovo sbattuto e nel pangrattato e cotta in padella con il burro chiarificato.

Rispetto alla cotoletta alla milanese, infatti, la cucina bolognese propone una variante decisamente più saporita e cremosa. Inoltre la fettina si presenta molto più sottile. La ricetta emiliana ripropone alcuni degli ingredienti più utilizzati nelle preparazioni della zona, vale a dire il prosciutto crudo e il formaggio.

La cotoletta di vitello alla bolognese, chiamata anche Petroniana, deriva da una preparazione a base di fesa di vitello senza osso registrata formalmente dall'associazione Accademia italiana della cucina e inclusa negli archivi della Camera di Commercio della città emiliana. Nonostante ciò non sono mancate le moltissime rivisitazioni di questa ricetta. Per esempio c'è chi avvolge la carne nella fetta di prosciutto, chi non aggiunge la salsa di pomodoro e chi ci aggiunge scaglie di tartufo (nero o bianco).

Negli ultimi anni si è diffusa una variante ancora più saporita e stuzzicante della ricetta bolognese che richiede di passare la carne prima nella farina e dopo nell'uovo sbattuto e successivamente di spalmare della besciamella su ogni lato della cotoletta. Dopodiché si procede con un'altra impanatura e si continua come nella nostra ricetta.

Per quanto riguarda le origini della ricetta, invece, non si hanno informazioni precise, ma sembra venga preparata dal XVII secolo. Da quel momento in poi è diventato uno dei piatti più apprezzati sia nelle città emiliane che nel resto di Italia.

Tutti conoscono le lasagne alla bolognese, ma qualcuno ha imparato a conoscere la Petroniana soltanto oggi. In realtà da anni esiste un gruppo di appassionati che gira le locande e le trattorie dell'Emilia Romagna alla ricerca della cotoletta alla bolognese migliore.