Come congelare la carne

Sia per evitare fastidiosi sprechi di cibo, quando se ne cucina in abbondanza, sia per preparare un po' di scorte per i periodi in cui si ha poco tempo per andare a fare la spesa o per cucinare, congelare la carne è sempre una buona scelta.

Questo importantissimo elettrodomestico, che oggi usiamo quotidianamente ed è uno dei più utili, è relativamente giovane: è nato nel 1927 in America come prototipo ma, nella sua versione definitiva, si diffonde solo nel 1930. Il congelatore porta i cibi a una temperatura di circa -19° C e questa permette agli alimenti di conservarsi, in gusto e in qualità, sino al momento in cui li scongelate. La fase di scongelamento è importante, affinché la carne torni il più possibile a com'era prima del congelamento e risulti gustosa e succosa.

Il congelatore premette di conservare sia la carne cruda, per avere sempre qualcosa di pronto e speciale da cucinare per quando il frigorifero non è molto pieno, sia cotta: preparate, quando avete tempo, un po' di scorte secondo le vostre ricette preferite e congelatele, per avere pranzi o cene pronte nei momenti più frenetici.

Basta seguire alcune accortezze e piccole regole e il gioco è fatto: munitevi di tutto ciò che vi serve, preparate il freezer e sarete pronti a congelare tanti gustosi manicaretti freschi o cotti, pronti da preparare quando avrete inaspettati ospiti ai quali non saprete cosa preparare. Carne cruda, cotta o anche già ripiena, come nel caso di gustosi involtini, il freezer può diventare un vostro alleato! Scoprite tutte le tecniche e i consigli di congelamento e scongelamento e scegliete la più pratica per voi: con le nostre indicazioni, il congelamento della carne non avrà più segreti.

L'occorrente per congelare la carne

Per congelare la carne in modo corretto, prima di tutto dovete munirvi degli strumenti necessari al fine di conservarla nel miglior modo.

Innanzitutto è necessario avere un congelatore pulito e capiente. Se avete il pozzetto il problema dello spazio non si pone ma, se avete quello normale con i cassetti, un consiglio per tenerlo ordinato è quello di riservare un cassetto solo per la carne, uno per le verdure, uno per il pesce e così via: in questo modo non farete confusione quando dovrete scegliere cosa preparare per cena e, sapendo già dove andare a prenderla, non terrete aperto lo sportello per troppo tempo.

Per congelare la carne cruda ci sono molti metodi che potete seguire. Munitevi di sacchetti di plastica adatti al freezer: anche per la carne comprata nelle pratiche vaschette del supermercato, infatti, l'ideale è trasferirla in questi sacchetti, ideati per rimanere a basse temperature per lungo tempo.

Un'altra cosa molto utile per congelare la carne sono le etichette: scrivete su ogni etichetta il contenuto del sacchetto a cui è destinata e il giorno di congelamento. In questo modo saprete sempre cosa avete in freezer e da quanto è lì!

Se prendete la carne dal macellaio, è probabile che vi serva il prodotto in una pratica carta alimentare salva freschezza, adatta sia al frigorifero che al freezer. Uno strumento utile per congelare la carne, inoltre, è lo strumento per creare il sottovuoto: con i suoi appositi sacchetti, questa facile tecnica è molto utile non solo per il congelamento ma anche per la semplice conservazione di cibi.

Altri tipi di carne che potete congelare con semplicità e sicurezza sono le frattaglie e la carne macinata. Per le prime, lavatele con cura prima di metterle in freezer, poi asciugatele accuratamente e congelatele. Anche la carne tritata può essere congelata, per avere un comodo macinato quando vi viene voglia di preparare gustosi primi o secondi piatti dal sapore speciale.

Come congelare la carne cruda

Potete congelare tutti i tipi e tagli di carne: pollo in padella o al forno, vitello, coniglio, bovino, tacchino o agnello. Potete mettere in freezer anche preparazioni più complesse, come pezzi di salsiccia, involtini, arrosti o carne condita. Nel caso della carne cruda, è meglio che prima di congelarla sia ben pulita da tutte le parti non edibili e dal grasso; in particolar modo per pollo, coniglio e anatra, spennateli e pelateli con cura. Nel caso del manzo, rimuovete con cura le ossa. Prima di metterla nei sacchetti, inoltre, è necessario che venga ben tamponata da eventuali liquidi e succhi in eccesso.

Per congelare la carne cruda, l'ideale sarebbe avere la macchina per il sottovuoto con i suoi appositi sacchetti. Questo metodo, infatti, consente alla carne di mantenere la sua umidità e i suoi succhi. Se non avete questi strumenti, però, non preoccupatevi: potete riporre la carne in sacchetti appositi per il congelamento e, con una cannuccia, aspirare fuori l'aria.

Se, per esempio, volete congelare delle succose bistecche, per cucinare una gustosa bistecca alla griglia quando vi viene voglia, avvolgete la carne in dei sacchetti ermetici, meglio se singolarmente una ad una. Distribuite i pacchetti orizzontalmente sul piano del freezer, senza sovrapporli uno all'altro: in questo modo si congeleranno più velocemente. Una volta solidi, potete impilarli per ottenere più spazio!

Se non avete quelli adatti al congelamento, ma solo quelli di plastica per alimenti utili al trasporto o alla conservazione della carne, avvolgete il vostro prodotto in un doppio strato di alluminio e plastica oppure, se preferite, di plastica e carta da macellaio.

Per facilitare il congelamento, è meglio riporre la carne in sacchetti di piccole dimensioni e a piccole monoporzioni separate: in questo modo il freddo raggiungerà il cuore della carne più velocemente e anche lo scongelamento sarà più veloce.

Come congelare la carne cotta

Un aspetto importante per il congelamento della carne cotta e della carne cruda è che queste non siano mai riposte vicine in freezer: questo per evitare contaminazioni tra le due preparazioni.

La carne cotta può essere congelata con sicurezza, in modo da averle pronte da mangiare all'occorrenza. Dopo averla cotta secondo il vostro metodo preferito, lasciate la carne raffreddare in frigorifero per almeno due ore. Successivamente, dividete la preparazione in mono porzioni e chiudetele all'interno di sacchetti appositi, sui quali scriverete il contenuto e la data di preparazione. Dividere la preparazione in mono porzioni è utile sia per congelare la carne in tempo breve, sia per evitare fastidiosi sprechi: una volta scongelata, infatti, va consumata e non può più essere ricongelata.

Per scongelarla e consumarla, togliete la carne dal freezer e conservatela in frigorifero per qualche ora: non fate bruschi cambi di temperatura ma, piuttosto, lasciatela scongelare lentamente. Ripassatela in padella con dell'olio per ridarle sapore e consistenza. Cercate di usare poco sale durante la cottura, se desiderate poi congelarla: questo, infatti, rischia di asciugare troppo i cibi. Aggiungete le spezie e il sale solo dopo lo scongelamento.

Se volete congelare della carne che prevede, nella cottura, l'uso di brodo di carne come il brodo di petto di pollo, non preoccupatevi: versatelo nei sacchetti, diviso in monoporzioni in modo che condisca adeguatamente ogni pezzo, e congelatelo normalmente con la carne. Al momento dello scongelamento, tornerà liquido come prima e vi assicuriamo che non troverete alcuna differenza!

Un episodio che può capitare, quando si congela la carne cruda o cotta, è la bruciatura da freddo: se l'alimento non è coperto ermeticamente, l'aria penetra nel contenitore e lo disidrata. La superficie della carne diventa quindi grigiastra e si possono creare dei cristalli di ghiaccio. Per questo motivo è importante coprire con cura gli alimenti prima di congelarli!

Regole per scongelare correttamente la carne

Per scongelare correttamente le bistecche di manzo, in primo luogo toglietele dal freezer e spostatele nel frigorifero. Mettete la bistecca su un piatto piano o fondo, così che se dovesse rilasciare dei liquidi o dei succhi durante lo scongelamento non si rovesciano su altri alimenti.

L'ideale sarebbe lasciare che la carne si scongeli al fresco in frigorifero per tutto il tempo necessario, anche 12 o 24 ore, affinché non si interrompa la catena del freddo e che non avvenga la proliferazione dei batteri. Se, però, avete fretta, potete optare per altri metodi, purché non lasciate la carne scongelare a temperatura ambiente: questo potrebbe compromettere il gusto,  la consistenza e anche la salubrità della carne. Se, infatti, non optate per lo scongelamento in freezer, adottate un'altra tecnica, purché sia veloce.

Il segreto per scongelare la carne in modo sicuro è quello di passare dalla temperatura di congelamento a quella ambiente con gradualità, senza mai fare bruschi spostamenti.

Mettete la carne da scongelare in un sacchetto di plastica ben chiuso e immergetelo in acqua fredda. Ogni mezz'ora cambiate l'acqua fino allo scongelamento della carne e, a questo punto, cuocetela secondo i vostri desideri. Assicuratevi che il sacchetto sia ermeticamente chiuso, affinché neanche una goccia di acqua entri in contatto con la carne.

Un altro metodo molto efficace per scongelare velocemente la carne è il microonde: trovate l'impostazione di scongelamento e impostate il tempo necessario.

Per verificare che la vostra carne si sia scongelata, sia se cruda sia se cotta, infilzatela con uno stuzzicadenti o una forchetta: se, andando in profondità, avvertite un nocciolo duro, significa che dovrete mantenere la carne in frigorifero, in microonde o in acqua ancora per un po' di tempo.