Modi di dire italiani sulla pizza

Modi di dire italiani sulla pizza

La pizza è famosa in tutto il mondo ma forse non tutti sanno che il 17 gennaio è il giorno ufficiale della pizza italiana, conosciuta in tutto il mondo come pizza napoletana. Il successo della regina delle pizze, la margherita, si deve certamente all'esperienza dei pizzaioli nella preparazione dell'impasto, rigorosamente a lunga lievitazione, alla qualità delle semplici materie prime per la sua realizzazione ma soprattutto al richiamo immediato alla convivialità che interpreta al meglio la cultura del cibo di noi italiani.

Bastano davvero pochi ingredienti per essere felici ogni giorno; pomodoro San Marzano, mozzarella fiordilatte, del buon olio extravergine d'oliva e tanta passione. Questi sono i colori veri della cucina italiana che sono alla base del Belpaese e che vengono tramandati da generazioni per mantenere vivo il senso di famiglia che ci appartiene.

Rotonda, in teglia, al taglio o da asporto: in qualunque forma la buona pizza è l'orgoglio napoletano ed il perno fondamentale del turismo italiano nel mondo. È nata a Napoli e si sa che il capoluogo partenopeo è la culla di proverbi, nati dalla sapienza popolare come consigli di vita e poi tramandati nel tempo come pietre miliari di cultura. I napoletani ci sanno fare con le parole e da lì sono nati numerosi modi di dire sulla cucina, sul cucinare e sul cibo.

Modi di dire napoletani sulla pizza

Il segreto della ricetta della pizza margherita, nata dalle sapienti mani di Raffaele Esposito per celebrare la regina Margherita di Savoia? La preparazione di condimenti genuini, la lunga lievitazione e la cottura rapidissima in forno a legna con soltanto uno spolvero di farina per non alterarne troppo i sapori. Aurelio Fierro cantava il celebre ritornello che celebrava la pizza Ca' Pummarola n'coppa, ovvero con la salsa di pomodoro in superficie.

A Napoli i tre grandi sterotipi sono la pizza, il mandolino e lo scugnizzo, ovvero il ragazzo della vita di strada che giocava con lo strummolo, la trottola di legno con cui ci si sfidava per le strade partenopee. Nella cultura campana infatti proverbi ed i modi di dire legati al cibo sono spesso legati anche alla famiglia e alla capacità di sfamarsi;

Nu pate d”a mangià a ciente figlie! Ciente figlie nun danno a mangià 'nu pate.

(Un padre sfama cento figli, cento figli non sfamano un padre)

Così recita un celebre proverbio napoletano. L'atto del mangiare accompagna spesso il modo di dire partenopeo perché dona gioia e sollievo dalla povertà che il capoluogo viveva, soprattutto in epoca borbonica. Tutte le ricette della storia campana sono accompagnate da ingredienti semplici proprio per questo.

Fatte 'na pizza / lievete 'o sfizio.

Questo era il ritornello che Pino Daniele cantava nell'omonima canzone.

Per questo molte pietanze della cucina napoletana sono ricette di riuso, come la frittata di pasta o la mozzarella in carrozza. La verità è che la pizza condita con abbondanza di ingredienti è un prodotto della cucina moderna. Provate a paragonare la pizza margherita ad una pizza chiena. Noterete la differenza!

Modi di dire scherzosi sulla pizza

Nei ristoranti italiani da Roma in giù si trovano pasta e pizza su ogni menù, a differenza del nord dove trionfano polente e sughi d'arrosto.

Gli spaghetti con il sugo al pomodoro e la pizza margherita sono d'obbligo in ogni trattoria che si rispetti. Anche il cinema italiano ha caratterizzato la scenografia perfetta per far trionfare questi piatti: da Alberto Sordi a Totò, fino ad arrivare a Sophia Loren, la cucina semplice italiana è sempre stata il simbolo della genuinità. Il gusto inimitabile degli ingredienti che dà carattere ai piatti si accompagna al modo di essere vivace e scherzoso di noi italiani. Talvolta i modi di dire nascono come pratico consiglio:

Pizza, pizza margherita, se mangi con le mani poi ti lecchi le dita, cantava Pino Daniele.

Goliardico anche il sagace Massimo Troisi, grande comico napoletano del cinema italiano:

A Napoli si può mangià solo ‘a pizza e ‘e spaghetti. Infatti teniamo ‘o fegato noi che è rovinato, no pecché sempre cu ‘sta pizza e spaghetti, non si può mangia’ niente, è vietato proprio… Infatti ‘na vota tornai a casa, tornai a casa mia all’improvviso accussì. Bussai alla porta e sentette a mio padre che dice: «Chi è?». «So’ Massimo.» Mio padre ha aperto: «Meno male che si’ tu, viene avanti, stammo magnanno ‘e gnocchi».

Frasi e aforismi

Vi presentiamo qui di seguito una breve raccolta di frasi e aforismi sulla pizza italiana che sapranno certamente strapparvi un sorriso, oltre che stimolarvi l'appetito!
 

Se si fa in quattro per renderti felice, è una pizza.

(Anonimo)
 

Se c’è un piatto universale, quello non è l’hamburger bensì la pizza, perché si limita a una base comune – l’impasto – sul quale ciascuno può disporre, organizzare ed esprimere la sua differenza.

(Jacques Attali)
 

Il segreto della pizza è l’acqua.

Il segreto della pizza è il pomodoro.

Il segreto della pizza è la farina.

Il segreto della pizza è l’impasto.

Il segreto della pizza è il forno a legna.

Il segreto della pizza è un segreto.

(Anonimo)
 

Ho una storia d’amore con la pizza… diciamo che è una specie di “pane e amore e carboidrati”!

(Julia Roberts)
 

Oggi in tutto il mondo sono specialmente i giovani ad aver adottato la pizza. Io trovo che questo sia un fatto consolante e indicativo: c’è qualcosa di elementare, pulito, allegro, nella pizza, che mi fa pensare subito un gran bene dei suoi seguaci.

(Sophia Loren)
 

La pizza è l’unico triangolo amoroso che vorrei.

(Anonimo)
 

L’amore senza bacio è come la pizza senza formaggio.

(Anonimo)