Santa LuciaPresenta

Biscotti al burro e vaniglia

Ricetta creata da Galbani
Biscotti al burro e vaniglia
Santa Lucia. Lo spirito creativo di Galbani.
Vota
Media0

Presentazione

Il protagonista di questa speciale ricetta sono i biscotti, una preparazione dolce che può essere realizzata in infinite varianti, a base di farina, di semola, di farina di mais, di farro, di tapioca e di molti altri elementi.

Secondo la leggenda la sua origine è legata al viaggio di Giasone e dei suoi Argonauti alla ricerca del Vello d'Oro. Si racconta infatti che Giasone ordinò di preparare il pane per il viaggio, ma il cuoco si addormentò durante l'ultima infornata.

Al suo risveglio si accorse che il pane non era bruciato ma era invece diventato più sottile e leggero. Le sue reali origini non si discostano molto dal mito: con il termine “biscottus” infatti i latini indicavano il pane tagliato a fette e messo in forno per una seconda cottura in modo da favorirne la conservazione e quindi adatto ai lunghi viaggi in mare.

Diffuso nell'alimentazione orientale e occidentale, viene realizzato con molteplici procedimenti, ognuno dei quali valorizza al massimo le peculiarità degli ingredienti utilizzati.

La ricetta che vi sveleremo oggi è quella dei biscotti al burro, friabili bocconcini dalla forma geometrica variamente decorata, fatti con pochi elementi semplici, tra i quali spicca il Burro Santa Lucia.

Preparateli come colazione o merenda sfiziosa e gustateli in compagnia di una tazza di tè o di caffè fumante, per iniziare la giornata con il piede giusto o per concedervi una pausa deliziosa a metà pomeriggio.

Questi biscotti, che si sciolgono in bocca, prevedono pochi ingredienti e una preparazione di difficoltà facile, adatta anche a chi non si sente un pasticcere esperto.

L'impasto potrà essere preparato in planetaria oppure completamente a mano, e potrete impreziosirlo con le gocce di cioccolato per donare ai biscotti un vostro tocco personale.

Non vi resta ora che seguire la nostra ricetta e cimentarvi in questa preparazione.

Facile
4
35 minuti
Vota
Media0

Ingredienti

  1. 90 g di Burro Santa Lucia Galbani
  2. 100 g di zucchero
  3. 1 uovo
  4. 200 g di farina
  5. ½ cucchiaino di lievito per dolci
  6. 1 cucchiaino di essenza di vaniglia
  7. 1 pizzico di sale

Preparazione

 I biscotti al burro sono l'ideale per grandi e bambini*, deliziosi e fragranti stupiranno anche i palati più esigenti. Ecco a voi il procedimento per realizzarli al meglio.

01

Per prima cosa lavorate a crema, con l'ausilio di una forchetta, il Burro Santa Lucia insieme allo zucchero.
Una volta che avrete ottenuto una crema morbida aggiungete l'uovo, il pizzico di sale e l'essenza di vaniglia. Lavorate il tutto. Quindi incorporate la farina setacciata insieme al lievito.

02

Amalgamate velocemente tutti gli ingredienti, dopodiché trasferite l'impasto nella spianatoia precedentemente infarinata. A questo punto impastate il tutto fino a ottenere un composto compatto.

03

Ad operazione conclusa date alla pasta la forma di un panetto, dunque avvolgetela con un foglio di pellicola trasparente e mettetela a riposare in frigorifero per mezz'ora.

04

Trascorso il tempo indicato prelevale l'impasto dal frigorifero e stendetelo su una spianatoia infarinata fino a creare una sfoglia dello spessore di 3-4 millimetri. Quindi, con una formina ritagliate i vostri biscotti al burro, dopodiché adagiateli su una placca da forno foderata in precedenza con carta da forno.

05

Concludete la preparazione dei dolci infornandoli a 180° per 10-12 minuti circa. I biscotti saranno pronti quando la loro superficie risulterà bella dorata. Una volta cotti, sfornate i dolci, cospargeteli di zucchero a velo e serviteli.

Varianti

Perfetti per un compleanno in famiglia e per molte altre occasioni, i biscotti al burro saranno un successone. Vediamo insieme alcune varianti di questa preparazione, che vi permetteranno di portare in tavola biscotti sempre diversi.

Provate a realizzare dei fantastici biscotti al cioccolato: basterà aggiungere circa 30 g di cacao amaro in polvere alla vostra preparazione e il tutto acquisterà un sapore cioccolatoso, perfetto da tuffare in una tazza di latte. Divertitevi inoltre a provare stampini dalle forme diverse e create biscotti a forma di stella, di cuore, di alberello, o ciò che più vi piace.

Un'altra idea potrebbe essere farcire due dischi di pasta frolla con la marmellata oppure con le mele cotte e spolverizzarli con lo zucchero a velo per un tocco finale che li renda belli da vedere e buonissimi da mangiare.

Una variante golosa sono invece i biscotti al latte. Per realizzarli partite unendo burro e zucchero fino a ottenere un composto sabbioso. Poi aggiungete l'uovo e il latte a filo. In ultimo, unite lievito e farina setacciati. Lavorate il composto con le mani e formate un panetto da far riposare in frigorifero. Dopo mezzora, stendetelo con un mattarello e date forma ai vostri biscotti.

Per un sapore goloso con cui stupire i vostri ospiti, provate anche lapasta frolla al cocco, perfetta per realizzare dei biscotti davvero unici.

Altre varianti potrebbero essere dei biscotti senza glutine e senza lattosio, ugualmente golosi e fragranti. Basterà in questo caso sbattere le uova con lo zucchero, poi aggiungere la farina e l'olio di semi a filo. In ultimo, aggiungete vanillina, lievito ed acqua e mescolate fino a ottenere un composto privo di grumi. Stendete poi l'impasto tra due fogli di carta forno e date ai biscotti la forma che preferite.

E se siete amanti dei sapori autunnali, provate anche i biscotti alla zucca. Basterà aggiungere della purea di zucca a un impasto di farina 00, zucchero, uovo, olio e lievito e il risultato è garantito.

Infine a tutti gli amanti della pasta frolla consigliamo di provare lacrostata con marmellata ai frutti di bosco, perfetta per allietare le vostre colazioni e le vostre merende.

Suggerimenti

La pasta frolla è una preparazioni perfetta per questi biscotti e per molte crostate. Ecco alcuni consigli per realizzarla al meglio.

Un primo accorgimento è utilizzare sempre il burro freddo da frigorifero e tagliarlo a tocchetti all'ultimo momento. Il consiglio è utilizzare la tecnica della sabbiatura. Per farlo mettete la farina 00 in un mixer e aggiungete poi il burro. Azionate le lame e fate andare per qualche secondo, poi spegnete e azionate nuovamente. Questo farà in modo che il burro non si scaldi. Un suggerimento: setacciate la farina prima di utilizzarla.

Dopo aver aggiunto lo zucchero e l'uovo, azionate ancora le lame giusto il tempo necessario a far formare un composto, poi il consiglio è sempre trasferire il tutto sulla spianatoia e lavorare con le mani.

Per aiutarvi, potete cospargere la spianatoia di farina. Ricordate di amalgamare molto velocemente e formare il prima possibile un panetto: in questo modo la vostra pasta frolla sarà perfettamente fragrante.

Indispensabile è il riposo in frigorifero che deve essere di circa 30 minuti.

Per rendere l'impasto più friabile, vi consigliamo di utilizzare soltanto il tuorlo delle uova, mentre per gli amanti dell'impasto dorato basterà aggiungere un cucchiaino di miele alla preparazione. Per una frolla invece più morbida aggiungete il lievito per dolci, ne basterà un cucchiaino.

Ora non vi resta che preparare la pasta frolla e utilizzarla per realizzare le ricette che più vi piacciono. Che ne dite di una crostata con marmellata di castagne? Il suo sapore vi sorprenderà. Buon appetito a tutti!

Curiosità

Perfetta per realizzare questi biscotti e moltissimi altri dolci, la pasta frolla è uno degli impasti più conosciuti in pasticceria e quasi tutti, chi prima e chi dopo, ci troviamo a utilizzarla. Ma quando è nata?

Non esistono documenti certi che ci indichino come questo composto sia stato ideato, tuttavia, secondo le fonti, la pasta frolla era giù conosciuta intorno all'anno Mille, dopo che in Europa era arrivata la canna da zucchero dall'Egitto.

Ma è soltanto a partire dal Seicento che questa preparazione prese piede e si diffuse in tutta Europa, come testimonia la sua descrizione all'interno di un famoso manuale di cucina dell'epoca ad opera di Bartolomeo Scappi.

Di pasta frolla, tuttavia, non ne esiste soltanto una, ma ce ne sono di diversi tipi. Abbiamo per esempio la Sablè, con un 50% in più di burro, correlato al peso della farina; oppure la frolla Milano con il 50% in più di burro e zucchero, sempre comparato al peso della farina; o ancora la frolla montata con il 60% in più di zucchero rispetto al peso della farina.

Ecco ora alcune nozioni anche sul burro, tra i protagonisti di questa ricetta. Secondo le fonti, il processo di burrificazione era già conosciuti nel 1500 a.C. e nel Medioevo questo prodotto era utilizzatissimo per cucinare.

Il burro può derivare dal latte di mucca, di capra o di pecora e può essere senza sale, con poco sale oppure salato. Ogni burro ha un diverso utilizzo in cucina ed è perfetto per realizzare piatti dolci o salati. Si tratta, infatti, di un alimento davvero molto versatile.

 

*sopra i 3 anni