Santa LuciaPresenta

Bomboloni al forno

Ricetta creata da Galbani
Santa Lucia. Lo spirito creativo di Galbani.
Vota
Media0

Presentazione

I bomboloni al forno sono una variante dalla consistenza più leggera e delicata dei famosissimi bomboloni fritti.


A differenza della ricetta tipica che prevede la frittura in olio di semi, i bomboloni al forno, come facilmente intuibile dal nome, vengono cotti in forno preriscaldato a 180°.
Perfetti per una golosa colazione o una merenda piena di gusto, i bomboloni al forno sono delle soffici paste che racchiudono un goloso ripieno di svariate creme o confetture di frutta.


Farciti con crema pasticcera, con marmellata oppure con crema di nocciole, i bomboloni al forno faranno la felicità di grandi e bambini* e conquisteranno tutta la famiglia coccolandola con la loro dolcezza e fragranza.

Questi squisiti dolci fritti ormai diffusi in tutta Italia sono conosciuti anche con un altro nome: Krapfen. Un nome che sicuramente avrete sentito molte volte e che richiama il dolce caratteristico dell’Austria, identico ai bomboloni nostrani. Ogni regione e Paese fa a gara con le altre per dare vita alle più originali e irresistibili varianti del ripieno. Da nord a sud, passando per il centro Italia, li possiamo gustare in tanti modi diversi che vanno dall'intramontabile crema pasticcera, al cioccolato, alle marmellate di frutta per finire sul pistacchio che negli ultimi anni ha conquistato un posto rilevante nei gusti di sempre più persone.

Insieme a chiacchiere, graffe e castagnole sono tra i dolci di Carnevale più graditi, e al giorno d’oggi sono così apprezzati che si possono gustare tutto l’anno.


Non fatevi scappare l'occasione di gustare una colazione diversa dal solito; continuate a leggere per scoprire come preparare queste deliziose paste dolci in pochi e semplici passaggi.


* sopra i 3 anni 

Facile
8
30 minuti
6-8 ore di lievitazione
Vota
Media0

Ingredienti

  1. 250 g di farina 00
  2. 250 g di farina Manitoba
  3. 180 ml di latte intero
  4. 130 g di zucchero semolato
  5. 120 g di Burro Santa Lucia Galbani
  6. 1 uovo intero
  7. 8 g di lievito di birra
  8. zucchero a velo q.b.

Preparazione

La ricetta di questi sofficissimi bomboloni non è molto impegnativa, basterà seguire i vari passaggi ed il risultato sarà da leccarsi i baffi!

01

Per preparare i bomboloni al forno, iniziate sbattendo con una forchetta l'uovo insieme al latte e al lievito di birra fresco in una ciotola capiente. Aggiungete successivamente i due tipi di farina (di Manitoba e 00), il Burro Santa Lucia tagliato a tocchetti e lo zucchero semolato.

02

Impastate tutti gli ingredienti fino a ottenere un composto abbastanza elastico e della colorazione chiara. Lasciate lievitare l'impasto fino a quando non avrà raddoppiato le proprie dimensioni; il tempo necessario alla lievitazione può variare dalle 6 alle 8 ore.

03

Terminata la lievitazione, stendete l'impasto su una spianatoia coperta con della carta forno e ricavatene dei dischi di pasta (dovreste ottenere indicativamente 12-15 dischi da 1 cm di spessore). Disponete i bomboloni su una teglia coperta con della carta da forno e lasciate lievitare per altri 45 minuti.

04

Infornate ora i vostri bomboloni e lasciateli cuocere a 180° per 15 minuti. Terminata la cottura, sfornate i vostri bomboloni al forno, spennellateli con il Burro Santa Lucia fuso e cospargeteli con dello zucchero semolato o con dello zucchero a velo.

 

05

I vostri bomboloni al forno sono finalmente pronti, volendo potete farcirli con della crema pasticcera, con della marmellata o con della crema di nocciole a vostra scelta.

Varianti

I bomboloni sono un peccato di gola sia per i bambini* che per gli adulti, una sfiziosa alternativa alle più gettonate merende o colazioni. Sono considerati da tutti una specialità dolciaria golosa ed invitante dalla caratteristica fragranza. Nella ricetta il bombolone viene farcito da una profumatissima crema pasticcera che lo rende morbido e soffice.

Come detto in precedenza, la ricetta dei bomboloni al forno viene associata alla festività del Carnevale, in realtà è un dolce così versatile da poter essere gustato tutto l’anno approfittando degli ingredienti tipici di ogni stagione, come la confettura di albicocche, mirtilli e ciliegie, o come la panna montata e le fragole.

Per i palati più audaci e avventurosi che vogliono sperimentare gusti nuovi ed originali, sappiate che esistono creme al cioccolato come quella pasticcera realizzata con latte, uova, zucchero e aggiunta di cioccolato fondente oppure di cacao amaro in polvere.

In alternativa potete provare a farcire i bomboloni con la crema mousseline, originaria della Francia, una crema golosa, vellutata e morbida. Per creare questa bontà di alta pasticceria dovete aggiungere il burro in fase di realizzazione, dividendolo in: metà dose quando la crema è tiepida e l’altra metà quando si è raffreddata.

Un’altra sfiziosa novità può essere quella di rivestire il bombolone con una golosa glassa al cocco, basteranno semplicemente 250 g di zucchero semolato, 1 cucchiaio di Rum, 50 ml di acqua e della Farina di Cocco per realizzarla a parte.

Se volete sperimentare dei bomboloni più delicati e vaporosi senza burro e uova, ma mantenendo invariata la cottura al forno, potete riempirli con patate lesse o in alternativa con un ripieno di sola frutta: per esempio, pesca e banana.

Infine, in alternativa alla cottura al forno vi è ovviamente quella in padella. La preparazione è quasi identica, fatta eccezione per lo zucchero: quelli cotti al forno dovranno essere spolverizzati con zucchero a velo, mentre quelli fritti andranno cosparsi di zucchero semolato. Perciò se siete alla ricerca di una ricetta più rapida, i bomboloni alla crema fanno al caso vostro.

* sopra i 3 anni

Consigli

Tante persone non si cimentano con la preparazione di questo gustoso e soffice dolce, perché pensano sia complicato da preparare e che ci voglia molta pratica oltre che tanto tempo a disposizione. Niente di più errato, sono facili da realizzare, basta un minimo di pratica negli impasti, passione per la cucina e tanta buona volontà. Alla fine il risultato sarà così soddisfacente da premiarvi.

Cosa importante: bisogna stare particolarmente attenti alla quantità di latte da usare affinché questo venga assorbito in modo omogeneo dalla farina senza creare grumi. Questa piccola accortezza permette di avere come risultato un impasto sia morbido che elastico.

Anche la temperatura del latte è importante, perché per sciogliere il lievito di birra ci vogliono 37 gradi all’incirca, una temperatura più alta lo renderebbe inutilizzabile, mentre una più bassa non lo farebbe lievitare. Tenete inoltre presente che più quantità di lievito usate, più il tempo di lievitazione si accelera, portando dunque ad una crescita più rapida.

Un altro consiglio utile per quanto concerne l’impasto, è quello di prepararlo in anticipo visto che la lievitazione richiederà almeno 8 ore prima di poterlo lavorare. Dopodiché potrete impastarlo inserendo il burro con lentezza e pazienza, in modo che ogni pezzetto si amalgami e si incorpori nell’impasto in modo omogeneo, diventando liscio e compatto.

Altre piccole accortezze per rendere i vostri bomboloni sfiziosi e belli da vedere oltre che da gustare: rotolateli nello zucchero a velo o semolato appena usciti dal forno in modo da ricoprire uniformemente tutta la loro superficie. Per profumare l’impasto potete aggiungere una bustina di vanillina durante la preparazione.

Infine, per renderli ancor più invitanti e golosi di quanto già non siano, quando andrete a tirare fuori i bomboloni caldi dal forno, fate un piccolo foro delicatamente sul bordo esterno, precisamente sulla parte che divide il bombolone a metà, facendo in modo che fuoriesca una bella e corposa noce di crema. L’effetto sarà così stuzzicante che nessuno dei vostri ospiti, che siano piccoli* o grandi, riuscirà a resistere dall’addentarli!

 

*sopra i 3 anni

Curiosità

Secondo alcuni questo dolce potrebbe risalire nientemeno che all’epoca romana visto che è stata rinvenuta un’antica ricetta dal titolo “Aliter dulcia” che ricorda per alcuni versi quella dello stesso Krapfen come lo conosciamo ad oggi. Sappiamo già che il bombolone nostrano altro non è che una variante del famoso Krapfen austriaco o tedesco, che si dice fosse già un dolce tipico del Carnevale nel ‘600.

In Italia vi sono molte varianti perché ha attraversato tutta la penisola: è giunto dal nord, dal Trentino è arrivato prima in Toscana e poi fino in Emilia Romagna dove prese il nome di “Bombolone alla crema”. Da quest’ultima si è diffuso ulteriormente ed è diventato famoso su tutto il territorio italiano. Vi sono due grandi ed importanti differenze tra il bombolone romagnolo e quello toscano: nell’impasto del primo viene utilizzato il burro al posto dello strutto e anche la farcitura predilige creme di vario genere, panna o cioccolata, mentre il secondo non prevede le uova tra i suoi ingredienti ed è di solito vuoto.

A Modena hanno assunto il nome di “Crafen” mentre a Napoli sono conosciuti come “Graffe” ed il ripieno solitamente è composto di marmellata di amarene. I bomboloni sono molto popolari anche nel Lazio dove vengono chiamati “Bombe” e il ripieno è sempre realizzato con crema o cioccolato.

Si tratta di un dolce così amato e famoso da avere una festa tutta per lui, parliamo della Sagra del Bombolone, una fiera che si svolge durante l’estate, da fine agosto fino al primo settembre, in Toscana e più precisamente nella città di Lucca. È un evento molto atteso, soprattutto perché si svolge nel pieno della bella stagione coinvolgendo tutte quelle persone che magari si stanno godendo le vacanze nel territorio.

Se il bombolone vi ha conquistati, le ricette di Carnevale vi aspettano!