Come cuocere la pizza alla perfezione: tempi di cottura in base al forno

Come cuocere la pizza alla perfezione: tempi di cottura in base al forno

Dalla scelta dell’impasto, tra la preparazione della pizza con lievito istantaneo, della pizza con lievito madre o con lievito di birra fresco, alla selezione del metodo di cottura, ogni fase della preparazione della pizza è importante.

Questo impasto a base di farina, lievito di birra, acqua, olio extravergine d'oliva e sale è ormai conosciuto in tutto il mondo e molte sono le rivisitazioni.

Non solo può essere modificato il tipo delle farine da aggiungere all’impasto, dalla farina 00 alla farina integrale, dalla farina di Manitoba alla farina di semola, ma anche gli ingredienti del condimento e il tipo di cottura.

Si può scegliere come cuocere la pizza in più di un modo, infatti ne esistono davvero tanti: nel forno elettrico di casa, nel microonde o nel forno a legna. E se non avete un forno, non disperate, infatti potete preparare una sfiziosa pizza anche in padella.

A seconda che preferiate preparare una pizza morbida col cornicione alto, come la pizza napoletana, o una pizza croccante, come la pizza romana, le tecniche che dovete utilizzare sono differenti: per esempio, nel caso di una pizza soffice, farete attenzione ai tempi di lievitazione e a lasciare l’impasto in un’ampia ciotola a temperatura ambiente.

Continuate a leggere se siete curiosi di sapere quanti e quali sono i migliori trucchi e consigli per ottenere una pizza perfetta usando differenti modalità di cottura.

La miglior temperatura per cuocere la pizza

Per sapere come cuocere la pizza in modo eccellente innanzitutto dove fare attenzione alla temperatura a cui deve essere cotta.

Per essere cucinata in modo omogeneo la pizza deve essere messa nel forno elettrico di casa già caldo o nel forno a legna ben scaldato o, ancora, sulla padella riscaldata. È importante infatti che l’impasto venga cucinato senza lasciare parti crude. Molto usata, per raggiungere la cottura dell’impasto uniforme, è la pietra refrattaria.

Continuate a leggere per conoscere le differenti temperature in base al modo di cottura scelto.

Come cuocere la pizza nel forno elettrico di casa

Penserete che leggendo questo paragrafo su come cuocere la pizza nel forno di casa non troverete alcuna novità, in quanto è il metodo più comune da tutti utilizzato per cucinare la pizza al taglio. In realtà vogliamo fornirvi alcune indicazioni che renderanno le vostre pizze uniche.

Vi consigliamo di non accendere il forno appena iniziate a preparare se avete deciso di utilizzare, per l’impasto della pizza, una farina forte che contiene molto glutine, idonea per realizzare un impasto elastico e adatta alle lunghe lievitazioni, o il lievito madre che vi garantirà una pizza morbida.

In questi casi, infatti, dovrete lasciare il panetto, preparato mettendo nella planetaria farina, lievito, acqua ed olio extravergine d’oliva, a lievitare per alcune ore a temperatura ambiente o in frigo, nei periodi più caldi.

Se non avete la planetaria potete comunque impastare a mano unendo insieme ciascun prodotto elencato. Per la lievitazione e maturazione dell’impasto per la pizza mettete il panetto in una ciotola ampia e coprite con la pellicola trasparente: più tempo lo lascerete lievitare, più avrete l’impasto morbido, simile a quello delle focacce. Se non avete la pellicola coprite l’impasto con un canovaccio.

In forno solitamente le pizze vengono cotte dopo averle stesein unateglia, che potete rivestire con della carta forno e alluminio o che potete ungere con dell’olio, prima della stesura della pasta, così da evitare che l’impasto si attacchi alla teglia.

Innanzitutto, considerate che a seconda che la pizza sia condita o meno, i minuti e la temperatura di cottura sono diversi. Se infatti avete scelto il condimento della pizza Margherita, con salsa di pomodoro, mozzarella e basilico, o della pizza con ricotta e zucchine, la cottura dovrà avvenire per un tempo più prolungato rispetto alla pizza bianca condita con solo sale e rosmarino.

Vediamo ora la differenza tra la cottura nel forno statico e nel forno ventilato. Nel primo caso dovete stare attenti alla cottura, infatti per i primi 5 minuti la pizza in teglia va posizionata in basso, mentre per i successivi 15 minuti deve essere posta a metà del forno, preriscaldato a 200°.

Differentemente dalla modalità adottata per la cottura nel forno statico, se avete il forno ventilato potete lasciare la pizza al centro del forno per tutti i 20-25 minuti previsti per la cottura a 200°.

Per una cottura uniforme mettete la teglia nel forno preriscaldato. Durante il tempo in cui fate scaldare il forno potete preparare il condimento delle pizze, magari facendo in casa anche la passata con i pelati.

Infine vi sveliamo due trucchi:

  • vi consigliamo di utilizzare la Mozzarella Cucina Santa Lucia Galbani, ottima perché essendo già privata dei liquidi in eccesso lascerà la vostra pizza croccante e deliziosa;
  • un particolare modo di cottura della pizza è la pizza al tegamino, una ricetta tipica piemontese che prevede la cottura in un piccolo padellino fatto in acciaio o in ferro.

Come cuocere la pizza surgelata nel microonde

Il microonde è uno strumento utile in cucina, soprattutto per chi ama i piatti già pronti che devono essere scaldati. Se poi avete nel freezer l’impasto della pizza congelato, sarete felici di sapere che alcuni microonde hanno la funzione per velocizzare lo scongelamento.

Questo elettrodomestico può essere usato per cuocere la pizza al microonde, precedentemente impastata, lasciata lievitare, stesa e infine condita ad esempio con la farcitura della pizza Margherita o della pizza ai 4 formaggi. Mettetela in microonde per una cottura media di circa 10-12 minuti a 250 W.

Come cuocere la pizza senza forno

Se non avete il forno o volete provare un metodo alternativo per il procedimento di cottura della pizza potete seguire il metodo della pizza in padella o della pizza alla brace.

Nel primo caso dovete assicurarvi che la padella sia calda: cuocete la pizza su entrambi i lati e conditela sul lato cotto per primo.

Se poi avete organizzato un barbecue provate la cottura della pizza alla brace, anche in questo caso a metà cottura dovete girare l’impasto sulla griglia in modo che venga cotto uniformemente.

Come e quanto deve cuocere la pizza nel forno a legna

Se avete un forno a legna sicuramente vorrete conoscere i trucchi su come e quanto deve cuocere la pizza.

Quando il forno avrà raggiunto la massima temperatura di 400-430° potete infornare la pizza, vedrete che in massimo 2 minuti sarà pronta. Vista l’alta temperatura e il calore emanato, la pizza tonda va messa nel forno e tolta con la pala, per evitare di scottarsi.

La cottura della pizza nel forno a legno da un lato conferisce all’impasto sapori e aromi unici, ma dall’altro richiede un constante controllo nel tenerlo caldo.