Pizza 4 Stagioni e Pizza Capricciosa: origini e differenze

Pizza 4 Stagioni e Pizza Capricciosa: origini e differenze

In principio era la pizza napoletana. Poi sono arrivati altri tipi di pizza: variazioni altrettanto saporite, ma più ricche di ingredienti. Tra di esse, alcune delle specialità più famose della gastronomia italiana sono la 4 stagioni e la capricciosa. Due pizze simili nel condimento, tutte e due ugualmente buone, che spesso vengono confuse tra di loro. Qualcuno pensa addirittura che la capricciosa sia una versione della 4 stagioni.

In realtà, la 4 stagioni e la capricciosa sono pizze ben diverse, che hanno due storie ben distinte e, pur assomigliandosi, non vanno assolutamente confuse.

Tra le domande che ci si pongono più di frequente su queste due pizze ci sono quelle che riguardano il tipo di ingredienti utilizzati: sono gli stessi per tutte e due le pizze? Entrambe prevedono l'uso di acciughe e prosciutto? Insieme alla domanda sulla disposizione del condimento: "è uguale per entrambe?". Le persone che apprezzano questo cibo, da buoni buongustai, già conosco le risposte, ma non demordete presto ne sarete anche voi a conoscenza.

Siete curiosi di saperne di più sulla pizza 4 stagioni e sulla capricciosa, sulla loro storia e sulla loro preparazione? Allora continuate a leggere per conoscere tutte le curiosità su questi due famosi piatti unici!

Pizza 4 stagioni e pizza capricciosa: differenze

Dopo la ricetta della pizza napoletana, la pizza margherita, la pizza ai quattro formaggi e la pizza marinara, le pizze 4 stagioni e capricciosa sono sicuramente due tra le pizze più famose in assoluto.

Molto simili nel condimento, tant'è che molti pensano che tra di esse non ci sia differenza e finiscono per confonderle l'una con l'altra. La pizza 4 stagioni e la pizza capricciosa sono due piatti unici che hanno in realtà diverse differenze, che riguardano sia il modo in cui sono nate, sia gli ingredienti che vengono utilizzati per condirle.

La pizza 4 stagioni, i suoi ingredienti e la loro disposizione, derivano dalle abitudini dei ricchi signori medievali, mentre la capricciosa è nata dalla necessità di condire la pizza con quel che c'era nel frigo.

Per quanto riguarda i condimenti, essi sono molto simili: oltre a mozzarella, origano e pomodoro, la capricciosa viene condita con funghi, carciofini, acciughe e olive; mentre la ricetta della 4 stagioni prevede che la pizza venga condita con carciofini, olive nere, funghetti e l'aggiunta di listarelle di prosciutto cotto.

Storia della pizza capricciosa

La storia della pizza capricciosa è quasi banale nella sua semplicità, tanto che è sempre stata considerata come la cenerentola delle pizze, battuta solo dalla pizza hawaiana. Si tratta, come molte ricette tipiche, di una ricetta nata dalla necessità e dalla fantasia dei pizzaioli che, non avendo più abbastanza ingredienti per condire le loro pizze, utilizzavano ciò che si trovava in frigo o in dispensa.

Il risultato è una pizza rossa gustosa, un po' rustica, che è diventata famosa e apprezzata in tutta italia e ancora oggi si trova nei menu delle pizzerie italiane.

Storia della pizza 4 stagioni

La pizza 4 stagioni, invece, ha una storia decisamente più prestigiosa. Al contrario di quello che si può pensare: la divisione in quattro parti ben distinte poco ha a che fare con il susseguirsi di primavera, estate, autunno e inverno ed ha invece molto a che fare con le abitudini dei ricchi nobili e signori del Medioevo quando avere il piatto stracolmo di molte pietanze, anche diverse tra loro, era simbolo di ricchezza e benessere.

Infatti la farcitura della pizza quattro stagioni è nata proprio per riprendere quell'abitudine dei ricchi signori medievali di riempirsi il piatto con ogni ben di Dio; tant'è che alcune versioni della quattro stagioni prevedono anche l'aggiunta della salsiccia o di un uovo sodo (un po' come la pizza bismarck), alla già nutrita lista di ingredienti di questa pizza, che prevede ingredienti gustosi, tra gli altri, funghetti champignons o funghi porcini, carciofini, prosciutto cotto e olive.

Come fare la pizza capricciosa

Per realizzare la ricetta della pizza capricciosa, dovrete preparare un impasto con: 200 g di farina 00; 200 g di farina Manitoba; 200 ml di acqua; 1/2 cubetto di lievito di birra; 3 cucchiai di olio extravergine di oliva; 5 g di sale

Per condirla, invece, vi serviranno: 300 g di passata di pomodoro; 250 di Mozzarella Cucina Santa Lucia Galbani; 60 g di funghi champignon al naturale; 6 filetti di acciughe sott'olio; 8 carciofini sott'olio

Per prima cosa preparate l'impasto. Mescolate in una ciotola le farine, il sale, il lievito disciolto in una parte dell'acqua prevista dalla ricetta e 3 cucchiai di olio extravergine di oliva. Lavorate gli ingredienti fino a quando non saranno ben amalgamati e non avranno formato una palla compatta ma soffice.

Trasferite la pasta in una ciotola, copritela con della pellicola e mettetela a lievitare per circa 3 ore. Trascorso il tempo di lievitazione, dividetela in panetti e lasciateli per un'altra ora, poi stendete ogni panetto, formando dei dischi di impasto. Condite poi la base della pizza capricciosa mettendo prima la salsa di pomodoro, poi la mozzarella tagliata a cubetti, infine il resto degli ingredienti, iniziando con le acciughe e le olive e terminando con i funghi a fettine e i carciofini.

Procedete con la cottura della capricciosa in forno ben caldo a 240° per circa 20 minuti, una volta cotta non vi resta che assaporarla!

Come fare la pizza 4 stagioni

Per realizzare la pizza 4 stagioni, dovete preparare l'impasto seguendo le istruzioni che trovate nel paragrafo precedente, per realizzare l'impasto della pizza capricciosa.

Per quanto riguarda il condimento, invece, avrete bisogno di: 250 g di polpa di pomodoro; 250 g di Mozzarella Cucina Santa Lucia Galbani; 120 g di funghi champignon al naturale; 120 g di carciofini sott'olio; 70 g di olive nere denocciolate; 80 g di prosciutto cotto

Dopo aver realizzato l'impasto e averlo lasciato lievitare per un tempo sufficiente, preparate la mozzarella tagliandola a dadini e riducete il prosciutto cotto a listarelle. Scolate l'olio in eccesso dai carciofini, tagliateli a metà e preparate le olive denocciolate.

Tirate l'impasto della pizza, realizzando i dischi che diventeranno le vostre pizze 4 stagioni, poi condite la superficie con il pomodoro e la mozzarella tagliata a cubetti. Infine, aggiungete gli altri ingredienti, funghetti, carciofini, prosciutto e olive, dividendo idealmente il disco in 4 spicchi e mettendo ogni ingrediente su un singolo spicchio.

Cuocete la pizza quattro stagioni nel forno preriscaldato a 240° per circa 20 minuti. Ed ecco pronta la vostra profumatissima pizza!