Le misure e le dimensioni delle pizze

Le misure e le dimensioni delle pizze

Quant'è buona la pizza: da mangiare in pizzeria con la famiglia, a casa o al taglio per un pranzo veloce, il suo gusto è inimitabile e riconosciuto in tutto il mondo come base della buona cucina italiana. La vera ricetta della pizza napoletana, per essere chiamata tale, però, deve presentare determinate caratteristiche di quantità e peso dell'impasto, temperatura di cottura in forno a legna, lievitazione e dimensione. Esistono numerose ricette di pizze ma la napoletana verace è una sola. Per l'Associazione Verace Pizza Napoletana i panetti di pizza devono avere un peso compreso tra i 200 e i 280 g e un diametro del prodotto finale tra i 22 e i 35 centimetri.

Per soddisfare le esigenze di tutti quei pizzaioli che non possono soddisfare al dettaglio i canoni di preparazione della margherita verace, magari per la presenza di forni elettrici o per ragioni di praticità, sono stati creati diversi tipi di pizze che soddisfano misure e tempi di lievitazione e preparazione diversi, da valutare anche in base alle temperature e allo spazio e alle dimensioni interne del locale, alla presenza o meno del riscaldamento, all'uso di materiali differenti, ecc. Per questo sono nate le pizze al taglio, in teglia, la pizza al tegamino o la famosa pizza al metro, meglio conosciuta come pizza romana, bassa, senza cornicione e croccante, che presenta molti vantaggi nella vendita da asporto e nella lavorazione. Non necessitando della cottura in forno a legna può cuocersi anche nel forno elettrico ed è un piatto super, da gustare in compagnia. La pizza al metro però non è l'unica tra le varianti in centimetri della pizza napoletana. Scopriamo insieme quali sono le altre!

Quante dimensioni di pizze esistono

In base alla tipologia di preparazione le pizza si dividono in:

  • pizza rotonda: è la pizza che tutti conosciamo. Si tratta di una monoporzione, stesa su una superficie piana, come un piano cottura, che può prevedere la cottura in forno elettrico, così come quella nel forno a legna. È la tipica pizza con un maggiore contenuto di glutine che può essere stesa in vari spessori, da quello normale, della pizza napoletana, a quello sottile della pizza romana, più bassa e croccante;
  • pizza sulla pala: in questo caso la pizza viene preparata in un formato più grande, di maggiore larghezza rispetto alla solita pizza. La cottura in forno viene effettuata senza ausilio di teglie, direttamente sulla superficie del forno, dove l'impasto viene trasferito tramite apposite pale per la pizza;
  • pizza in teglia: anche in questo caso le dimensioni sono notevolmente maggiori, ma la pizza viene cotta su una teglia che può essere quadrata o rotonda. Solitamente vengono scelte delle dimensioni standard.
  •  

La scelta di un forno per la pizza adatto alle dimensioni dell'impasto non è da trascurare. Ciascun pizzaiolo dovrà scegliere la camera di cottura del proprio forno in base al prodotto finale da ottenere. Per ottenere pizze in teglia sarà necessaria un'altezza della camera inferiore rispetto a quella necessaria a cuocere pizze monoporzione o familiari rotonde, che necessiteranno di uno spazio decisamente più grande per una cottura uniforme, soprattutto se si tratta di un forno a legna.

Pizze singole e pizze al metro

Le dimensioni delle pizze variano da regione a regione. La celebre pizza al metro, nata nella provincia sorrentina, pare sia l'antitesi della pizza al taglio, oggi diffusa in modo omogeneo in tutta la penisola italiana. Per la sua cottura sono necessari forni particolarmente lunghi; alcune pizzerie, non disponendo di forni di tali dimensioni, hanno creato una versione intermedia tra la pizza rotonda e la pizza al metro, denominata "pizza su due piatti", nella quale è possibile scegliere più di un condimento.

Solitamente l'impasto necessario per realizzare un metro di pizza prevede l'utilizzo di un kg di farina e non ci sono particolari indicazioni sull'alimentazione del forno per cuocerla. Il forno elettrico è quello più diffuso perché più facile da gestire con tali quantità di impasto ma qualche pizzeria, ritornando sulle orme del passato, preferisce utilizzarle la cottura a legna. Un forno per uso domestico non potrebbe cuocere tali quantità di impasto se non suddivise in più panetti!

Diametro della pizza maxi

La pizza maxi, chiamata anche pizza familiare o gigante, deve presentare un diametro di 46 centimetri e un peso dell'impasto della base pari circa a 500g. Le misure, infatti, sono esattamente il doppio dell'impasto per la pizza al forno verace napoletana.

La pizza maxi è adatta alla condivisione durante una serata con gli amici o in serate con numerosi invitati ed è perfetta per soddisfare i gusti di tutti; infatti, è possibile farcirla con più ingredienti, dividendo a metà i condimenti. Volete provarne a realizzare una ma non avete un forno abbastanza grande? Provate a realizzare la pizza in padella. Se ne sceglierete una abbastanza grande otterrete una maxi pizza con estrema facilità!

Diametro della pizza baby

Se per voi una pizza è troppo grande e non volete appesantirvi, potete provare l'impasto per la pizza baby. Il diametro, spesso, è quello di una pizza normale (tra i 29 e i 32 centimetri) ma ciò che fa la differenza è la quantità di impasto utilizzata. Un bravo pizzaiolo dovrebbe dimezzare le quantità d'impasto per la sua realizzazione.

Attenzione anche ai costi di questo tipo di pizza: se ordinate una pizza baby o mini dovreste anche pagarla meno. Molti pizzaioli, invece, possono proporvi una pizza mini al prezzo di una normale. In questo caso stanno probabilmente utilizzando lo stesso impasto senza stenderlo troppo, dando una forma più piccola all'impasto. La pizza baby dovrebbe avere un diametro comunque importante perché va stesa adeguatamente, come una pizza normale.

Provate a realizzarne una in casa nella versione della pizza ortolana o della pizza con peperoni, utilizzando come farcitura della passata di pomodoro, della mozzarella e della verdura di stagione. Sarà un modo per far gustare anche ai vostri bambini* i sapori degli ortaggi! Con questi consigli sulle dimensioni dell'impasto potrete diminuire o aumentare le quantità di farina da aggiungere al vostro impasto per pizza: prestate soltanto attenzione alle dimensioni del vostro forno!

*sopra i 3 anni