Come fare lo strudel

Come fare lo strudel

Lo strudel si classifica tra i dolci più famosi del Trentino Alto Adige, del Veneto e del Friuli-Venezia Giulia; è però un prodotto tipico non solo della cucina italiana del nord, ma anche di Austria e Germania.

Le sue origini ci portano fino agli Assiri, poi nell’antica Grecia e in Turchia dove, sin dal lontano 1500, si preparava il baklava (un dolce di frutta secca e spezie avvolte in un guscio di pasta). Dalla Turchia la ricetta si diffuse in Ungheria e dall’Impero ottomano all’Austria, mantenendo il pregio di una sottilissima pasta tirata a mano che, in alcune versioni più recenti, viene tuttavia sostituita con la pasta frolla e con la pasta sfoglia.

Oggi impareremo tutte le ricette possibili dell’impasto, quanti e quali sono i ripieni che si possono scegliere e vedremo come preparare una stuzzicante e golosa ricetta nella quale lo strudel diventa un piatto salato adatto ad arricchire un ricercato buffet di antipasti o una cena informale tra amici.

Usate la fantasia e ideate un ripieno unico per questo dolce tipico trentino, oppure prendete spunto dalla nostra ricetta di strudel di mele e abbinate a vostro piacere mele e pinoli, oppure mele e uvetta o ancora pinoli e cannella.

Con pasta sfoglia

Come fare lo strudel di mele con la pasta sfoglia

La ricetta classica dello strudel avvolge un ripieno dolce in una sfoglia sottile e croccante che si amalgama alla perfezione con i sapori delle mele, dell’uvetta, delle pere, delle castagne e di altri frutti di stagione.

Ed ecco come preparare ad arte uno strudel di mele con la "pasta tirata", una ricetta semplice ma che richiede una certa manualità e che dovrete imparare per poter dire di essere all’altezza dei migliori pasticceri del Trentino-Alto Adige.

Per prima cosa, dedicatevi all’impasto per il quale vi serviranno:

  • 250 g di farina bianca 0;
  • un pizzico di sale;
  • 2 cucchiai di olio o 50 g di burro fuso appena tiepido;
  • qualche goccia di succo di limone;
  • 1 uovo medio.

Se avete tutti gli ingredienti della pasta, iniziate a preparare il dolce di strudel di mele e seguite i passaggi indicati:

  1. raccogliete la farina in una terrina, aggiungete il sale, l’olio (o il burro fuso) e il succo di limone;
    2. sgusciate al centro l’uovo, mescolate e incominciate ad impastare con la punta delle dita, unendo poca acqua tiepida, quanto basta per amalgamare il tutto;
    3. continuate ad impastare energicamente fino a quando la pasta risulta abbastanza compatta;
    4. a questo punto, lavoratela di polso e sbattetela ripetutamente sulla tavola fino a renderla perfettamente lisciaed elastica. Se vi piace mettere le mani in pasta e siete un pochino esperti, vi accorgerete di aver fatto un buon lavoro se riuscirete ad impastare una pasta che sia un po’ più morbida di quella per le tagliatelle;
    5. formate una palla, avvolgetela nella pellicola trasparente e lasciatela riposare. Un trucco per rendere più facile stenderla è quello di tenerla al caldo durante il tempo di riposo. Vi suggeriamo, dopo averla raccolta a palla, di ungerla con un filo di olio di semi, poggiarla su un piano infarinato e coprirla con una pentola capiente che avrete fatto scaldare per qualche minuto sul fuoco.

Nel frattempo preparate il ripieno per il quale vi serviranno:

  • 800 g di mele Golden private della buccia (in generale le mele adatte allo strudel sono le Golden e le Renette, cioè tipi di mela dalla polpa compatta e farinosa, che non rilasciano troppo liquido in cottura);
  • 80 g di zucchero;
  • 50 g di burro;
  • il succo e la scorza grattugiata di un limone;
  • 50 g di pinoli e di uvetta;
  • 2 cucchiai di pangrattato;
  • 2 cucchiai di rum (opzionale, da non usare se lo strudel è destinato ai bambini*) e un cucchiaino di cannella in polvere.

Per preparare questo sfizioso ripieno, in cui alle mele si unisce il gusto di uvetta e pinoli, seguite questi passaggi:

  1. sbucciate le mele, privatele del torsolo e tagliatele a fettine molto sottili;
    2. mettetele in una terrina con lo zucchero, l’uvetta ammollata, la scorza e il succo del limone e mescolate fino a farli amalgamare

Preparato il ripieno, continuate la ricetta:

  1. trascorsa un’oretta circa, stendete la pasta dello strudel; inizialmente con un mattarello su una tovaglia infarinata (o un ampio canovaccio), sistemata sopra una spianatoia. Quando sarà già abbastanza sottile, strisciatevi sotto le mani chiuse a pugno e, sollevandola leggermente, tiratela fino a renderla sottilissima, quasi trasparente, facendo attenzione a non forarla;
    2. distribuitevi 50 g di burro, che avrete leggermente rosolato in padella con il pangrattato, quindi aggiungete il ripieno di mele ricoprendo tutta la superficie della sfoglia e lasciando libero solo un bordo di un paio di centimetri;
    3. arrotolatela aiutandovi con la tovaglia, poi spennellate la superficie dello strudel di abbondante burro fuso e infornatelo a 200° in forno statico per 30-35 minuti.
    Se non avete tempo di preparare la sfoglia dello strudel potete acquistare la pasta fillo, dal sapore neutro e adatta sia per i dolci che per ricette salate; il risultato sarà diverso da quello della ricetta storica, ma in ogni caso speciale.

Servito caldo o comunque tiepido, lo strudel dà il meglio di sé: al taglio si liberano i profumi della frutta che lo rendono ancora più stuzzicante.

Un consiglio: prima di servire, non dimenticate mai una spolverizzata di zucchero a velo.

Spesso lo strudel di mele viene servito insieme ad un ciuffo di panna montata o con una pallina di gelato alla vaniglia e, se vi piace l’idea, aggiungete accanto al gelato una stecca di cannella, profumata e decorativa per un dessert che saprà conquistare grandi e piccini*.

Se volete un altro consiglio, per colazione o merenda tagliate lo strudel a fette e servitelo accostandovi diversi tipi di marmellate in più ciotole, così che ognuno possa scegliere la propria preferita.

Una variante gustosa e diversa dal solito, impiega la farina di frumento per l’impasto e nel ripieno aggiunge le nocciole. Se vi interessa questa preparazione, gli ingredienti sono:

  • 250 g di farina di frumento;
  • 8 mele renette;
  • 49 g di nocciole;
  • 1 uovo;
  • 100 g di zucchero;
  • una manciata di pangrattato;
  • 1 limone;
  • rum (anche in questo caso da non includere tra gli ingredienti se lo strudel è destinato ai bambini*);
  • 25 ml di olio extravergine d’oliva;
  • sale;
  • cannella.

Per portare in tavola questo delizioso dolce seguite il procedimento:

  1. sbucciate le mele, affettatele eliminando i torsoli e mettetele in una terrina;
    2. aggiungete lo zucchero, un pizzico di cannella, il succo del limone, eventualmente una spruzzata di rum, le nocciole tritate e mescolate;
    3. preparate la pasta lavorando con poca acqua tiepida la farina, l’uovo, l’olio e una presa di sale;
    4. stendetela fino a formare il solito rettangolo sottilissimo e cospargete con uno strato di pangrattato;
    5. adagiate uniformemente sulla sfoglia il composto di mele, zucchero e nocciole e arrotolate il dolce come di consueto, sistematelo su una placca rivestita di carta forno e infornate a 180° per 40 minuti. Lo strudel sarà pronto quando avrà preso un bel colore dorato, se necessario prolungate la cottura ancora per alcuni minuti a forno ventilato, al fine di ottenere una certa croccantezza della pasta.

Lo strudel è ottimo a colazione e a merenda, ma anche come dessert alla mela per concludere un pranzo o una cena elegante. Ricordate di spolverizzarlo di zucchero a velo al momento di servire.

Qualsiasi sia il ripieno che volete realizzare, le fasi del procedimento da rispettare sono le seguenti:

  1. sbucciate le mele e tagliatele a fettine molto sottili (o scegliete una delle tante varianti possibili per realizzare il ripieno), e aggiungete tutti i vostri altri ingredienti preferiti;
    2. preparate la pasta, formate un panetto, quindi stendetela a forma rettangolare e spargete del pangrattato sulla superficie; Far rosolare il pane grattugiato in un grasso, che sia olio o burro dipende dai vostri gusti personali, arricchisce il contenuto dello strudel di qualcosa che abbia una consistenza croccante. Il pane grattugiato serve comunque ad assorbire, in fase di cottura, l’eventuale eccessiva umidità rilasciata dagli ingredienti del ripieno.
    3. una volta posto il ripieno infornate la vostra pasta arrotolata, che dovrete sempre spennellare con burro o olio o uovo sbattuto, e su cui, se volete, potete aggiungere dei semi di sesamo per aumentarne la croccantezza.

Preparate lo strudel non solo per il menù delle occasioni speciali, come il Natale, ma anche per un gustoso risveglio di tutti i giorni. Un’idea in più è quella di dare al rotolo di strudel, prima di infornarlo, la forma di cuore. Per riuscire nell’impresa dovrete avere l’accortezza di ottenere un rotolo piuttosto lungo e sottile, che posizionerete delicatamente ad arte sulla teglia.

Cosa aspettate? Prendete le mele, tagliatele e iniziate a cucinare il vostro strudel!

*sopra i 3 anni.

Con pasta frolla

Come fare lo strudel di mele con la pasta frolla

Nonostante la ricetta più comunemente usata porti in tavola unicamente uno strudel preparato con una sottilissima sfoglia di pasta tirata o di pasta matta senza uova, in tanti alternano questa preparazione a quella fatta con la pasta frolla che rende il lavoro più facile.

Per preparare una frolla adatta ad un bellissimo strudel vi serviranno:

  • 300 g di farina bianca 00;
  • 150 g di zucchero semolato;
  • 120 g di burro a pezzetti;
  • 2 uova.

Per lo strudel di mele con pasta frolla al posto del burro potete anche utilizzare dell’olio di semi.

Preparare uno strudel di pasta frolla con le castagne è altrettanto semplice: il procedimento per realizzare la pasta frolla è lo stesso e questo dolce è uno dei modi più golosi per cucinare le castagne.

  1. raccogliete sulla spianatoia la farina a fontana, mettete al centro un pizzico di sale, lo zucchero, il burro, 1 uovo intero e 1 tuorlo;
    2. amalgamate gli ingredienti, lavorandoli velocemente con la punta delle dita fino ad ottenere un composto sbriciolato;
    3. cominciate ad impastare a piene mani, infarinando ogni tanto la spianatoia in modo che la pasta non si attacchi alle mani e alla superficie; lavoratela rapidamente per evitare di scaldarla troppo e appena ottenuta una palla compatta, avvolgetela nella pellicola trasparente e mettetela in frigorifero per almeno mezz’ora.

Nel frattempo, dedicatevi al ripieno i cui ingredienti sono:

  • 300 g di castagne lessate;
  • 50 g di mandorle a lamelle;
  • 1 bicchierino di rum;
  • 1 cucchiaino di zenzero in polvere;
  • 1 cucchiaino di cacao.

Per il ripieno i passaggi sono i seguenti:

  1. spezzettate finemente le castagne, raccoglietele in una ciotola e aggiungete le mandorle, il rum, lo zenzero e il cacao;
    2. mescolate bene tutto e mettete da parte.

Riprendete la pasta e continuate la ricetta:

  1. stendete la pasta in un rettangolo dello spessore di circa mezzo cm e sistemate al centro il ripieno di castagne;
    2. ripiegate sul ripieno un lato lungo della pasta, spennellatelo con un uovo sbattuto e coprite con il lembo opposto;
    3. sigillate le estremità dello strudel, spennellate anche la superficie con l’uovo e cuocete in forno a 200° per 35-40 minuti;
    4. sfornate lo strudel, lasciatelo raffreddare leggermente, spolverizzate con lo zucchero a velo e servite.
Alle pere

Come fare lo strudel di pere

Nonostante i puristi di questo dolce riconoscano solo la ricetta tipica dello strudel di mele, prodotto agricolo vanto della terra trentina, un ripieno di pere, arricchito da altri ingredienti come il cioccolato, mette tutti sotto scacco perché assicura un connubio di sapori davvero irresistibile.

Preparate l’impasto per lo strudel seguendo le nostre istruzioni per la sfoglia tirata e aggiungete altri ingredienti per realizzare un buonissimo strudel di pere e cioccolato.

Ecco quali:

  • 2 pere di medie dimensioni (ottime per lo strudel le varietà Kaiser e la nostrana Coscia, le Abate e le Decane, tutte pere a polpa compatta);
  • 5 cucchiai di zucchero;
  • 4 cucchiai di gocce di cioccolato;
  • 1 tuorlo;
  • mezzo bicchiere di latte;
  • cannella.

Se non vedete l’ora di provarlo, mettetevi ai fornelli:

  1. per prima cosa, sbucciate e tagliate le pere a cubetti;
    2. trasferitele in una ciotola e mescolatele con lo zucchero, tenendone da parte un po’;
    3. aggiungete anche le gocce di cioccolato e amalgamate;
    4. stendete la sfoglia su una spianatoia ricoperta da un canovaccio infarinato e farcitela ricoprendola con il composto di frutta e cioccolato;
    5. arrotolatela, sigillate le parti laterali e spennellate la superficie con il tuorlo precedentemente mescolato al latte;
    6. spolverizzate con lo zucchero tenuto da parte e un cucchiaino di cannella e mettetelo in forno a 180° per circa 30 minuti;
    7. sfornate il vostro goloso strudel di pere e cioccolato, lasciate che si raffreddi per circa 15 minuti e servitelo tiepido.

Un’altra ricetta dello strudel alle pere, arricchisce la farcitura con fichi secchi e rosmarino per un gusto tutto particolare.

Se volete provare questa ricetta, vi serviranno:

  • 250 g di farina 00;
  • 1 kg di pere Kaiser;
  • 100 g di noci;
  • 6 fichi secchi;
  • 4 amaretti;
  • 1 rametto di rosmarino;
  • 1 limone non trattato;
  • 100 g di lemon curd;
  • 200 g di yogurt greco;
  • 50 g di zucchero semolato;
  • 10 g di burro;
  • 20 ml di olio di arachidi;
  • zucchero a velo.

Realizzarlo è facile, anche partendo dalla "pasta matta", cioé una pasta elastica e facile da stendere, impastata senza uova:

1. per prima cosa, formate una fontana con la farina setacciata con il sale sulla spianatoia, versate al centro l’olio e 150 ml di acqua tiepida e impastate con le mani fino ad ottenere un composto liscio ed elastico;
2. avvolgetelo nella pellicola trasparente e fatelo riposare in frigo per 30 minuti;
3. nel frattempo, sbucciate le pere, eliminate picciolo e torsolo e tagliatele a fettine sottili;
4. mettetele in una terrina con lo zucchero, 1 cucchiaio scarso di rosmarino tritato, i fichi tagliati a tocchetti, i gherigli di noce tritati e la scorza di limone grattugiata;
5. stendete la pasta sulla spianatoia infarinata in una sfoglia sottile, spostatela delicatamente su un foglio di carta da forno e stendetela fino a farla diventare quasi trasparente;
6. sbriciolate gli amaretti e cospargeteli sulla base dello strudel lasciando libero un margine di 3 cm circa;
7. disponetevi il composto di pere, ripiegate verso l’interno i bordi laterali e arrotolate la pasta sul ripieno, aiutandovi con la carta;
8. sistematelo su una teglia, spalmatevi il burro e cuocetelo in forno già caldo a 220° per circa 20 minuti;
9. spolverizzatelo con lo zucchero a velo e servitelo caldo o tiepido accompagnato con il lemon curd mescolato con lo yogurt.

Con la ricotta

Come fare lo strudel di ricotta

Lo strudel di ricotta è una preparazione dolce che sostituisce degnamente il ripieno più conosciuto, a base di mele o pere, con una cremosa farcia al sapore di questo delicato formaggio.

Oltre alla ricetta più diffusa, che lo arricchisce di pasta frolla con un ripieno di ricotta, zucchero, uova, limone e fecola, vi proponiamo una versione dello strudel alla ricotta che si unisce al sapore intenso della marmellata d’uva e regala un contrasto di consistenza grazie alla presenza di biscotti secchi sbriciolati.

Per preparare il vostro strudel di ricotta al gusto d’uva, vi serviranno:

  • una sfoglia di pasta tirata sottile per lo strudel (per dosi e procedura potete far riferimento alle indicazioni date nelle altre ricette);
  • 4 cucchiai di confettura d’uva;
  • 2 cucchiai di biscotti sbriciolati;
  • 4 cucchiai di ricotta di mucca;
  • ½ bicchierino di vino rosé o di rosolio;
  • zucchero a velo.

Il procedimento è facile:

  1. dopo aver preparato e steso ad hoc la pasta che dovrà risultare molto sottile, trasparente, come recitavano le istruzioni del passato, tanto da poter leggerci attraverso;
    2. in una terrina mescolate la confettura con la ricotta, i biscotti sbriciolati e spruzzate il composto con il vino;
    3. farcite la sfoglia e arrotolatela;
    4. sigillate bene le estremità e infornate a 200° per 30-35 minuti;
    5. sfornate lo strudel, lasciatelo intiepidire su una gratella e copritelo con un’abbondante spolverizzata di zucchero a velo.
    Alla confettura d’uva, potete sostituire quella di prugne e aggiungere al composto anche qualche nocciola spezzettata.
Strudel veloce

Come fare uno strudel veloce

Il modo più veloce di preparare uno strudel di mele o pere, è quello di utilizzare la pasta sfoglia pronta. Ce ne sono di buonissime in commercio e con una sfoglia pronta si può realizzare uno strudel ottimo in poco tempo: soprattutto quando una domenica mattina vi svegliate con il desiderio di qualcosa di buono e diverso dal solito. Correte in cucina e, in poco tempo, avrete sfornato una delizia ripiena che farà la felicità di tutti, anticipando la sveglia con il suo inebriante profumo.

Lo strudel con la pasta sfoglia pronta è la soluzione più rapida per avere una colazione invitante, tiepida e profumata senza i tempi lunghi dei prodotti lievitati. Non occorre nemmeno essere dei grandi chef per far felice la famiglia o per regalarsi una coccola in più al mattino.

Oltre allo strudel di mele con pasta sfoglia, vi sono ingredienti per il ripieno che velocizzano il vostro lavoro e vi garantiscono risultati eccellenti.

Se volete essere veloci e portare in tavola una deliziosa sorpresa, vi basterà mettere il naso in dispensa o in frigorifero e troverete tantissime idee con cui farcire questa torta.

Come spesso accade in cucina, il segreto sta nell'utilizzare la creatività e l'intuito nella scelta degli ingredienti e degli abbinamenti.

Una confettura di fichi, ad esempio, si sposerà benissimo con qualche gheriglio di noce tritato o con delle mandorle tostate: un ripieno facile da preparare e buonissimo da gustare. Se vi piace l’idea che vi proponiamo:

  1. dovete semplicemente stendere il rotolo di pasta sfoglia su una spianatoia, lasciandolo sulla sua carta;
    2. spolverizzarlo con 2 cucchiai rasi di pangrattato, aggiungere qualche fiocco di burro e cospargerlo con 4-5 cucchiai di confettura di fichi;
    3. un’ultima spolverizzata con un trito di 40 g di noci o mandorle o altra frutta secca a guscio, come pinoli o anacardi, e il gioco è fatto;
    4. arrotolate lo strudel, incidete la superficie facendo dei piccoli tagli in diagonale con un coltellino, spalmate con un tuorlo e un uovo mescolati, spolverizzate con un cucchiaio di zucchero di canna e infornate a 180° per 30 minuti circa.

Semplice, veloce, morbido e soprattutto buonissimo.

Ma gli amanti della cucina (e dei dolci in particolare) hanno sempre un’enorme quantità di confetture in dispensa: sia che si tratti di quelle comprate in occasione di una passeggiata in un mercatino biologico o di quelle fatte in casa, le confetture diventano facilmente l’ingrediente per preparare strudel veloci e sempre diversi. È una buona idea fare sempre una piccola scorta di salse, marmellate e confetture, quando si va a far spesa. Combinate con una pasta sfoglia pronta, possono tornare utili per risolvere in un momento i pasti principali e gli spuntini di colazione e merenda.

Una marmellata di agrumi, ad esempio, è quello che ci vuole per farcire uno strudel che conclude un pasto estivo con gli amici. Una spolverizzata di pangrattato mescolato con la scorza grattugiata del limone, qualche cucchiaio di marmellata e il dolce è pronto.

Servito con una coppetta di crema pasticcera al limone e accompagnato da bevande rinfrescanti a base di frutta, saprà deliziare il vostro palato e quello dei vostri ospiti che non esiteranno a fare subito il bis.

Se la primavera è stata generosa e vi ha regalato bellissime fragole con cui preparare ottime confetture, utilizzatele per farcire dei mini strudel di pasta sfoglia:

  1. prendete un rotolo, dividetelo in 4 rettangoli e stendeteli leggermente con il matterello;
    2. sistemateli su quattro fogli di carta forno, cospargeteli con un cucchiaio raso di pangrattato a testa, qualche fiocchetto di burro e aggiungete 2 cucchiai di marmellata di fragole per ciascuno strudel;
    3. arrotolateli, sigillate bene le estremità, incidete la superficie con un coltellino, spalmate con latte e tuorlo e spolverizzate con lo zucchero semolato;
    4. infornate a 180° e, a fine cottura, lasciateli raffreddare su una gratella;
    5. una volta tiepidi, serviteli nei piatti con una coulis di fragole precedentemente preparata semplicemente frullando qualche fragola con poco zucchero e passando lo sciroppo attraverso un colino.

Versatela sulla superficie degli strudel che, aperta dalle incisioni, accoglierà all’interno del dolce questa delizia. Potete arricchire il dessert servendolo anche accompagnato da piccole cocotte di crema al mascarpone da guarnire con pezzettini di fragole e qualche fogliolina di menta.

Ottimi risultati si ottengono sostituendo le fragole con i frutti di bosco, anche surgelati.

Un trito di frutta secca, amalgamato con il miele d’acacia, poi, è la soluzione più veloce per uno strudel dal sapore rustico ma intenso:

  1. vi basterà raccogliere in un mixer tante varietà di frutta secca tra cui albicocche, prugne, nocciole, noci, pinoli, mandorle, uva sultanina e pistacchi, tritare grossolanamente e trasferire tutto in una terrina;
    2. aggiungere qualche cucchiaio di miele d'acacia e amalgamare;
    3. a questo punto, siete pronti per farcire la sfoglia: stendete il rotolo già pronto, cospargetelo con fiocchetti di burro e pangrattato e distribuite il composto di miele e frutta secca sulla base;
    4. arrotolate, cospargete la superficie con uno sciroppo preparato su un pentolino diluendo un cucchiaino di miele in 150 ml di acqua e infornate a 180° per 30 minuti.
Strudel salato

Come fare lo strudel salato

Lo strudel salato è una variante molto sfiziosa del famoso dolce tipico: porterete in tavola una preparazione che può nascondere tante belle sorprese.

Lo strudel è di per sé una preparazione molto versatile, e ben si presta ai gusti di ognuno. Nella maggior parte dei casi, salato o dolce, si tratta di una ricetta adatta ai vegetariani, ma nulla vieta di arricchire il ripieno dello strudel salato di salumi e affettati.

I ripieni possono essere veramente i più diversi: verdure, funghi, carne, pesce, riso, e addirittura pasta per farcire un involucro comunque buono e saporito. Potete scegliere di preparare qualsiasi impasto e arricchirlo con quello che avete in frigo o in dispensa, oppure di utilizzare ingredienti ad hoc per soddisfare i gusti dei vostri familiari ed amici. A guidare nella scelta del ripieno dello strudel possono essere particolari esigenze alimentari, facilità di reperire determinati alimenti rispetto al territorio di appartenenza, costo delle materie prime, ma il risultato nell’esecuzione delle versioni tipiche come in quelle di fantasia, non mancherà di soddisfarvi con la sua bontà.

Con la pasta sfoglia, o con una fragrante pasta brisée, si prepara un delizioso strudel salato ripieno con spinaci e gorgonzola, che alterna la delicatezza del sapore delle verdure con la forza di un formaggio erborinato.

Nel caso della preparazione di uno strudel di verdure, ricordate di cuocerle poco e di eliminare, come nel caso degli spinaci, tutti i liquidi prodotti in cottura per non rischiare di bagnare troppo la base della pasta e ottenere così un risultato non soddisfacente. La procedura di distribuire del pane grattugiato o delle briciole di pane raffermo sulla sfoglia prima di stenderci il ripieno diviene, nel caso delle verdure a foglia, fondamentale.

Altre verdure a cui si può pensare per preparare uno strudel salato sono i carciofi o gli asparagi; inoltre, nella bella stagione, questa pietanza è proprio la ricetta perfetta per una gita fuoriporta: sarete ansiosi che finisca il viaggio per godervi il pic-nic a base di strudel!

  1. lessate 200 g di asparagi in acqua salata;
    2. scolateli croccanti, metteteli su un tagliere e tagliateli a pezzettini;
    3. trasferiteli in una padella e fateli saltare con un filo d'olio e un uovo;
    4. stendete un rotolo di pasta sfoglia e spolverizzatelo con un trito di pane raffermo e timo scaldati in un padellino con una noce di burro;
    5. distribuite gli asparagi, qualche dadino di una mozzarella piccola, salate, aggiustate di pepe e arrotolate la sfoglia aiutandovi con la carta della confezione;
    6. praticate dei piccolissimi tagli sulla superficie, spennellatela con un tuorlo sbattuto e infornate a 180° per 30 minuti;
    7. sfornate lo strudel, lasciatelo intiepidire e servitelo con un'insalata di stagione e qualche ravanello tagliato a fettine sottili.

Vediamo adesso il procedimento per un ripieno di patate e salmone per uno strudel dal sapore raffinato:

  1. preparate l’impasto dello strudel con la pasta brisée mescolando su una spianatoia 200 g di farina 00, una presa di sale, 100 g di burro a tocchetti e un tuorlo;
    2. mescolate con le dita fino ad ottenere un composto perfetto, aggiungendo poca acqua alla volta;
    3. cominciate ad impastare fino a formare una palla. Lasciatela riposare in frigorifero avvolta nella pellicola per alimenti e dedicatevi al ripieno;
    4. fate saltare in padella 2 tranci di salmone privati di lische e pelle, tagliateli a dadini, salate e mettete da parte;
    5. affettate sottilmente due patate sbucciate, fatele scottare in un pentolino con acqua bollente salata per un paio di minuti e scolatele bene;
    6. prendete l’impasto, stendetelo su una spianatoia infarinata e trasferitelo su un grande canovaccio di cotone cosparso di farina;
    7. spolverizzate la base con 2 cucchiai di pangrattato tritato insieme a qualche ago di rosmarino, saltato in padella con una noce di burro, e sistematevi le patate cotte, sovrapponendole leggermente tra loro;
    8. aggiungete un pizzico di sale e pepe, distribuite i cubetti di salmone in maniera disordinata e cominciate ad arrotolare delicatamente la pasta dandole la forma del tipico strudel;
    9. spennellatelo con un tuorlo sbattuto e infornatelo a 180° per 30 minuti.

Servitelo tiepido, accompagnato da un'insalata di valerianella condita con una vinaigrette fatta in casa.

E se di bella stagione parliamo, uno strudel salato di melanzane, pomodori e basilico, porterà in tavola tutto il profumo e il sapore dell’estate.

Senza uova

Come fare lo strudel senza uova

Se non avete le uova, o preferite non utilizzarle, esiste una ricetta fatta apposta per voi che vi permetterà di realizzare un ottimo strudel dolce o salato da servire in famiglia, buono come quello della pasticceria. Potete anche ridurre la quantità di zuccheri nel vostro dolce, o usare zucchero di canna o integrale, per ottenere un prodotto adatto alle vostre esigenze alimentari, senza rinunciare al gusto.

La preparazione dell'impasto senza uova è semplice e veloce.

Per questa ricetta vi serviranno:

  • 200 g di farina;
  • 80 ml di acqua a temperatura ambiente;
  • 1 cucchiaino di aceto;
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva;
  • un pizzico di sale.

Il procedimento per realizzare la ricetta è il seguente:

  1. amalgamate con energia tutti gli ingredienti in un recipiente. Potete utilizzare le fruste elettriche, o una planetaria, per ottenere un composto cremoso e omogeneo;
    2. ponete l'impasto in un recipiente caldo e spennellatelo con l'olio extravergine d’oliva. Chiudete il recipiente e lasciate a riposare il composto per mezz'ora;
    3. dedicatevi al ripieno e quindi stendete l'impasto fino a ottenere una sfoglia sottile;
    4. farcite come descritto e richiudete per bene lo strudel;
    5. spennellate la superficie con il burro fuso e mettete in forno preriscaldato a 180° per circa 50 minuti.

Tirate fuori quando è cotto e ha assunto un bell'aspetto dorato. Servite tiepido come soffice dessert, o per una buona merenda che piacerà tantissimo anche ai bambini*.

Se preferite, o se lo prevede il vostro tipo di alimentazione, potete sostituire la farina di grano con quella di riso e il pangrattato con della frutta secca macinata altrettanto finemente. Il risultato sarà comunque una bontà!

*sopra i 3 anni