Come condire il pomodoro per la pizza: la salsa perfetta

come condire il pomodoro per la pizza: la salsa perfetta

Il pomodoro è uno degli ingredienti essenziali della pizza, tanto che il disciplinare dei pizzaioli lo ritiene imprescindibile nella preparazione delle due varietà di pizza più antiche: la Margherita e la marinara.

Al di là dei gusti personali per quanto riguarda il condimento, bisogna assicurarsi di ricercare degli ottimi ingredienti: oltre a una farina adatta alle proprie esigenze e a una gustosa mozzarella dall’aspetto bianco e liscio, è necessario dedicare la giusta attenzione alla selezione del pomodoro.

Condire la pizza con una salsa mal riuscita può rovinare l’intero piatto e lasciare un brutto ricordo in chi la sta mangiando. Per molti mangiare la pizza è un momento sacro di goduria estrema, e chi ci tiene lo sa quanto è importante che l’impasto sia fragrante e ben cotto, che la mozzarella sia filante e gustosa, e che la salsa sia gradevole e nella giusta quantità. Il rosso del pomodoro deve risultare equilibrato rispetto al bianco della mozzarella e al colore dorato dell'impasto e non deve strabordare quando la pizza viene tagliata. Tutto deve essere in perfetto equilibrio.

Ecco, quindi, qualche semplice suggerimento su come condire il pomodoro per la pizza e sfornare una deliziosa pizza con pomodorino oppure una particolare pizza tonno e cipolle.

Quale pomodoro scegliere per condire la pizza

Per condire la pizza solitamente basta aggiungere prima di qualsiasi altro condimento la passata di pomodoro alla base, così facile da stendere e sempre a portata di mano.

Ma ognuno potrà creare la propria ricetta variante, utilizzando le varie possibilità che l’oro rosso offre in cucina.

La passata è infatti sostituibile coi pomodori pelati che vengono schiacciati con una forchetta e insaporiti con alcuni ingredienti base. Oppure gli stessi pelati possono essere sostituiti direttamente con la polpa di pomodoro per ottenere una pizza dall’aspetto e dalla sapore più rustico.

Gli sperimentatori possono optare per alcune conserve sfiziose, per esempio quelle di datterino o ciliegino o il pomodorino del piennolo campano.

Ma il vero re dei pomodori è senz’altro la varietà san Marzano, proveniente dalla zona dell’agro nocerino-sarnese che si trova in Campania, che non a caso è la patria della pizza.

Soprattutto chi ama la pizza condita con il pomodoro fresco non può non provare almeno una volta nella vita questa tipologia.

Altre varietà di pomodoro molto apprezzate sono il Pachino, prodotto in Sicilia, e il pomodorino giallo, dal sapore molto dolce e impiegato soprattutto nelle prelibate pizze gourmet.

Come preparare il pomodoro per condire la pizza

Il pomodoro per la pizza può essere preparato pochi minuti prima della sua infornata, perché non richiede grande impegno nella sua preparazione.

Se utilizzate la passata, basterà versarla in una ciotola e darle un po’ di sapore con qualche condimento a vostro piacere.

Chi non gradisce il sapore aspro del pomodoro, ma non vuole rinunciare alla sua pizza rossa, può benissimo ovviare riducendonel’acidità aggiungendo un cucchiaino di bicarbonato o qualche granello di zucchero da regolare in base alla quantità utilizzata ma senza esagerare.

Se preferite utilizzare i pomodori pelati, assicuratevi di togliere quei pezzettini di buccia che talvolta restano attaccati. Quindi tagliuzzateli grossolanamente e schiacciateli con la forchetta fino a ottenere una polpa. Per evitare che la base della pizza resti cruda eliminate l’acqua in eccesso che viene rilasciata dai pelati quando li sminuzzate. Per far asciugare i pelati potete scaldarli in padella, ma assicuratevi di non aggiungere il pomodoro ancora caldo sulla pizza.

La salsa perfetta con cui condire la pizza deve raggiungere il disco di pasta di pizza a una temperatura che sia medio-bassa.

Nel caso del pomodoro fresco, questo va opportunamente lavato e asciugato per bene prima del suo impiego. Ogni frutto va privato della parte danneggiata e tagliato in quattro parti così da ottenere piccoli spicchi di misura uguale.

In alternativa, se preferite una via di mezzo fra una pizza bianca e rossa potete aggiungere i pomodori tagliati a fette di spessore medio da disporre orizzontalmente sulla pizza e coprire uniformemente la superficie, come in una bella e saporita pizza caprese.

Come condire il pomodoro per la pizza

Sebbene la bontà dei piatti dipenda sempre dal gusto personale, anche il pomodoro ha bisogno di una piccola aggiustatina di sale e per chi lo preferisce anche di pepe.

A seconda dell’uso che ne volete fare potete condire il vostro pomodoro in diversi modi. Scopriamo come condire il pomodoro per la pizza.

Nel caso delle pizze semplici basta aggiungere un filo d’olio extravergine e qualche fogliolina di basilico per rievocare il profumo dell'intramontabile ricetta pizza Margherita. Potete completare in questa maniera prima della messa in forno o in uscita. Per le pizze rosse è preferibile l’uso delle erbe aromatiche come l’origano, largamente diffuso, o il rosmarino, per un sapore più particolare.

L’aglio è un perfetto alleato per esaltare il sapore del pomodoro, ma non tutti amano mangiarlo o sentirne l'odore. Per una salsa dal gusto deciso potete preparare il pomodoro con qualche ora di anticipo condendo con olio, sale, pepe, origano e uno spicchio d’aglio schiacciato da togliere all’occorrenza prima di versare il sugo sulla base.

Quanto pomodoro mettere sulla pizza

C’è chi preferisce la pizza con poca salsa, chi sugosa e piena di pomodoro come la pizza senza mozzarella, e chi semplicemente rossa senza aggiunta di mozzarella o abbinamenti con altri formaggi.

La soluzione ideale è versare tanto pomodoro quanto basta, che in termini di cucina vuol dire un mestolo abbastanza capiente oppure due cucchiai abbondanti per una pizza dal diametro medio, corrispondente a circa 30 centimetri. Calcolate quindi le dosi in base al numero di panetti che dovrete condire.

Distribuite la salsa uniformemente sull’impasto, cercando di rimanere dentro il perimetro e lasciare due centimetri di cornicione. Aiutatevi con il mestolo o con il cucchiaio stesso partendo dal centro e creando una spirale verso l’esterno.

Se siete poco esperti o non avete molta fiducia nel vostro forno potete disporre un primo strato di salsa per poi a metà cottura aggiungere un altro po’ di pomodoro e finire con il condimento. Questo permetterà che l’impasto venga cotto uniformemente senza rischiare di restare crudo al centro a causa del troppo liquido creato dalla miscela dei vari ingredienti aggiunti.