Cosa fare con la pasta della pizza: idee e utilizzi alternativi

Cosa fare con la pasta della pizza: idee e utilizzi alternativi

È incredibile il numero di pietanze che si possono preparare con pochi semplici ingredienti. Basta utilizzare una manciata di farina, qualche centilitro d’acqua, un po’ di lievito, un pizzico di sale e un filo d’olio per dar vita a piatti unici e gustosi.

Ma cosa si può fare con la pasta della pizza? Oggi scoprirete alcune idee da aggiungere al vostro ricettario per impiegare la pasta della pizza non soltanto per cibi salati, ma anche dolci. La preparazione di dolci con l’impasto della pizza è poco diffusa, ma i risultati vi stupiranno. Potete, infatti, impiegarlo in sostituzione del pan di spagna nelle torte e della pasta frolla nelle crostate, con tanto di crema pasticcera o cioccolato come farcitura. Avrete così modo di stupire i vostri commensali con una pizza dessert.

Meno indicata è invece per la preparazione di brioche o biscotti per via della sua consistenza troppo morbida per un biscotto e troppo fragrante per una brioche.

La ricetta da seguire per ottenere l’impasto è quella classica, dovrete soltanto variare le dosi a seconda del lievitato che volete realizzare.

Di seguito quattro proposte salate da realizzare per un buffet fatto in casa in cui i protagonisti saranno il gusto e, ovviamente, la pasta per la pizza.

Come fare la pizza fritta

Vediamo cosa si può fare con la pasta per la pizza. Sicuramente uno dei piatti popolari più antichi e sfiziosi è la pizza fritta, tipico cibo di strada molto consumato soprattutto in Campania.

Per preparare l’impasto basta versare in una planetaria la farina 00, il lievito di birra sbriciolato e l’acqua. Via via che si lavora il composto incorporate il sale e, infine, l’olio extravergine di oliva. Mettete a riposo l’impasto in una ciotola coperta con un canovaccio umido e calcolate una prima fase di lievitazione di circa due ore. Quando la pasta è ben lievitata dividetela in panetti di uguale misura e lasciateli lievitare, sempre coperti, per almeno un'altra mezz’ora.

Una modalità alternativa prevede la copertura dell’impasto con la pellicola e la sua conservazione dentro il frigorifero. Questo metodo è particolarmente indicato se pensate di anticipare la lavorazione della pasta di molte ore rispetto alla fase di cottura, per esempio la mattina per la sera.

Dopo aver steso la pasta disponete il condimento soltanto su metà base, l’altra metà infatti servirà per coprirlo dandogli la forma di una mezzaluna. Potete farcire la vostra pizza fritta con pomodoro, mozzarella e qualsiasi altro ingrediente stuzzichi il vostro appetito. Particolarmente gradevole risulta con ricotta e salame.

Assicuratevi di chiudere per bene le estremità e immergete la pizza nell’olio bollente. La ricetta napoletana vuole che la pizza venga fritta in un tegame. Qualsiasi strumento utilizziate, fate in modo che tutta la pizza risulti coperta d’olio, giratela con cura e scolatela non appena risulterà bella dorata.

La mezzaluna avrà una consistenza morbida al centro e croccante sui bordi con un ripieno goloso e filante.

Se vi avanza un po’ di impasto potete formare delle piccole palline da friggere così da avere anche delle zeppoline o delle frittelle di pasta per accompagnare la pizza fritta.

Come fare gli hot dog con la pasta per pizza

La seconda ricetta che prevede l’utilizzo della pasta per pizza è una proposta di finger food: gli hot dog. Sono ideali per stupire i vostri invitati con antipasti appetitosi e informali.

La preparazione è molto semplice e veloce. Dovete stendere la base, anche aiutandovi con un matterello, in modo da ottenere una sfoglia dello spessore di circa mezzo centimetro. Tagliate la pasta a spicchi e avvolgete dentro ciascuno spicchio la salsiccia arrotolandolo a partire dall’estremità più grande. L’aspetto finale sarà simile a quello di un cannolo, ma salato. Per rendere ancora più golosi gli hot dog spennellate la superficie con il tuorlo delle uova, questo trucchetto donerà un colore intenso alla pasta cotta.

A questo punto metteteli a cuocere in forno statico preriscaldato alla temperatura di 200° per 10 minuti e serviteli solo dopo che si sono intiepiditi.

Per un sapore più stuzzicante potete spalmare della senape sullo spicchietto di pasta per pizza prima di arrotolarvi il salsicciotto. Non la sentite l'acquolina in bocca?

Come fare i panini per hamburger con la pasta per pizza

La pasta per pizza può essere utilizzata per preparare dei fragranti panini per hamburger ottimi da proporre per un barbecue cogli amici.

Ciascun panetto dovrà pesare all’incirca 50 o 100 grammi a seconda della grandezza che volete dare al vostro panino. Spennellate la superficie con l’uovo sbattuto, ricoprite coi semi di sesamo e infornate in modalità statica a 180° in forno preriscaldato per 15 minuti.

Il vantaggio dei panini fatti in casa sta nella loro capacità di assorbire le salse e il formaggio filante esaltandone il gusto. Inoltre, potete utilizzarli anche per accompagnare secondi e contorni in sostituzione del pane.

Se anche in questo caso vi è avanzato dell’impasto potete stenderlo su una teglia con le mani, cospargerlo con un po’ di origano e abbondante olio extravergine d'oliva aromatizzato al rosmarino e ottenere un’ottima focaccia al rosmarino da spiluccare nell’attesa che gli hamburger siano pronti.

Se farciti con degli affettati i panini per hamburger sono perfetti per aperitivi sfiziosi e feste di compleanno, magari serviti insieme a delle pizzette di melanzane.

Come fare i panzerotti con la pasta per pizza

Un altro intramontabile cibo di strada sono i panzerotti, un piatto diffuso in varie zone d'Italia e dalle molteplici versioni. È uno dei lievitati più invitanti che potrete mai mangiare e va gustato rigorosamente fritto, anche se può essere senza alcuna difficoltà cotto al forno, gusterete dei golosissimi panzerotti al forno.

I panzerotti degni di questo nome si distinguono per la loro soffice pasta, vi consigliamo quindi di dedicare più cura ai tempi di lievitazione realizzando una pasta per pizza con lievito madre.

Scatenate quindi gusto e fantasia abbinando gli ingredienti che più vi piacciono per creare un ripieno appetitoso. Potete mettere insieme prosciutto cotto e formaggio, pomodoro e melanzane, un mix di verdure oppure besciamella e patate.

La cosa più importante è chiudere bene la pasta facendo pressione coi polpastrelli in modo tale che il condimento non esca fuori, ma soprattutto che l’olio non penetri all’interno facendo fuoriuscire tutta la farcia.

Chi preferisce prodotti senza glutine può utilizzare farine alternative, per esempio quella di riso, per tutte le pietanze suggerite.