Come cucinare le uova di quaglia

Le uova di quaglia sono ingredienti tutti da scoprire in cucina, non solo durate le festività di Pasqua ma anche durante tutto l'anno.

Esteticamente si presentano come delle uova più piccole di quelle di gallina, dal guscio tenue e maculato con macchie scure. Per quanto riguarda il loro sapore, invece, si presentano molto più delicate.

In linea di massima le uova di quaglia possono andare a sostituire le uova di gallina nelle ricette che le vedono protagoniste, ma richiedono qualche piccola accortezza e maggiore attenzione.

Per esempio devono essere cottepochi minuti in acqua bollente e bisogna picchiettare l'involucro con un coltello per rompere la membrana interna.

Qual è la cottura giusta

Dalle uova sode alle zuppe e minestre fino alla carbonara e le preparazioni a base di uova come la pasta fresca: come cucinare le uova di quaglia segue la falsariga delle preparazioni a base delle uova di gallina (in proporzione di 5 a 1).

Le uova di quaglia possono essere consumate anche a crudo, in un ottimo zabaione da gustare al cucchiaio o una golosa crema al mascarpone con cui farcire tantissime torte per tutte le occasioni. Per quanto riguarda il sapore, invece, troverete le uova più gustose e allo stesso tempo delicate.

Se decidete di cuocere le uova di quaglia dovreste avere già un'idea precisa della pietanza che intendete realizzare, perché solo così riuscirete a calcolare la cottura giusta. In linea di massima, però, possiamo dire che le uova di quaglia richiedono cotture molto brevi in grado di mantenere le loro caratteristiche distintive.

Per esempio, se volete preparare queste uova di quaglie alla coque per colazione, dovreste tuffarle in acqua bollente per 2-3 minuti. Toglietele dall'acqua, passatele sotto un getto di acqua corrente, asciugatele e rimuovete la parte superiore guscio picchiettando con un coltello. I bianchi saranno cotti mentre i tuorli rimarranno liquidi.

Per le uova di quaglia sode, invece, dovete bollirle le uova in acqua per 3-4 minuti dal momento del primo bollore. Anche in questo caso, come per le uova di gallina sode, ricordatevi di passarle in acqua fredda subito dopo per fermare la cottura. Un trucchetto che può sempre servire: se non avete calcolato bene il tempo di cottura, potete far rotolare le uova su un piano e interrompere il movimento con un dito: sono crude se tornano a muoversi.

Per sgusciare le uova senza difficoltà vi conviene toccare le uova su ogni lato e rotolarle una per volta tra i palmi delle mani fino a quando il guscio non si frantuma. Dopodiché prendete un pezzetto di involucro a cui è ancora attaccata la membrana e rimuovete il guscio come se fosse una spirale.

E ancora, se desiderate cuocere le uova di quaglia all'occhio di bue dovreste romperle e cuocerle in padella per 2-3 minuti, giusto il tempo necessario che l'albume si rapprenda e il tuorlo resti morbido e cremoso. Il trucco per rompere le uova di quaglia senza frantumare il guscio in tanti pezzetti è incidere il guscio a metà con un coltello dalla lama seghettata e aprirle lungo la spaccatura.

Valgono le stesse indicazioni anche per le piccole uova in camicia: la tecnica del vortice di acqua bollente e aceto e i tempi di cottura di 2-3 minuti delle uova di quaglia restano gli stessi delle uova di gallina in camicia.

Antipasti con uova di quaglia

Le uova di quaglia si prestano ad arricchire diverse ricette di antipasti, dalle quelli meno elaborati e veloci alle preparazioni più sfiziose. Ma vediamo insieme come portarle nell'antipasto!

Come antipasto potete proporre dei cestini di formaggio fuso con uova di quaglia sode all'interno, meglio se condite con una salsa golosa. Per preparare questa ricetta sfiziosa iniziate a versare un paio di cucchiai di formaggio grattugiato in un padellino, fatelo sciogliere a fiamma bassa, lasciate intiepidire e disporre il disco sopra un bicchiere capovolto. Se non avete tempo da dedicare alla realizzazione dei singoli cestini allora potete far sciogliere i dischi di formaggio su una teglia rivestita di carta forno e ripassarli in forno tiepido per qualche minuto.

Nel frattempo che i cestino si rapprendano, quindi, mettete le uova in un pentolino con acqua fredda e fatele cucinare per 3-4 minuti dal momento del bollore. Dopo passatele in acqua ghiacciata, sgusciatele, risciacquatele e tagliatele. A questo punto componete l'antipasto ponendo i cestini di formaggio su un piatto da portata, inserite le uova di quaglia sode e conditeli con salse golose; potete davvero sbizzarrirvi con salsa rosa, maionese o yogurt greco. C'è solo l'imbarazzo della scelta!

Le uova di quaglia in versione uova sode possono essere inserite anche all'interno di un'insalata da servire prima del pasto. Vi basterà cuocere le uova sode, tagliarle a metà e unirle a un'insalata verde, qualche finocchio e pomodori Pachino. Condite il tutto con maionese o aceto balsamico. Potete decidere di rendere più sfiziosa l'insalata con uova sode semplicemente tagliando a fettine le uova di quaglia (usando un filo interdentale privo di sapore e aromi) o cambiando gli ingredienti dell'insalata aggiungendo gamberi, piselli, cereali e così via.

Tra le ricette con uova, spicca quella dei crostini conditi con uova di quaglia e un tocco di zenzero. Iniziate abbrustolendo qualche fetta di pane casereccio in forno per qualche minuto e lessando le uova di quaglia in un pentolino per 3-4 minuti. Nel frattempo togliete il pane dal forno e condite ogni fetta con metà di uovo di quaglia sodo e un po' di burro fuso e olio extravergine di oliva. Infine insaporite con sale e zenzero tritato che donerà al vostro piatto una piccantezza davvero piacevole. Per dare un sapore più deciso e sfizioso a questi crostini potete sostituire lo zenzero con lamelle di tartufo nero, trasformerete così un piatto facile e veloce in una creazione gourmet per i palati più raffinati.

Un'idea semplice e veloce da portare in tavola quando non avete pensato all'antipasto è lo spiedino con uova di quaglia, una preparazione che lascia libero spazio all'immaginazione. Potete provare a comporre gli spiedini infilando gli stecchi di legno con uova di quaglia sode (intere), pomodorini Ciliegino e funghetti, ma in realtà potete usare qualsiasi ingrediente: provola, patate, olive in modo da realizzare piatti vegetariani davvero sfiziosi. Il segreto di questa preparazione è la cottura delle uova: mettete le uova in un pentolino, riempitelo con acqua fredda e mettetelo sul fuoco. Portate a bollore l'acqua e calcolate 3-4 minuti di cottura prima di recuperare le uova, immergerle in acqua fredda e sgusciarle.

L'antipasto può essere arricchito anche da mini caramelle di pasta sfoglia con un ripieno a base di uova di quaglia in versione soda. Per prima cosa lessate le uova di quaglia in acqua bollente per 3-4 minuti dal momento del bollore, recuperatele, passate in acqua fredda e sgusciatele. A questo punto aprite un rotolo rettangolare di pasta sfoglia, quella già preparata se non avete tempo, altrimenti provate a farla in casa, insaporite con un po' di paprica e ricavate dei rettangoli abbastanza grandi da contenere l'uovo di quaglia. Disponete un uovo sodo al centro di ogni rettangolo di sfoglia, arrotolatelo, fissate i bordi esercitando un po' di pressione con le dita e attorcigliate i lati per formare una caramella (uno in senso orario e uno in senso antiorario). Subito dopo spennellate la sfoglia con il tuorlo di un uovo, spolverizzate con semi di sesamo e infornate in forno preriscaldato a 200° per 10-12 minuti.

La ricetta di questi antipasti con pasta sfoglia lascia spazio a diverse declinazioni, tutte rigorosamente con le uova di quaglia come protagoniste: uova e formaggio, uova e prosciutto cotto, uova e spinaci. A variare possono essere soltanto le spezie, magari preferendo la senape alla paprica e i semi di papavero ai semi di sesamo. In realtà con la pasta sfoglia potete preparare anche dei vol au vent o delle mini torte salate farcite con ingredienti diversi ma con le uova di quaglia come protagoniste.

Uova di quaglia fritte

Le uova di quaglia fritte rappresentano una vera e propria delizia perché combinano la corposità delle uova fritte e la squisitezza delle uova di quaglia.

Quando si parla di uova di quaglia fritte si fa riferimento a una preparazione semplice e veloce nella quale le uova vengono cucinare con abbondante olio di semi in padella. In pratica dovete scaldare qualche cucchiaio di olio di semi in una padella antiaderente a fiamma media per un minuto, e ruotare l'olio caldo nella padella per distribuirlo in modo uniforme su tutta la superficie. A questo punto rompete un paio di uova di quaglia forando il vertice del guscio con un coltello, senza premere con forza perché altrimenti rischiereste di spaccare il tuorlo. Inclinate le uova sul bordo della padella, fatele scivolare nell'olio caldo e cuocetele per un paio di minuti fino a quando gli albumi non si addensano. Distaccate delicatamente le uova dalla padella usando una spatolina di plastica, trasferitele su un piatto e conditele con pepe e sale.

La semplicità della ricetta nasconde qualche piccola insidia alla quale fareste bene a prestare attenzione per non ritrovarvi con uova strapazzate. Cercate di rompere le uova senza frantumare il guscio in tanti piccoli pezzetti o rompere il tuorlo. Se non riuscite a versarle direttamente in padella, allora lasciatele cadere in due ciotole diverse e successivamente fatele scivolare le uova nell'olio caldo. Quando mettete le uova di quaglia nell'olio caldo fate attenzione a ridurre al minimo la distanza tra l'uovo e il fondo perché potreste finire per rompere il tuorlo. Infine dovreste cercare di non versare le uova troppo vicine e non toccarle durante la cottura per non rovinare l'estetica del vostro piatto.

Un modo particolare per preparare le uova di quaglia fritte è creare dei piccoli bocconcini di uova sode, aromi e pangrattato. Per preparare questa ricetta dovete bollire le uova di quaglia in acqua bollente per 3-4 minuti dal momento del bollore, passarle in acqua ghiacciata e sgusciarle. Dopodiché versate del pangrattato in una ciotola e aggiungeteci un trito aromatico di salvia e rosmarino, o anche uno solo dei due, e nel frattempo rompete due uova di gallina e lavoratele con una forchetta. A questo punto ripassate le uova di quaglia prima nel battuto di uova e poi nel pangrattato aromatizzato e friggetele in abbondante olio di semi per qualche minuto. Dopo recuperatele con una schiumarola, riponetele su un foglio di carta assorbente e insaporitele con sale e pepe.

Le uova di quaglia possono sostituire le uova di gallina in quella che può essere considerato un modo consueto di friggere le uova. Per preparare la frittata con le uova di quaglia non dovete far altro che rompere le uova di quaglia in un recipiente, mescolarle con formaggio grattugiato, sale e pepe usando una forchetta e versare il composto in una padella con olio ben caldo. Non appena vi sembra rappreso, potete girarla dall'altro lato.

Questa ricetta può essere trasformata in qualcosa di più goloso semplicemente aggiungendo ingredienti a piacere al composto liquido: formaggi, funghi, salumi, verdure come le zucchine e altro ancora. In alternativa potete aggiungere una farcitura su una metà della frittata non appena il composto si rapprende, chiudere la frittata e completare la cottura. Avrete preparato una gustosa omelette. Se avete avuto problemi a capovolgere la frittata, non preoccupatevi. Vi basterà mescolare leggermente le uova di quaglia in padella per ottenere delle golosissime uova strapazzate. Anche in questo caso non cuocetele troppo a lungo.

Cucina gourmet

Le uova di quaglia sono diventate protagoniste di un tipo di cucina gourmet che racchiude ricette per veri intenditori. L'obiettivo è esaltare le caratteristiche degli ingredienti selezionati in antipasti, primi e secondi piatti sfiziosi.

Seguendo questa direzione le uova di quaglia possono essere condite con un formaggio spalmabile e servite insieme ad un'insalatina all'interno di cucchiaini monoporzione. Tutto quello che dovete fare è lessare le uova di quaglia in acqua bollente per 3-4 minuti da quanto inizia a sobbollire, scolarle, metterle in acqua fredda e sgusciarle. Nel frattempo lavate l'insalata, asciugatela e tagliatela a striscioline non troppo sottili. Dopodiché tagliate a metà le uova, trasferite i tuorli in una ciotola e lavorateli con qualche cucchiaio di formaggio spalmabile, sale e pepe. Infine riempite le uova con il composto, disponetele sui cucchiaini monoporzione, distribuiteci sopra un po' insalata e ricoprire con un ciuffo di farcia a base di formaggio.

Un altro piatto gourmet che potete preparare prevede l'uso di uova di quaglia, rapanelli, asparagi e filetti di acciughe. In questo caso bollite le uova di quaglia in acqua per 3-4 minuti dal momento del bollore, trasferitele in acqua fredda e sgusciatele. Dopodiché lavate gli asparagi, tagliate le parti dure, sbollentateli in acqua bollente per qualche minuto e conditele con olio EVO e sale, e successivamente tagliate i rapanelli a fettine. A questo punto componete il piatto affiancando le uova tagliate a metà, le puntarelle condite, il rapanello a fette, terminate con l'aggiunta dei filetti di acciughe che doneranno carattere al vostro piatto. In alternativa potete usare anche il salmone affumicato per un retrogusto più morbido e delicato. Per completare il piatto potete aggiungere qualche goccia di aceto balsamico e un filo di olio EVO.

Se volete preparare qualcosa di più sfizioso allora potete accostare le uova e i petti di quaglia in un secondo piatto goloso. Iniziate sciogliendo una noce di burro in padella, rosolando i petti di quaglia per qualche minuto a fiamma vivace e cuocendoli fino a formare una bella doratura. Dopo aver messo da parte la quaglia, dedicatevi alla preparazione delle uova a occhio di bue (mettetele in padella e fatele cuocere per 2-3 minuti). Subito dopo occupatevi della salsa di accompagnamento facendo appassire uno scalogno tritato nel burro rimasto in padella, facendo saltare anche qualche acino di uva e aggiungendo del vino bianco. A questo punto ripassate i petti di quaglia in padella per un minuto e impiattate le porzioni, disponendo sopra le uova di quaglia.

Potete inserire le uova di quaglia a occhio di bue anche accostandole alle capesante e una salsina di cavolfiore. La prima cosa da fare è lavare e tagliare il cavolfiore e farlo rosolare in padella con un filo di olio EVO. Successivamente insaporite con un pizzico di sale, continuate a cuocere con del brodo (meglio se vegetale) e frullate il cavolfiore, potete passare il composto al setaccio per una salsina più omogenea. A questo punto grigliate le capesante un paio di minuti per lato e componete il piatto mettendo la salsa di cavolfiore sul fondo, le capesante sopra e le uova di quaglia in cima guarnite con qualche fogliolina tenera di prezzemolo.

Nella cucina gourmet rientra a pieno titolo anche la pasta fresca all'uovo di quaglia, un tipo di pasta che non ha bisogno di condimenti eccessivi. Per prepararla dovete mescolare 600 g di farina di tipo 00 e 13 uova di quaglia, lavorate l'impasto e lasciatelo riposare per 30 minuti prima di tirare la sfoglia e utilizzarla a piacimento: tagliatelle, pappardelle, ravioloni, cappelletti e così via.

Se volete mangiare le uova in modo diverso, allora potete servire le uova di quaglia sotto forma di zabaglione. Basta lavorare i tuorli delle uova di quaglia e lo zucchero con il metodo a bagnomaria e ottenere una crema liscia e spumosa. Volendo potete arricchire ancora di più la preparazione aggiungendo a vostro piacere un goccio di caffè appena fatto, ma attenzione non deve essere caldo ma a temperatura ambiente, o del Marsala.

In ultimo potete dare un tocco gourmet a qualunque preparazione semplicemente preparando delle uovadiquaglia in versione marmorizzata. Per prima fate bollire le uova di quaglia in un pentolino per 3-4 minuti dall'inizio dell'ebollizione, passatele nell'acqua fredda e picchiettatele sul guscio con un coltello per creare delle piccole crepe. Portate a bollore dell'acqua in una casseruola, versateci all'interno alcune bustine di tè nero o verde, cannella, chiodi di garofano e miele (aromi, erbe o spezie di colore scuro andranno bene) e coprite la pentola. A questo punto trasferite le uova nella casseruola e fatele sobbollire per 30-40 minuti, spegnete e lasciate raffreddare in pentola.

Successivamente mettete la pentola in frigorifero per almeno 24 ore. Una volta passate le 24 ore, tirate fuori la pentola dal frigo e scolate le uova: sgusciatele facendo attenzione a non romperle, cercate di togliere il guscio con molta delicatezza. Una volta tolto il guscio, le uova, avranno un effetto marmorizzato davvero particolare. Pensare all'alimentazione diventa un gioco perché le uova di quaglia non saranno soltanto bellissime, ma anche decisamente più saporite.