Come rimediare a cibi troppo salati

Come rimediare a cibi troppo salati

Quando in cucina si esagera con il sale, un pranzo o una cena possono diventare vere e proprie catastrofi. Equilibrare la sapidità in un piatto è una cosa fondamentale per il suo successo.

È importante sapere che alcuni alimenti più di altri hanno la loro sapidità e che va bilanciata con l’aggiunta di sale. Sicuramente vi sarà capitato di assaggiare una pietanza che già era nel piatto e accorgervi che il sale fosse decisamente troppo e l’unica cosa che vi è sembrato giusto fare è stata buttare via tutto.

Da oggi non sarà più così perché esistono tanti modi per rimediare a questo piccolo errore e salvare piatti che avete magari cucinato per ore.

Come rimediare a un piatto troppo salato

Come rimediare a un piatto troppo salato

Ed ecco qualche consiglio interessante su come rimediare quando vi accorgete che il piatto che avete cucinato con tanta cura e magari per ore è, purtroppo, molto salato.

Ingredienti versatili e amato da tutti, lepatate, oltre che ingolosire in tutte le loro declinazioni grandi e piccini*, sono un ottimo rimedio per risolvere il problema di una pietanza troppo salata.

Se il cibo è già nel piatto, non scoraggiatevi, non dovrete buttare via tutto: vi basterà tagliare a fettine dello spessore di 5 mm una patata gialla, metterla nei piatti e aspettare che diventi trasparente. Cosa è successo? La porosità della patata ha assorbito tutto il sale in eccesso e voi potrete gustare ciò che avete cucinato.

In alternativa alle patate, anche una zolletta dizucchero andrà benissimo. Aggiungetela al piatto e aspettate qualche minuto, facendo attenzione che non si sciolga amalgamandosi al cibo. Lo zucchero si può aggiungere anche agli impasti troppo salati: se avete preparato una pastella per fritti, l’impasto per una focaccia o per una pizza, aggiungete un cucchiaino di zucchero e assaggiate.

Se vi è rimasto in dispensa un po’ di pane raffermo, siete salvi. Aggiungete la crosta alla pietanza troppo salata e lasciatela lì per pochi minuti: assorbirà tutto il sale in più.

Intervengono a salvare i vostri piatti troppo salati anche il limone o la mela, in particolare quella verde. Se durante la cottura vi accorgete che la pietanza è davvero troppo salata, tagliate una fettina di mela e aggiungetela in pentola: riuscirà ad assorbire il sale in eccesso.

Anche il brodo si rivela efficace per aggiustare un piccolo errore culinario. Se è il brodo di carne a risultare troppo salato, vi basterà prelevare dalla pentola con un mestolo una parte del liquido e aggiungere la stessa quantità di acqua bollente. Questo bilancerà perfettamente la sapidità della preparazione.

Se volete però consigli più dettagliati su come rimediare a risotti, arrosti, piatti di pesce e zuppe con troppo sale, proseguite nella lettura dell’articolo e scoprirete moltissimi trucchetti utili e interessanti.


*sopra i 3 anni

Risotto troppo salato

Risotto troppo salato

Il risotto è un piatto particolare, una preparazione che richiede attenzione, tempi lunghi e molta cura. Ma può capitare anche allo chef più esperto di esagerare con il sale. Magari dimenticate di averlo già messo e lo aggiungete per una seconda volta, non calibrate bene la presa e ne mettete troppo. Sono tante le cose che possono succedere in cucina, si sa. Da oggi però saprete cosa fare quando, assaggiando il vostro prelibato risotto, vi accorgerete che portarlo in tavola sarebbe un errore.

Il risotto prevede una preparazione lenta ed elaborata, che necessita della costante presenza del cuoco per tutta la cottura. Mentre si prepara un risotto, è buona regola assaggiare ad ogni passaggio per verificare cottura del riso e sapidità della preparazione. Ma può capitare di distrarsi e di arrivare a fine cottura con un risotto troppo salato. Che fare?

Uno dei rimedi che vi suggeriamo è quello di utilizzare subito un po’ disucco di limone. Ne basteranno poche gocce ben mescolate al riso per dare una equilibrata acidità al piatto che riuscirà a coprire l’eccesso di sale.

Se è un riso alle verdure che state preparando, ad esempio un risotto con zucchine, potrete provare anche ad aggiungere una mezza zucchina a tagliata a dadini che assorbirà il sale.

Tra i suggerimenti, anche quello di aggiungere circa 50 g di riso cotto e insipido alla preparazione. In questo caso, però, dovrete avere la fortuna di averlo pronto, a vostra disposizione.

Troppo sale nell’arrosto

Troppo sale nell’arrosto

Se per il pranzo della domenica avete preparato un succulento arrosto con una buona insalata di patate come contorno, ma assaggiandolo vi accorgete che le dosi di sale che avete aggiunto sono esagerate, potete subito provare a rimediare con l’aggiunta di erbe aromatiche.

Unitele immediatamente al fondo di cottura e spolverizzatele sulla carne: il loro sapore e il loro aroma riuscirà a mitigare la presenza di sale in eccesso.

Se vi accorgete che l’arrosto è davvero troppo salato mentre è ancora in cottura, ritenetevi fortunati: c’è un metodo infallibile che riuscirà a salvare il vostro piatto. Estraete la teglia dal forno e, aiutandovi con un coltello da cucina dalla lama affilata, incidete la carne, copritela con 5 o 6 cucchiai di acqua calda e rimettetela in forno. Proseguite la cottura per altri 15 minuti e il vostro arrosto è salvo.

Nel caso in cui abbiate preparato un arrosto ripieno, invece, vi suggeriamo di ricorrere, come già anticipato in altri casi, all'aggiunta di erbe aromatiche. Sceglietene una, ad esempio il timo o il rosmarino che sono particolarmente adatti a legarsi con i sapori di queste preparazioni, e unitelo all’arrosto.

Troppo sale nel pesce

Troppo sale nel pesce

Un buon branzino alla griglia, una gallinella in padella, un gustoso filetto di salmone ai ferri sono piatti di pesce che facilmente si realizzano a casa. Ma cosa fare quando al primo assaggio il pesce risulta troppo salato?

Fortunatamente uno dei rimedi che servono per la riduzione di sale in eccesso in un piatto si lega molto bene con il sapore del pesce: stiamo parlando del limone. In questo caso, infatti, sarà facile aggiungere qualche goccia di limone che copra l’eccessiva sapidità e risulti anche gradevole al palato come abbinamento al piatto preparato.

Oltre al limone, dobbiamo nuovamente citare un altro frutto che può venirvi in aiuto: la mela. Qualche fettina di mela verde riuscirà a salvarvi la cena.

Anche l’aceto sicomporta proprio come il succo del limone, ma attenzione ad utilizzare il prodotto giusto. Non sarà infatti un aceto qualsiasi a salvare il vostro piatto, ma solo ed esclusivamente un aceto di mele con il suo sapore delicato che esalterà il gusto del pesce e saprà controbilanciare la sapidità eccessiva.

Inoltre, potete mitigare il sapore di un pesce troppo salato accompagnandolo con una salsa insipida. Potete preparare la salsa perfetta anche all'ultimo momento mescolando 1/3 di maionese e 2/3 di panna da cucina. I condimenti dolci, infatti, bilanciano i sapori e riescono a rendere gli alimenti buoni e gustosi.

Zuppa troppo salata

Zuppa troppo salata

Se vi accorgete che ad essere troppo salata è la vostra zuppa, siete fortunati: è infatti la preparazione più facile da correggere da un eccesso di sale.

La zuppa di verdure, infatti, si presta a moltissime varianti che possono diventare trucchi sapienti per intervenire quando il sale è davvero troppo.

Anche nel caso della verdura, il succo di limone e la mela possono essere validi alleati.

L’aggiunta di succo di limone, infatti, riuscirà a mitigare il troppo sale senza interferire tropo con il sapore della preparazione e, anzi, riuscirà a conferirle un gusto ancora più particolare e ricercato.

La mela verde, invece, non interviene sul gusto, ma riesce ad assorbire bene il sale in eccesso. Abbiate cura di sbucciarla per renderla ancora più porosa, privarla dei semini e immergerla nella zuppa ancora calda per circa 5 minuti. Assaggiate prima di portare in tavola e servite.

Il limone e le male vanno benissimo anche nel caso di una zuppa di legumi che sia eccessivamente salata, ma in questo caso, tra i suggerimenti c’è anche quello di aggiungere del riso.

Fate bollire 50 g di riso senza sale, sistematelo in una garza, chiudetela con uno spago da cucina e immergetela per 5 minuti nella zuppa. Coprite con il coperchio e lasciate che il riso assorba il sale in eccesso per almeno 5 minuti. Assaggiate per verificare che la sapidità del piatto si sia mitigata e servite.

Ad una zuppa, che sia di legumi o di verdura, potete aggiungere un po’ di acqua. È un rimedio quasi infallibile. Non dimenticate, però, che anche l’aggiunta di unapatata intera alla preparazione è un ottimo rimedio. Basteranno pochi minuti, acoperchio chiuso, per fare in modo che la patata assorba il sale in eccesso e renda la vostra zuppa di nuovo gustosa e ben bilanciata.

Se vi piacciono le zuppe particolarmente cremose, potete correggere l’eccesso di sale anche aggiungendo un cucchiaio di fecola di patate. Mitigherà il sapore del cibo e lo renderà cremoso.

Molto indicato nel caso delle zuppe anche il latte. Una sola raccomandazione: aggiungetelo caldo e state attenti alle dosi.

Troppo sale nei piatti a base di pomodoro

Troppo sale nei piatti a base di pomodoro

Per salvare dall'eccessiva sapidità i vostri piatti a base di pomodoro esistono diversi trucchi.

Cominciamo con il primo: la panna da cucina. La panna è un ingrediente che riesce bene a bilanciare il gusto dei sughi a base di pomodoro che siano troppo salati. Anche una crema di formaggio andrà benissimo, purché il suo sapore riesca ad abbinarsi bene con la preparazione.

Oltre a panna e crema, anche il latte potrà aiutarvi a recuperare un sugo che credevate perduto insieme al miele e all’aceto di mele. Aggiungetene a piccole dosi e assaggiate per verificare che l’equilibrio della preparazione si sia ristabilito.

Se il vostro sugo è in cottura e assaggiandolo, poco prima di spegnere il fuoco, vi accorgete che è davvero troppo salato e che sicuramente provocherà le lamentele di tutta la famiglia, siete ancora in tempo per correre ai ripari: aggiungete semplicemente altra salsa.

Anche l’acqua, nel caso di un sugo di pomodoro troppo salato, può essere utile. Potrete aggiungerla, però, solo se il vostro sugo è particolarmente denso. Anche nel caso del sugo, vogliamo consigliarvi di aggiungere una patata. Immergetene una di medie dimensioni, sbucciata e lavata, fino alla fine della cottura.

Potete aggiungere al sugo anche un po' di burro, a seconda della quantità della vostra preparazione.

Nel sugo è possibile aggiungere anche lo zucchero per bilanciare il sale in eccesso. Due zollette di zucchero potranno bastare, ma vi consigliamo sempre di assaggiare prima di essere sicuri del risultato. Anche un cucchiaino di bicarbonato potrà fare il suo ruolo.

Questi consigli valgono anche se state preparando degli involtini di carne al sugo o un buon piatto di polpette al pomodoro a cui potrete aggiungere anche il peperoncino, grande alleato in queste occasioni.

Verdure troppo salate

Verdure troppo salate

Se avete scelto di portare in tavola per una cena in famiglia un buon piatto di alette di pollo fritte e come contorno avete deciso di abbinarvi una bella portata di verdure cotte, ma vi accorgete che avete esagerato con il sale, il rimedio c’è ed è sicuro ed efficace.

Se le verdure sono state bollite o cotte al vapore, trasferitele subito in una padella, riempitela fino a raggiungere 1 cm di altezza con acqua naturale e cuocete per pochi minuti, coprendo con un coperchio. Questa operazione farà in modo che il sale in eccesso ormai assorbito dalle verdure, si disperda nell'acqua. Scolatele e servitele, saranno perfette.

Altrimenti, potete sistemare le verdure cotte in uno scolapasta e passarle sotto il getto dell’acqua corrente molto fredda. Questo metodo, oltre ad eliminare il sale in eccesso, mantiene la cottura delle verdure che resteranno di un bel colore brillante e particolarmentecroccanti.

Se le verdure troppo salate sono invece state cotte in padella, niente paura, esiste un metodo semplicissimo a cui ricorrere. Modificate la quantità del cibo: aggiungete un altro peperone, un’altra zucchina, altre carote o un’altra melanzana e l’eccesso di sale non si avvertirà più.

Come nel caso dell’arrosto, anche con le verdure troppo salate vale la regola delle erbe aromatiche: sceglietene una e aggiungetela al piatto e ricordatevi di servirlo sempre ben caldo, il calore copre molto bene l’eccesso di sale.

Le erbe aromatiche salvano anche altre ricette: un piatto di uova al forno troppo salate o pizze e focacce che, ovviamente, non potranno più essere farcite con salumi o formaggi. Diversamente, l’aggiunta di olio extravergine d’oliva aiuterà le vostre erbe a svolgere meglio il loro compito.

Cosa non fare

Cosa non fare

Dopo aver elencato tutti i metodi a cui ricorrere per rimediare all'eccessiva sapidità degli alimenti preparati, ora vi suggeriamo quali sono le cose da non fare:

1) Se vi siete accorti che il piatto è troppo salato ma non vi è possibile ricorrere ai metodi sopra indicati, evitate di indugiare facendo raffreddare la pietanza. La temperatura alta del cibo, infatti, riesce a mitigare la sapidità eccessiva del piatto.
2) Evitate di portare in tavola un piatto senza prima assaggiarlo ed evitate di aggiungere il sale in una volta sola. Aggiungerlo alla pietanza inpiccole quantità, infatti, vi aiuterà a regolarvi meglio e a evitare un errore a cui dover successivamente rimediare.
3) Non aggiungete il sale troppo presto: lasciate che il vostro sugo, la vostra zuppa o la vostra minestra cuociano per almeno 10 minuti prima di aggiungerlo. Questo perché i liquidi tendono a evaporare e dunque, a fine cottura, il cibo risulterà sicuramente più saporito.
4) Se quello di aggiungere le erbe aromatiche è un buon metodo per bilanciare la sapidità di un piatto, aggiungere delle spezie come zenzero, curry, cardamomo o cumino sarebbe un errore irrimediabile. Da escludere anche i formaggi o salse sapide come la senape.
5) Aggiungere dell’acqua fredda all'acqua della pasta mentre bolle non è un’ottima idea perché blocca la cottura. Prima di aggiungere acqua fatela bollire in un pentolino.
6) Evitate di aggiungere troppo sale quando nella ricetta sono previsti ingredienti come acciughe, capperi, olive o parmigiano grattugiato. Siate parsimoniosi e aggiustate di sale a piccoli gradi, mentre procedete con la cottura.