Light pizza: preparazione e ingredienti leggeri

La pizza piace a tutti, a qualunque età, in qualsiasi periodo dell’anno, a pranzo e a cena. Non sempre però è possibile mangiarla, soprattutto per chi vede nella dieta un punto importante per una alimentazione corretta ed equilibrata.

Ma chi segue una dieta non deve necessariamente rinunciare al piacere di una buona pizza, anzi: se inserita correttamente nel piano alimentare settimanale, si può consumare senza problemi, ricordando che è la combinazione di una sana alimentazione e un workout costante a dare benessere al corpo. Dopo una sessione di sport, nulla vieta di gustarsi una deliziosa pizza croccante.

Potrete preparare comodamente a casa una versione fitness di questo amato piatto, ma non per questo meno buona. Leggerezza non significa rinunciare al gusto! Anzi, seguendo i nostri consigli potrete sfornare pizze che non hanno nulla da invidiare alla pizza di pizzeria.

Scopriamo insieme come realizzare una light pizza e l’importanza della scelta dei condimenti nelle varianti sia rosse che bianche.

Come fare una pizza light

Gli ingredienti base per preparare una pizza light rimangono gli stessi di una pizza normale: farina, lievito di birra, acqua e sale. Ricordandovi di non mettere a contatto nelle fasi iniziali lievito e sale, che comprometterebbero la lievitazione dell’impasto, la preparazione dell’impasto prevede una sua lavorazione, manuale o con l’aiuto di una planetaria, per almeno 15 minuti.

Per facilitare la lievitazione, potete utilizzare il siero di kefir. Quando avrete ottenuto un risultato omogeneo, perfettamente amalgamato, lasciatelo lievitare in un ambiente privo di ossigeno (il consiglio è di inserire l’impasto in una ciotola sigillata con pellicola e lasciarlo dentro il forno spento). Un impasto ben lavorato e ben lievitato è essenziale per ottenere una pizza altamente digeribile.

In alternativa alla canonica farina di grano tenero, potete utilizzare quella di avena, più leggera ma comunque dai valori nutrizionali completi, buona fonte di fibre, proteine, minerali. Inoltre, è priva di glutine. Non solo: è possibile fare la pizza con farina di mais, la pizza con farina di farro, la pizza con farina di ceci. C'è solo da scegliere!

Condimenti per una pizza light

La pizza può essere considerata leggera a patto di considerarla piatto unico (non bisogna mangiare altro per cena) e di mettere i condimenti di un certo tipo e nelle giuste quantità.

Va considerato che la pasta abbonda di carboidrati e che le calorie della pizza non dipendono unicamente dalla tipologia di farina che si va a scegliere, ma da diversi fattori. Per cominciare, la mozzarella. Il condimento principe della pizza ha delle valide alternative che non alterano la leggerezza del piatto, a patto che scegliate una mozzarella light.

Se invece voleste provare gusti e combinazioni differenti, potete scegliere formaggi alternativi, come la ricotta o il parmigiano a scaglie. È bene evitare anche salumi, formaggi grassi, alimenti sott’olio.

Ma niente paura: le ricette hanno il solo limite della fantasia e possono esserne realizzate per tutti i gusti, combinando gli alimenti per trovare un sapore sempre nuovo, anche nelle varianti leggere. Quindi prendete una teglia, della carta forno, stendeteci sopra il vostro impasto e date sfogo al vostro estro!

Pizze bianche leggere

Le pizze bianche necessitano attenzione, perché l’assenza di salsa di pomodoro potrebbe portare a inondare di olio la pasta per evitare che questa si secchi in cottura, compromettendo però una nutrizione più equilibrata.

Si può evitare il rischio realizzando una salsa alternativa a quella di pomodoro, come una crema di zucca o un pesto di zucchine (stando attenti a non renderli troppo carichi). Una soluzione che garantisce così anche un impatto cromatico diverso da quello solito ma di uguale bellezza.

Le verdure in generale sono il condimento ideale per un’ottima pizza bianca. Ad esempio, la pizza con pomodorini si può anche abbinare del radicchio e del parmigiano a scaglie, oppure si può pensare all'aggiunta di melanzane grigliate. Avete mai provato a realizzare una variante insaporita con un mix di erbe aromatiche?

Pizze rosse leggere

La variante canonica, quella rossa, abbonda di sali minerali e vitamine grazie al pomodoro, e in fondo non c’è nulla di più leggero della semplicità: la pizza alla marinara è la soluzione ideale, con un condimento fatto solo di pomodoro, origano, aglio e un goccio di olio extravergine d'oliva.

La pizza con melanzane è un’altra idea eccellente da scegliere quando preferite i condimenti a base di verdure. Potete optare anche per un piatto vegetariano e realizzare una fantastica pizza con funghi una saporitissima pizza ortolana.

Non solo: potete preparare per voi e i vostri ospiti una gustosa pizza senza mozzarella o una Margherita versione pizza grano saraceno.

E che ne dite di una versione senza lievito? Vi basta preparare una squisita pizza con bicarbonato, facilissima da realizzare.

Basta poco per rendere la vostra cucina meglio del ristorante!